Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Eventi ed iniziative sulla Palestina

Arrampicare per la Palestina - Milano

Giovedì, 21 March, 2019 - 19:00

WEST CLIMBING BANK DI RITORNO DALLA PALESTINA!

h: 19.00 cena benefit
h: 20.30 racconto dell'esperienza in Cisgiordania e dibattito sulla situazione palestinese

Il secondo step del progetto è stato realizzato. La collaborazione con Laylac, Associazione giovanile situata nel campo profughi di Deishesh, vicino a Betlemme, procede e apre nuove occasioni.

Al ritorno a gennaio, il nostro bagaglio, pesava sicuramente qualche kg in meno, avendo consegnato il materiale di arrampicata donato per l'Associazione, al contrario dei nostri cuori: arrampicare in Palestina non è un'attività così scontata, come abbiamo più volte ribadito nei nostri post e nel nostro diario di bordo; conoscere da vicino le difficoltà di chi vive un vero e proprio regime di apartheid, rende questo sport ancora più attrattivo e liberatorio che mai. Aprire delle vie (in gergo climber) nelle falesie di Battir, zona naturalistica ancora incontaminata vicino a Betlemme, vuol dire creare un’infrastruttura permanente che sia anche presidio politico contro l'occupazione israeliana. Siamo andati alla scoperta non solo della storia della Palestina, ma anche dei luoghi naturali dove si potrebbe arrampicare e dove, da qualche anno, qualcun’altro ha già iniziato vari progetti di chiodatura.

Ritornare questo inverno significa continuare a sviluppare questo tipo di lavoro, per permettere ai giovani e alle giovani palestinesi di usufruire liberamente di luoghi che gli appartengono.

Ritornare lo scorso inverno per aprire nuove vie ha rappresentato un modo per valorizzare quei luoghi che altrimenti rimarrebbero poco utilizzati a causa della stretta sorveglianza israeliana.

Per continuare il progetto e rafforzare le relazioni con le persone del campo profughi, scoprire altre realtà in giro per la Cisgiordania, per la creazione di uno scambio profondo e duraturo, che tenga sempre vive le coscienze.

Chiodare delle falesie in Palestina, vuole essere anche un incentivo a fare in modo che in futuro, grazie all'aiuto di tanti individui e vari progetti, si sviluppi davvero un "turismo sportivo" legato all'arrampicata, che dia una boccata di ossigeno alla Palestina e che al contempo faccia scoprire questa terra a quelle persone che, purtroppo, ancora non la conoscono.

Stare nel campo profughi di Deishesh, ci ha fatto lanciare la sfida ancora oltre, con l’obiettivo di incentivare la pratica dell'arrampicata soprattutto fra i giovanissimi, i bambini, che sono grandi "divulgatori" di entusiasmo a qualsiasi longitudine.

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente