Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

Addameer condanna la vasta campagna di arresti a Hebron e chiede alle Nazioni Unite di garantire la sicurezza per i civili

Addameer sta seguendo da vicino le campagne di arresti, le retate e gli arresti di massa da parte delle forze di occupazione israeliane (IOF) a Hebron dopo la morte di un soldato delle forze di occupazione.

Un certo numero di testimoni oculari ha segnalato all'unità di Documentazione presso Addameer che circa 5.000 soldati sono stati dispiegati nella città di Hebron, nei seguenti luoghi: Al Sahla, Wadi Al Nasara, Jabal Johar, Tarik Bin Ziyad School e nella zona circostante e stanno conducendo raid e arresti che sono ancora in corso. I testimoni hanno aggiunto che le forze di occupazione hanno fatto irruzioni nelle case e hanno pattugliato le strade di Hebron con megafoni, chiedendo che tutti i residenti di età superiore ai 18 anni di radunarsi nelle piazze principali. L'IOF li ha fatti mettere con le mani sopra la teste e li ha tenuti a sedere in posizioni scomode allineandoli in file parallele, ha quindi ammanettato le mani dietro la schiena e li ha sottoposti ad interrogatorio.

I testimoni stimano che oltre 1.000 persone siano state sottoposte a questo trattamento, compresi i bambini e membri anziani della comunità. Secondo i ricercatori i diritti umani, le forze di occupazione stanno anche conducendo una campagna di arresti casuali, che ha portato all'arresto di un'ottantina di persone.

Addameer ha anche appreso che un certo numero di istituzioni della società civile sono state oggetto di irruzione da parte delle forze di occupazione, tra cui l'Unione dei Comitati di lavoro della salute, dove i membri del personale sono stati tenuti in ostaggio all'interno dell'ufficio per ore.

Addameer condanna questa campagna vendicativa e chiede che il Comitato internazionale della Croce Rossa e le Nazioni Unite si attivino nel loro ruolo di protettori dei civili che vivono sotto l'occupazione, come previsto dagli articoli (4), (13), (27) e (47) della Quarta Convenzione di Ginevra.
 

Fonte: Addameer
Traduzione a cura di PalestinaRossa

 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente