Manifestazione

6
May 2015

Alcune riflessioni sul 70° anniversario della Liberazione dal nazifascismo

UN 25 APRILE DI LIBERAZIONE DAL NAZIFASCISMO E DAL SIONISMO!

La cooperazione internazionale e la pace richiedono il compimento della liberazione nazionale e indipendenza, l'eliminazione del colonialismo e neocolonialismo, occupazione straniera, sionismo, apartheid e discriminazione razziale in tutte le sue forme, allo stesso modo del riconoscimento della dignità delle persone e i loro diritti all'autodeterminazione”. Così il 10 novembre del 1975, con la risoluzione 3379, anche l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite stabilì che il sionismo è una forma di razzismo, equiparabile al nazifascismo.

18
Apr 2015

SULLA BANDIERA DELLA BRIGATA EBRAICA NEL CORTEO DEL 25 APRILE E SULLE BANDIERE PALESTINESI

Finalmente quest’anno la questione è emersa con tutte le sue contraddizioni; sinora si era stancamente trascinata tra sterili polemiche a ridosso della scadenza. Le mie lettere all’avv. Maris quale presidente dell’ANED sono rimaste sempre senza risposta così come la mia lettera dello scorso anno al sindaco Pisapia. Avvantaggiato dalla comune professione e dalla reciproca conoscenza, nelle lettere affrontavo la questione in modo assolutamente sereno, forte delle mie ragioni. Ciononostante nessuna risposta. L’assenza di argomenti da contrapporre appariva palese.

Andiamo per ordine. Iniziamo col distinguere gli ebrei italiani che hanno partecipato alla guerra di liberazione nelle diverse formazioni partigiane sotto il Comitato di liberazione nazionale dagli ebrei arruolati nella brigata facente parte della 8° Armata britannica. Costoro provenivano tutti dalla Palestina mandataria britannica.

11
Apr 2015

ANPI: una nuova colonia sionista?

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha lo scopo di: dare aiuto e appoggio a tutti coloro che si battono, singolarmente o in associazioni, per quei valori di libertà e di democrazia che sono stati fondamento della guerra partigiana e in essa hanno trovato la loro più alta espressione.”

Statuto A.N.P.I. art. 2, comma M

Con una decisione senza precedenti, a pochi giorni dal 70° Anniversario della Liberazione dell'Italia dal nazifascismo, i vertici dell'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia hanno commissariato de facto l'ANPI di Roma, defenestrando il suo Presidente.

9
Apr 2015

Chi minaccia chi. La memoria corta di chi ha la coscienza sporca

A seguito della voluta confusione concepita sugli organi di stampa crediamo siano utili alcune ulteriori precisazioni in merito alle nostre posizioni.

L’antifascismo non si può racchiudere dentro recinti ideologici che servono solo a mascherare opportunismi di oggi. Noi ci rifacciamo a quanto l’ANPI affermava nel suo primo Congresso svolto a Roma tra il 06 ed il 09 dicembre del 1947: «l’antifascismo deve essere inteso come lotta contro chi minaccia le libertà individuali, nega la giustizia sociale e discrimina i cittadini». Per noi quindi schierarsi al fianco di tutti i popoli che lottano per le libertà individuali, per la giustizia sociale e contro la discriminazione è un atto doveroso ed inevitabile.