Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

UPWC: le donne palestinesi condannano la normalizzazione sotto l'inganno della "pace"

L'Unione dei comitati delle donne palestinesi ha rilasciato una nuova dichiarazione riportata di seguito in risposta all’iniziativa “Women Wage Peace” tenuta lo scorso 8 ottobre a Gerico, una rassegna atta a portare avanti la normalizzazione dell’occupazione in Palestina.

La normalizzazione è tradimento
affronteremo tutti i complotti che usano strumentalmente le donne palestinesi e l'inganno della “pace”

Come Unione dei comitati delle donne palestinesi rifiutiamo categoricamente le politiche del cosiddetto “Comitato palestinese per la comunicazione con la società israeliana” che ha promosso l'organizzazione di una manifestazione femminile lo scorso 8 ottobre vicino al fiume Giordano a Gerico, il cui slogan recitava “donne israeliane e palestinesi per la pace”.

Una strategia per iniettare nella popolazione la normalizzazione dell'occupazione sionista attraverso la strumentalizzazione delle donne. Questa attività è una frode imperturbabile che cerca di forzare e imporre la normalizzazione dell'occupante alle donne palestinesi, in chiara violazione dei sacrifici delle nostre donne martiri, prigioniere, ferite e combattenti per la liberazione del nostro popolo dal colonialismo.

La nostra posizione come movimento palestinese nella Palestina occupata contro la normalizzazione è molto chiara, così come la nostra richiesta di boicottaggio dell'occupazione in tutte le forme: economiche, culturali, accademiche, etc.

A nome di tutte le donne palestinesi invitiamo i nostri fratelli, i compagni, i combattenti e tutte le forze oneste del popolo palestinese, uomini e donne a non aderire alla marcia “La Pace delle Donne” e chiediamo un’inchiesta nazionale per il perseguimento dei responsabili. Coloro che cercano di forzare le donne palestinesi a normalizzare i rapporti con il nemico cercano di rompere il nostro consenso nazionale proprio in un momento di lotta per l'unità e per la riconciliazione nazionale.

Come Unione dei comitati delle donne palestinesi affermiamo quindi che saremo forti nell’affrontare questa retorica e queste cospirazioni malvagie, a volte organizzate in nome delle donne palestinesi e con l’inganno della pace, ma che in realtà riflettono solo la volontà di un settore monopolistico che vuole imporre i suoi interessi e le sue decisioni con la forza e contro il consenso nazionale palestinese, delle donne e degli uomini.

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente