Alternative Information Center
Voci dalla Palestina Occupata
Alternative Information Center - Italia

Articoli AIC

Coloni: Nazareth Illit è importante come la Cisgiordania

I coloni israeliani si stanno muovendo verso città miste, dove vivono sia israeliani ebrei che palestinesi israeliani, portando con sé all’interno di Israele la loro ideologia e la pratica di separazione e di occupazione coloniale. Il target attuale: Nazareth Illit.


Nazareth Illit

“Vivere qui è fondamentale a causa della situazione demografica. Dalla nostra prospettiva è importante quanto vivere in Giudea e Samaria (Cisgiordania, ndr)”. Così spiega Aviad Levi, presidente di un gruppo nazional-religioso israeliano che si è trasferito nella città di Nazareth Illit.

“Prima che arrivassimo qui, molte famiglie ebree se ne erano andate – spiega Levi al sito di informazione Arutz7 – Sono arrivati arabi di Nazareth e Kfar Kana e l’immigrazione non ebraica dalla Russia non ha aiutato”.

Nazareth Illit si trova nel Nord di Israele e ha una popolazione di circa 52mila persone. È stata fondata nel 1954 su terra confiscata ai residenti palestinesi della vicina Nazareth, la più grande città palestinese in Israele, con l’obiettivo di assicurare “la sovranità ebraica” in Galilea.

“Tutti sono felici di essere qui – continua Levi – Solo ieri stavo camminando in strada e un cittadino mi ha detto che stiamo risollevando la città”. Sedici famiglie di coloni vivono già nel quartiere Rasco di Nazareth Illit, dove è stato fondato un centro di studio ebraico, mentre altre quattro famiglie stanno per trasferirsi.

Il sindaco di Nazareth Illit, Shimon Gaspo, ha deciso di costruire un quartiere in città soltanto per ebrei ultra-ortodossi come mezzo per affrontare “la questione demografica”. Anche la terra per questo nuovo quartiere è stata confiscata ai proprietari palestinesi.

“La questione delle colonie ebree in Galilea in generale, e a Nazareth Illit in particolare, è sentita oggi a livello nazionale – disse Gaspo in un’intervista del 2009 a Yedioth Ahronot – Come uomo della Grande Israele, penso che sia più importante colonizzare la Galilea, piuttosto che la Giudea e la Samaria, dove la crescita naturale è già alta e ci vivono abbastanza ebrei. È necessario che i coloni si spostino subito qui”.

 

Alternative Information Center
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente