admin's blog

26
Jan 2015

Il Comitato Guevarista Internazionalista ricorda Al-Hakim nell'anniversario della sua scomparsa

Il Comitato Guevarista Internazionalista ha inviato la seguente dichiarazione al Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina nel settimo anniversario della scomparsa del fondatore del Fronte George Habash (al-Hakim).

Nell'anniversario della morte di al-Hakim, George Habash, rinnoviamo il nostro impegno nella battaglia contro l'imperialismo, portata avanti dai nostri compagni e fratelli di lotta del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina. Il compagno George Habash è stato e resta un esempio per il suo alto livello di cura e dedizione per il suo popolo, per la chiarezza della sua visione politica che ha portato i compagni del FPLP ad essere l'avanguardia della lotta di liberazione palestinese, per essersi confrontato eroicamente con il sionismo ed il capitalismo mondiale i cui interessi sono rappresentati e difesi dai regimi reazionari arabi.

21
Jan 2015

Uccisi due arabi, i palestinesi di Israele rispondono con lo sciopero generale

Tutti i maggiori centri palestinesi di Israele sono paralizzati quest’oggi da uno sciopero generale proclamato dalla leadership nazionale della minoranza araba in segno di protesta per l’uccisione  di due beduini durante operazioni della polizia nella località di Rahat, nel Negev.

L'ex deputato della Knesset, Taleb al-Sana, presidente di una confederazione di gruppi che rappresenta buona parte del milione e settecentomila palestinesi con passaporto israeliano ha detto che tutte le scuole e i negozi resteranno chiusi dalla Galilea nel Nord fino al deserto del Negev nel Sud. "Lo sciopero generale vuole mandare un forte messaggio dall'intera comunità araba (...) per protestare con forza contro l'assassinio di due cittadini dello stato di Israele il cui unico crimine era quello di essere arabi", ha dichiarato Sana, lui stesso un beduino, alla radio israeliana.

20
Jan 2015

Il FPLP onora i martiri della resistenza libanese assassinati dall’attacco aereo sionista

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha inviato un messaggio di cordoglio a Sayyed Hassan Nasrallah, segretario generale di Hezbollah, in nome del suo segretario generale, il compagno Ahmad Sa'adat, e di tutta la leadership e i membri del PFLP per il lutto dei sei leader e quadri di Hezbollah assassinati in Siria da un attacco aereo sionista.

Il Fronte ha salutato "l'escalation della resistenza di Hezbollah come opzione strategica all'interno di una visione globale [...] ciò significa la costruzione di una forza seria da non sottovalutare, in grado di affrontare il nemico sionista, sia con le parole sia con le opere, e che si è guadagnata il meritato rispetto dei rivoluzionari di tutto il mondo".

18
Jan 2015

Israele bombarda nel Golan, uccisi dirigenti e miliziani di Hezbollah

Improvvisa nuova escalation sulle alture del Golan dove oggi alcuni elicotteri da combattimenti israeliani hanno realizzato un bombardamento contro alcune postazioni e un convoglio del movimento di resistenza libanese Hezbollah. Le prime notizie in merito sono state fornite dalla tv Al Manar, emittente del movimento sciita impegnato sia in Libano che in Siria nella guerra contro le bande jihadiste e le organizzazioni estremiste sunnite che combattono contro il governo di Damasco.

L’attacco degli elicotteri con la stella di David avrebbe portato all’uccisione di sei combattenti di Hezbollah, compreso il responsabile della milizia nel Golan siriano. Si tratta di Jihad Mughniyeh, figlio di Imam Mughniyeh, il capo delle operazioni di Hezbollah all’estero che venne eliminato a Damasco dall’esplosione di autobomba nel febbraio 2008 (probabilmente un attentato realizzato dai servizi di Tel Aviv). Fra gli uccisi anche Mohammed Issa, comandante di campo conosciuto con il nome di battaglia di Abu Issa.