Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Il Fronte Popolare ha dichiarato che non parteciperà alla sessione del Consiglio Nazionale Palestinese (PNC) prevista per il 30 Aprile a Ramallah dopo la scelta unilaterale di convocarla senza un consenso unitario ed una partecipazione collettiva.

Venerdì 30 marzo 2018 in Palestina vengono fucilati oltre 20 civili palestinesi da cecchini di Israele. Venerdì 7 aprile 2018, una settimana dopo, altri 12 civili palestinesi fanno la stessa fine sempre per mano di cecchini posti sulle alture da dove comodamente prendono la mira. Dal 30 marzo in poi cala il silenzio da parte dei sostenitori del genocidio palestinese, in particolare dalle comunità ebraiche ma anche da parte di alcuni dirigenti dell’ANPI, dimostrando che degli oltre 30 civili palestinesi gliene frega nulla, anzi...

Innanzitutto prendiamo atto con soddisfazione che il tentativo di intimidazione a mezzo stampa, condotto dalla strana coppia ANPI-Ambasciata israeliana, ha gremito oltre il previsto la sala dell’iniziativa antisionista organizzata all’Università “Statale” di Milano. La resilienza edgli studenti e dei militanti, la debolezza delle argomentazioni dell’arrogante accoppiata e il ponziopilatismo di un baronato universitario refrattario a complicarsi la vita in piena “Fiera del mobile”, hanno fatto fallire la psico-op criminalizzatrice.

Il Fronte Popolare per la liberazione della Palestina ha fermamente condannato l'aggressione imperialista britannico-francese e Stati Uniti che ha colpito la Siria con i suoi barbari missili nella notte del 13 aprile

Da ieri i numeri della repressione coloniale della Marcia del Ritorno in Palestina, si sono attestati a livelli di massacro: a fronte di 0 (zero) contusi israeliani e 0 (zero) danni materiali, si contano circa 30 palestinesi assassinati e 2500 feriti. Di cui un terzo dai plotoni d’esecuzione approntati dalle forze d’Occupazione sioniste.

Subscribe to Feed prima pagina
I primi anni del FPLP

Il contesto palestinese

Leaders del FPLP

Strategia per la Liberazione della Palestina

CAMPAGNA PRIGIONIERI PALESTINESI

Campagna per la liberazione di Sa'adat

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente