admin's blog

Il FPLP mette in guardia contro il tentativo dell'iniziativa francese di sostituire l'attuazione dei diritti dei palestinesi

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha messo in guardia contro ogni tentativo di imporre una “iniziativa francese” in sostituzione dell'attuazione dei diritti del popolo palestinese.

Pur accogliendo con favore tutti gli sforzi internazionali per porre fine all'occupazione israeliana, il Fronte ha osservato che l'iniziativa francese rientra in quel contesto che tenta di salvare la “soluzione dei due Stati” senza attuare le risoluzioni ed il Diritto internazionale, compreso il Diritto al ritorno dei rifugiati palestinesi e la piena autodeterminazione e sovranità palestinese.

Inoltre il Fronte ha affermato che il rilancio dell'iniziativa francese, apparso come una reazione alla continua politica sionista di intensificare gli insediamenti che contrasta la “soluzione dei due Stati”, arriva in un contesto in cui gli sforzi internazionali sfruttano i conflitti in corso nei paesi arabi per imporre una “soluzione” al popolo palestinese ben lontana dall'attuazione dei loro diritti storici.

Abdel Al: I tagli dell’UNRWA ai servizi sanitari destinati ai rifugiati palestinesi in Libano sono ingiustificati e provocatori

Il compagno Marwan Abdel Al, leader del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina in Libano, afferma che le politiche dell'UNRWA di riduzione dei servizi sanitari destinati ai rifugiati palestinesi in Libano sono pericolose, ingiustificate e provocatorie, devono essere quindi immediatamente revocate.

In una intervista Abdel Al osserva che è in corso una crisi tra i rifugiati palestinesi in Libano e l’agenzia UNRWA dell'ONU, principalmente dovuta dalla decisione dell’UNRWA di ridurre i finanziamenti che forniscono il ricovero ospedaliero ai rifugiati palestinesi nei campi libanesi, da una copertura del 100% negli ospedali della Mezzaluna Rossa palestinese, strutture ospedaliere delle amministrazioni pubbliche ed alcuni ospedali privati a contratto, fino ad arrivare al 95% negli ospedali della Mezzaluna Rossa, 85% in strutture ospedaliere del governo libanese ed 80% in altri ospedali, mentre vengono annullati quasi del tutto i contratti con alcuni ospedali privati, limitando così l’accesso solo ad alcune strutture, nonchè la possibilità degli ospedali di trasferire i pazienti palestinesi in altri ospedali pubblici o privati.

Il FPLP condanna le dichiarazioni del dirigente dell'Autorità palestinese sul coordinamento per la sicurezza e gli arresti tra la resistenza palestinese

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha denunciato le dichiarazioni rilasciate a “Defence News” da parte del direttore dell'intelligence dell'ANP Majed Faraj, in cui ha rivendicato la responsabilità dell'Autorità palestinese per aver contrastato 200 operazioni di resistenza, arrestando 100 attivisti palestinesi durante le rivolte.

Il compagno Abdul-Alim Da'na ha dichiarato che il ruolo del coordinamento sulla sicurezza è quello di tentare di contenere l'Intifada popolare e lo scontro con l'occupazione. Egli ha anche osservato che in tutto questo non vi è nulla di nuovo, la politica repressiva del coordinamento della sicurezza non si è fermato nemmeno per un giorno.

FPLP: gli omicidi sionisti di giovani palestinesi susciteranno maggiore resistenza

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha dichiarato che il delirio di omicidi a sangue freddo da parte dei soldati dell'occupazione non porterà alcuna sicurezza allo Stato sionista, istigherà solo maggiore resistenza e non potrà scalfire la determinazione dei giovani palestinesi nell'affrontare l'occupante.

I soldati dell'occupazione hanno aperto il fuoco sui giovani palestinesi lo scorso 12 gennaio ad Al-Khalil e a Betlemme, uccidendo tre di loro, i martiri Mohammed Ahmad Kawazbeh, 23 anni; Adnan Hamid Halaiqa, 17 anni; Srour Ahmad Abu Srour, 17 anni; durante un attacco terrorista sionista contro il nostro popolo, che rientra nel quadro di un più ampio programma con l'obiettivo di sopprimere l'Intifada in corso.

Pages

Subscribe to RSS - admin's blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

User login