admin's blog

27
Aug 2014

Le forze israeliane arrestano 12 leader del FPLP in Cisgiordania

Le forze di occupazione sioniste hanno lanciato una campagna di arresti di mirati contro i quadri e i dirigenti del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina in Cisgiordania dal 26 agosto.

Dopo aver invaso e saccheggiato le loro case molti compagni sono stati arrestati, tra cui: Ahmad al-Haj, Muhammad Abu al-Nimr e Zahi Khatatba a Beit Furik; Kamal Ibrahim Abu Tharifa, il dottor Yousef Abu Abdulhaq Shaddad e Musa Salameh a Nablus; Fadaa al-Zugheibi, Muhammad al-Zugheibi, Abdullah al-Afif, Alam Sami Masad e Jaafar Abu Salah a Jenin; Mustafa Orabi Nakhla (conosciuto anche come Abu Wadee) del campo profughi di al-Jalazun nel nord di Ramallah.

26
Aug 2014

Partita per la pace, Mohamed Aboutreika rifiuta: “Con i sionisti in campo non gioco”

Il trequartista egiziano dice no all'invito di Javier Zanetti per il match 'ispirato' da Papa Francesco e in programma all'Olimpico di Roma del primo settembre. Il motivo? La presenza all'evento dei calciatori israeliani Yossi Benayoun, Dudu Auate e Tomer Hemed.

Con i sionisti in campo, no. E’ dura la presa di posizione del miglior giocatore nella storia del calcio egiziano, Mohamed Aboutreika. Il centrocampista ha rifiutato l’invito alla Partita della pace del prossimo 1° settembre, a Roma. Il perché lo ha spiegato la scorsa settimana sul suo profilo Twitter, postando la lettera di presentazione della manifestazione: “Ho rifiutato l’invito per la presenza dei sionisti. Stiamo dando un esempio alle nuove generazioni”.

26
Aug 2014

Prosegue la collaborazione con il Consolato Venezuelano

Dopo un primo incontro avvenuto lo scorso 24 luglio [1], il giorno 22 agosto 2014 una delegazione del Fronte Palestina ha incontrato il Console del Venezuela di Milano per uno scambio in merito alla situazione palestinese (in particolare rispetto all'aggressione sionista iniziata oltre due mesi fa) e per concordare una serie di iniziative comuni.

A seguito di uno scambio di valutazioni e di denuncia dei crimini sionisti a danno del popolo palestinese si è deciso di proseguire la collaborazione, in particolare rispetto ad alcuni progetti.

Il primo è sostenere l’Associazione palestinese "Ghassan Kanafani" nell'apertura della scuola a Gaza, dedicata al nostro fratello e compagno Vittorio Arrigoni, fino a farla diventare un centro polifunzionale dedicato ai bambini, alle donne, alla cultura palestinese, etc.

24
Aug 2014

FPLP: il progetto di risoluzione del Consiglio di Sicurezza è un tentativo dannoso di proteggere l'occupante

Commentando il progetto di risoluzione europea presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina lo ha respinto in quanto riflesso di un accordo tra i membri del Consiglio di sicurezza e lo stato di occupazione.

Lo stato di occupazione è impegnato in un’aggressione criminale a livello di genocidio contro il nostro popolo nella Striscia di Gaza. Il Consiglio di Sicurezza ha la responsabilità di agire immediatamente per fermare l'aggressione che ha ucciso 2.100 palestinesi, di cui quasi 600 bambini e tra cui donne, uomini e anziani, e che ha completamente o quasi completamente distrutto decine di migliaia di case palestinesi e creato centinaia di migliaia di sfollati. Il Consiglio di Sicurezza inoltre, secondo il capitolo 7 della Carta delle Nazioni Unite, ha la responsabilità di considerare reo l'occupante, di agire per porre fine all'occupazione e di attuare le risoluzioni delle Nazioni Unite sui diritti del popolo palestinese.