Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Caro compagno, ti invio i miei cordiali saluti, le più belle parole e dichiarazioni sincere di orgoglio, rispetto e apprezzamento, a mio nome ed a nome dei miei compagni prigionieri del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina.

Il Fronte popolare per la liberazione della Palestina e le Brigate Abu Ali Mustafa si uniscono alle masse del popolo palestinese per onorare il compagno Raed As'ad al-Salhi, 21 anni, morto per le ferite arrecate mentre si trovava in un ospedale sionista. Il compagno era stato ferito e rapito dall'occupazione israeliana nel mese di agosto.

L'intervista al compagno Khaled Barakat ed i comunicati dal ramo del FPLP nelle carceri sioniste meritano un’accurata attenzione e portano necessariamente ad alcune considerazioni. L'originalità dei contenuti, la chiarezza del linguaggio e l'ampiezza degli argomenti trattati sono una novità sia nell'ambito della sinistra palestinese, sia nel panorama della solidarietà verso il popolo palestinese.

Decenni di occupazione, aggressioni, assedio e quotidiano stillicidio di uccisioni, arresti, torture di uomini, donne e bambini infliggono indicibili sofferenze al popolo palestinese, alla sua storia e alla sua cultura. Tutto questo può essere definito un genocidio.

Il Fronte Popolare per la Liberazione di Palestina ha denunciato e ha chiesto la cancellazione della cosiddetta “legge sui crimini digitali” emanata dell'Autorità palestinese attraverso la quale sono state perseguite ed arrestate decine di giornalisti ed attivisti, rilevando questo come un grave attacco alla libertà di opinione e di espressione.

Subscribe to Feed prima pagina
I primi anni del FPLP

Il contesto palestinese

Leaders del FPLP

Strategia per la Liberazione della Palestina

CAMPAGNA PRIGIONIERI PALESTINESI

Campagna per la liberazione di Sa'adat

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente