admin's blog

22
Nov 2014

Dieci membri della famiglia Abu Jamal sono stati arrestati a Gerusalemme

Come rappresaglia per gli scorsi eventi in una sinagoga di Gerusalemme, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato dieci familiari dei martiri Oday e Ghassan Abu Jamal, prelevandoli dalle loro case a Jabal al Mukabir a a Gerusalemme sud-est la stessa mattina del 18 novembre.

Le persone tuttora detenute nelle carceri sioniste sono: il padre, la madre e la moglie di Ghassan Abu Jamal; la madre, lo zio ed fratello di Abu Jamal Oday; Furat Abu Jamal; Munther Abu Jamal; Mu'awiyeh Abu Jamal; Jamal Abu Jamal. Secondo l'avvocato di Addameer Mohammad Mahmoud tutti i membri della famiglia sono stati sequestrati per essere interrogati dai servizi segreti israeliani al centro per gli interrogatori Moscobiyeh (Russian Compound).

Addameer sta seguendo il loro caso fino a quando non verranno rilasciati. Le famiglie si rifiutano di far eseguire e non acconsentono ad alcuna autopsia sui corpi dei martiri, attendono invece la liberazione dei loro corpi dalle autorità di occupazione.

22
Nov 2014

Gli studenti del Polo Democratico al Console francese: "Fuori dall'Università di Bir Zeit University!"

Mercoledì 19 Novembre, dozzine di studenti del Polo Democratico, il blocco degli studenti di sinistra all'Università di Bir Zeit, hanno protestato per la visita del Console francese presso l'istituto.

Gli studenti hanno dichiarato sgradita la presenza del console, essendo rappresentante di uno Stato coloniale. Hanno chiesto inoltre la liberazione di Georges Ibrahim Abdallah, prigioniero politico arabo libanese nelle carceri francesi. Ibrahim ha militato nel Partito Comunista Libanese e nel Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina; è detenuto dal 1984 con il pieno sostegno degli Stati Uniti e dello Stato di occupazione.

18
Nov 2014

L'F.P.L.P. rivendica l'attentato alla sinagoga di Har Nof

4 morti e 12 feriti il bilancio dell'attentato di questa mattina nella sinagoga di Har Nof a Gerusalemme. La stampa sionista riferisce che le vittime sono state pugnalate all'interno della sinagoga da due giovani, Ghassan e Odai Abu Jamal, abitanti del quartiere Jabal Almukabar a Gerusalemme, armati di coltelli, asce e armi da fuoco. I due giovani sono stati poi uccisi dalla polizia sionista in seguito ad uno scontro a fuoco.

L'attentato, avvenuto alle ore 7 locali, è stato rivendicato dall'ufficio politico del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina che recita nel comunicato: “il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina saluta le mani della resistenza, saluta le mani dei due martiri Ghasssan e Odai, saluta le mani dei combattenti martiri che questa mattina hanno eseguito l'attentato nella West Bank, saluta le mani di tutti i combattenti che portano avanti la resistenza nella sponda occidentale e nella striscia di Gaza in tutti i modi e con tutti i mezzi”.

17
Nov 2014

CAMPAGNA AFFIDO A DISTANZA BAMBINI/E DI GAZA -2015

"Perché le bambine e i bambini palestinesi possano crescere liberi nella loro terra"

Salaam Ragazzi dell’Olivo-Comitato di Milano-Onlus è una associazione di volontariato, costituitasi nel 1992, che opera con attività e progetti in Palestina, finalizzati alla solidarietà a favore dell’infanzia e del popolo palestinese. Dal 2000 ci siamo impegnati, in particolare, con il “progetto Shady di affido contestualizzato”,  nel territorio del campo profughi di Jabalia e dei villaggi circostanti (nel nord della striscia di Gaza). “Affido contestualizzato” significa inserire l’affido a distanza del singolo bambino o adolescente  in un progetto che coinvolge una comunità territoriale.