admin's blog

24
Jul 2014

La solidarietà verso la resistenza palestinese non ammette i fascisti

In questi giorni sono tante le iniziative che si stanno costruendo per portare solidarietà ai palestinesi. La lotta di questo popolo che dura dal 1947 contro una pulizia etnica progressiva , contro l'apartheid, contro uno stato sionista, fascista, teocratico è oggi sottoposta ad un'altra grandissima prova di resistenza contro gli occupanti.

La solidarietà ai palestinesi è strumento fondamentale perché aiuta a denunciare i silenzi e le complicità dei media e degli stati occidentali rompendo il muro ideologico basato sulle falsità di Israele. La solidarietà è tanto più vera quanto più si basa sull'internazionalismo di classe e sostenendo l'autodeterminazione dei popoli è fondata da una reale giustizia sociale e di classe. E' quindi profondamente e incondizionatamente antifascista.

23
Jul 2014

Giovani palestinesi in Europa appello all'azione: Contro i crimini sionisti in Palestina, sostegno alla Resistenza palestinese

L'orrore dei crimini sionisti in Palestina ha raggiunto livelli terrificanti. In pieno giorno, i sionisti stanno massacrando le famiglie, bombardando alla cieca case, cliniche e moschee a Gaza.

Quello che abbiamo di fronte è un regime coloniale,che usa il suo potere per schiacciare la volontà di un popolo a resistere. In questa lotta sbilanciata tra una ideologia razzista e l'eroica resistenza del popolo palestinese, i governi europei, ancora intrappolati nei loro vecchi retaggi coloniali, hanno chiaramente affermato la loro posizione a sostegno del regime sionista.

22
Jul 2014

Gaza-Barbés-Sarcelles: lo spettro della resistenza palestinese nel cuore della République

Hanno già fatto il giro del mondo le immagini delle émeutes che hanno incendiato il quartiere di Barbés nel XVIII arrondissement di Parigi in occasione della manifestazione del 19 luglio in sostegno della Palestina. Ad esse si aggiungono quelle della rabbia esplosa domenica 20 luglio a Sarcelles, ville nouvelle nella banlieue nord della capitale, sempre per un presidio in solidarietà con il popolo palestinese.

Sono immagini di giovani e giovanissimi, migranti di seconda o di terza generazione, che affrontano la polizia con tutta la determinazione, la rabbia e i mezzi di cui dispongono, uniti sotto l'insegna della bandiera palestinese. Si riconoscono nella resistenza palestinese, odiano lo Stato d'Israele che da giorni semina morti tra quelli che considerano fratelli e sorelle. Ma non si tratta solo di questo. La resistenza palestinese è lotta anticoloniale e per questo è anche la loro lotta, combattuta su una frontiera traslata negli spazi in cui vivono.

21
Jul 2014

Abu Ahmad Fouad: Rifiutiamo l’iniziativa egiziana e domandiamo ai paesi arabi una tutela per la nostra resistenza

Il vicesegretario del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, Abu Ahmad Fouad, ha rifiutato l’iniziativa egiziana di tregua sottolineando che, in sostanza, essa pone oppressore e oppresso sullo stesso livello facendo passare il Popolo palestinese e la sua coraggiosa resistenza come gli artefici dell’inizio dell’offensiva. Abu Ahmad ha affermato che la posizione del FPLP è ferma e chiara: non accetterà mai di stabilire una tregua finché l’occupazione persevera nello stare appollaiata sul nostro petto.

Abu Ahmad in un’intervista televisiva sul canale televisivo satellitare Al-Mayadeen ha aggiunto: “L’iniziativa egiziana comprendeva punti del tutto ambigui che avrebbero permesso all’occupazione di prendere il controllo del territorio come già sta facendo con quello aereo e marittimo”. Ha sottolineato che non si può accettare nessuna iniziativa che divida il Popolo palestinese tra Cisgiordania e Striscia di Gaza, in quanto il nostro Popolo, la sua causa, il suo sangue e il suo destino sono un’unica cosa.