Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

I leader del FPLP nelle prigioni sioniste trasferiti in diverse prigioni ed in isolamento

I principali prigionieri palestinesi del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina sono stati trasferiti lo scorso mercoledì 29 agosto in diverse occasioni dopo aver rilasciato alcune dichiarazioni politiche pubbliche, mentre nella prigione di Megiddo è aumentata la tensione tra i prigionieri politici palestinesi e l'amministrazione carceraria dell’occupazione israeliana.

Ahed Abu Ghoulmeh è stato improvvisamente trasferito dalla prigione di Hadarim alla prigione di Ramon, mentre Wael Jaghoub è stato trasferito alla prigione di Gilboa. Mohammed Musa Abu Khdeir è stato trasferito dalla prigione di Nafha a quella di Ramon. Inoltre, secondo il Centro Handala per i prigionieri e gli ex prigionieri, tutti i leader del FPLP nel carcere di Megiddo sono stati segregati nelle celle di isolamento a seguito delle proteste all'interno della prigione contro le pessime condizioni e le continue violazioni dei loro diritti.

Questi provvedimenti potrebbero arrivare in risposta all’evidente ruolo politico dei prigionieri del Fronte Popolare all'interno delle prigioni israeliane, compreso il ruolo di spicco del Segretario generale detenuto, Ahmad Sa'adat.

I prigionieri del FPLP hanno recentemente rilasciato una dichiarazione ampiamente diffusa in solidarietà con i prigionieri statunitensi impegnati in disobbedienza, boicottaggi e scioperi della fame contro il lavoro forzato nelle prigioni, il razzismo e lo sfruttamento all'interno delle carceri statunitensi.

Inoltre i prigionieri del FPLP, un paio di giorni fa, hanno anche rilasciato una dichiarazione in memoria dell'ex Segretario generale del Fronte Abu Ali Mustafa, assassinato dalle forze di occupazione israeliane il 27 agosto del 2001 con un missile alimentato dagli Stati Uniti e licenziato con elicotteri. La dichiarazione ha condannato duramente l'imperialismo USA così come il ruolo dell'Autorità palestinese e dei regimi arabi di destra.
 


Fonte: Samidoun
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente