Razzismo

Lettera aperta al Presidente dell’ANPI Carlo Smuraglia

Veniano, 19 Marzo 2017

Caro Smuraglia,

sono iscritto all’ANPI in una sezione che, col Presidente Pino De Luca, purtroppo deceduto lo scorso anno, è stata molto attiva sul “fronte palestinese”.

FIFA condannata da difensori dei diritti umani per le squadre israeliane delle colonie illegali

Comunicato stampa

FIFA condannata da difensori dei diritti umani
per la mancata espulsione delle squadre israeliane delle colonie illegali

Palestinesi chiedono lo scioglimento del Comitato di monitoraggio della FIFA su Israele e Palestina,
che FIFA utilizza per evitare misure sulle colonie israeliane

9 marzo 2017- Una vasta coalizione di organizzazioni palestinesi ed internazionali ha denunciato il mancato intervento del presidente della Fifa Gianni Infantino per costringere l’associazione calcistica israeliana ad escludere sei squadre di calcio con sede nelle illegali colonie israeliane e ha chiesto lo scioglimento del Comitato di Monitoraggio della FIFA su Israele e Palestina. La mancata volontà da parte della FIFA di agire contro le squadre delle colonie israeliane la rende complice delle violazioni israeliane del diritto internazionale, violando il proprio statuto, che vieta ad associazioni membri di giocare nel territorio di un'altra associazione membro senza l'autorizzazione di quest'ultimo.

Il Programma Alimentare Mondiale scioglie i suoi contratti con la G4S

Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) in Giordania ha sciolto i suoi contratti con la più grande società di sicurezza al mondo, la G4S, che specula sull'occupazione, a seguito di una campagna in corso del BDS sul ruolo della società nelle violazioni israeliane dei diritti umani.

Il WFP in Giordania ha stipulato nel 2015 contratti con la G4S per un valore di oltre 900.000 dollari, ma ora il WFP ha assunto un fornitore locale di servizi di sicurezza e si è unito ad altre tre agenzie delle Nazioni Unite in Giordania - UNHCR, UNICEF e l'UNOPS - nel prendere le distanze da una società che è profondamente complice negli abusi dei diritti umani.

I Palestinesi salutano il Movement for Black Lives sottolineando la lotta comune contro l'oppressione razziale

Il Comitato Nazionale Palestinese per il BDS (BNC) risponde alla piattaforma politica del Movement for Black Lives (M4BL): "Ci impegniamo a collocarci fermamente e stabilmente in solidarietà con le nostre sorelle e fratelli neri negli Stati Uniti e in tutto il mondo, sostenendo le richieste e le proposte politiche di questa piattaforma."

Il Comitato Nazionale Palestinese per il BDS (BNC), la più grande coalizione della società civile palestinese che guida il movimento globale BDS, condivide la stimolante e liberatoria piattaforma politica rilasciata la scorsa settimana dal Movement for Black Lives (M4BL) con le richieste concrete per il diritto, la libertà e la giustizia dei neri. Ci impegniamo a collocarci fermamente e stabilmente in solidarietà con le nostre sorelle e fratelli neri negli Stati Uniti e in tutto il mondo, sostenendo le richieste e le proposte politiche di questa piattaforma.

Pages

Subscribe to RSS - Razzismo

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

User login