Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

Ennesima strage di civili in Palestina

Nell'arco di circa 48 ore, tra il 04 ed il 05 maggio 2019, il governo israeliano ha ordinato l'assassinio di altri civili palestinesi. I killer hanno immediatamente obbedito assassinandone 27, tra questi 4 donne (di cui 2 negli ultimi mesi di gravidanza), 1 minore  e 2 neonati...oltre a 154 feriti.

Lo stesso scenario che si ripete da più di 70 anni alternando feroci stragi come Pioggia d’Estate (27 giugno – 10 Agosto 2006 dove in 44 giorni Israele ha ucciso 200 palestinesi di cui 40 bambini e ne ha feriti 790), Piombo Fuso (27 dicembre 2008 – 18 gennaio 2009, con migliaia di assassinati, tra questi oltre 500 minori) e Margine Protettivo (08 luglio – 26 agosto 2014) ad un quotidiano killeraggio fattosi metodo dal 30 marzo del 2017.

Immediatamente, insieme agli ordini inviati ai soldati, son partite le istruzioni alle redazioni dei giornali, radio e televisioni con le seguenti precise indicazioni da riportare: i palestinesi muoiono, gli israeliani vengono uccisi, le case dei palestinesi distrutte sono covi o basi del terrorismo jihadista, i sionisti rispondono ai lanci di razzi palestinesi perché hanno il diritto di difendersi. Come un sol uomo tutte le redazioni, messosi l’elmetto in testa, rispondono eseguendo perfettamente gli ordini del comando di Tel Aviv.

La propaganda sionista si fa Verità fino a raggiungere non solo governanti e politici razzisti ma arriva fino ad alcune menti deboli della "sinistra", che sui social scrivono bestialità, come ad esempio: i razzi della Resistenza giustificano la risposta sionista, riprendendo e ripetendo, appunto, gli ordini dei sionisti alle redazioni dei Media.

Molti si domandano quali siano le motivazioni per queste stragi da parte dei sionisti dimenticando che tutto questo è il progetto sionista, ovvero cancellare la presenza palestinese in terra di Palestina e non solo...perché il loro obiettivo finale comprende parti della Giordania, del Libano e della Siria...oltre a tutta la Palestina.

Oggi i sionisti profittano della situazione a loro favorevole, che hanno contribuito a costruire sia a livello internazionale sia interno grazie alla collaborazione dell’Autorità Nazionale Palestinese che applica i famigerati accordi di Oslo a favore dello stato sionista, nonché della divisione tra palestinesi che dura da ormai 12 anni.

La resistenza palestinese oggi si trova unita a rispondere all’aggressione, come viene riconosciuto dai prigionieri del FPLP in un loro comunicato:

«Diamo un caloroso saluto ai nostri martiri, agli eroi che sono cresciuti organizzativamente nella costante difesa di Gaza, e confermiamo loro che il sangue immacolato non è stato sprecato e che costruisce la strada per la vittoria, per il ritorno e per la libertà.

Siamo qui dietro le sbarre ma insieme con le vostre mani nel settore amato, siamo insieme a voi nella nostra battaglia contro l'unico occupante.

Salutiamo la resistenza di Gaza, fonte del nostro orgoglio e della nostra dignità, attraverso l’unità dei combattenti che si sta confrontando in una battaglia eroica per difendere i figli della nostra gente e mantenere alta la scelta della resistenza, lo stile efficace nel prosciugare il nemico».

Denunciamo i crimini sionisti e le complicità dei media!
Collettivo PalestinaRossa
 


ELENCO DEI MARTIRI:

  1. IMAD M NOSAIR, 22 ANNI
  2. SIBA M ABU ARAR, 16 MESI
  3. FALASTIN ABU ARAR, 37 ANNI
  4. ABDALLAH ABU ARAR, FETO
  5. KHALED ABU KLAIK, 25 ANNI
  6. MAHMOUD S. ISSA, 26 ANNI
  7. FAWZI A BAWADI, 24 ANNI
  8. BILAL M ABDEL BANNA, 29 ANNI
  9. ABDALLAH N ABU AL ATTA, 21 ANNI
  10. HAMED A AL KHUDARI, 34 ANNI
  11. MOHAMMAD A ABU ARMANEH, 30 ANNI
  12. MAHMOUD A S ABU ARMANEH, 27 ANNI
  13. ABDALLAH A AL MADHOUN, 22 ANNI
  14. FAZI R BADRAN, 31 ANNI
  15. AMANI AL MADHOUN, 33 ANNI
  16. AYMAN AL MADHOUN, FETO
  17. MUSA H MOAMMAR, 24 ANNI
  18. ALI A AL JAWAD, 51 ANNI
  19. MARIA R AL GHAZALI, 4 MESI
  20. AHMAD R AL GHAZALI, 31 ANNI
  21. IMAN A AL GHAZALI, 30 ANNI
  22. ABDELRAHIM M AL MADHOUN, 61 ANNI
  23. ABDELRAHMAN T ABU EL JEDIAN, 12 ANNI
  24. IYAD A SHORBAJI, 34 ANNI
  25. HANI H ABU SHAAR, 37 ANNI
  26. TALAL A ABU EL JEDIAN, 46 ANNI
  27. RAGHDA M ABU EL JEDIAN, 40 ANNI
     

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente