Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

L’articolo pubblicato su Il Manifesto del 21 aprile 2017 “dove stanno i «veri» partigiani” si porta dietro tutta la retorica ed i luoghi comuni che compongono la narrazione sionista, quella narrazione che vuol far credere che sia possibile “una soluzione democratica del conflitto”, come pare ami sperare Alessandro Portelli

Pensavamo di essere preparati all’arroganza sionista, ma la “comunità ebraica di Roma” ha voluto smentirci nuovamente. Con un comunicato pesantissimo, questa sedicente comunità se l’è presa direttamente con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia.

Leggo sul Corriere di ieri 15 Aprile l’articolo “L’ANPI al sindaco: difenda la brigata ebraica” a firma Paola D’Amico; mi complimento con l’autrice: non compare mai la parola “Israele” che dovrebbe rappresentare l’unico argomento sul tema e che è l’unico obiettivo della contestazione rispetto alla quale si sollecita la difesa.

Un appello farneticante e demenziale è apparso su L’informale, un sito sionista che demonizza come “aggressiva” la campagna BDS contro la Technion - portata avanti dalle studentesse e dagli studenti di Torino - e che glorifica i peggiori criminali della storia come ad esempio il terrorista Ariel Sharon, che fu l’ideatore dell’orrenda strage di palestinesi e libanesi nei campi di Sabra e Chatila.

Questo attacco ha lo scopo di prevenire una qualsiasi seria e imparziale indagine internazionale relativa agli eventi di Khan Sheikhun, serve a liquidare la sovranità siriana e a sostenere le forze più reazionarie e violente, esponendo la falsità delle affermazioni dell'amministrazione Trump di ''combattere il terrorismo''.

Subscribe to Feed prima pagina
I primi anni del FPLP

Il contesto palestinese

Leaders del FPLP

Strategia per la Liberazione della Palestina

CAMPAGNA PRIGIONIERI PALESTINESI

Campagna per la liberazione di Sa'adat

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente