Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

La metropolitana di Città del Messico cancella parte degli eventi e esibizioni fotografiche su Israele a causa delle menzogne dell'ambasciata israeliana

In seguito alle proteste, la metropolitana di Città del Messico ha rimosso 12 fotografie dalla mostra "A look at Israel" sponsorizzata dall'ambasciata israeliana in Messico. La mostra è stata realizzata in due stazioni della metropolitana nell'ambito di un mese di manifestazioni, tra cui anche danza e proiezioni di film. Dopo le proteste dei sostenitori per i diritti dei palestinesi, sono state annullate anche un'esibizione di danza organizzata dall'ambasciata israeliana il 15 maggio, ricorrenza della Nakba, e la maggior parte delle proiezioni dei film.

La metropolitana di Città del Messico trasporta oltre 5,5 milioni di passeggeri al giorno in tutta la città. Città del Messico ha chiesto la rimozione delle fotografie dopo che quasi 40 organizzazioni, sindacati e reti messicane e missioni diplomatiche palestinesi, il mondo arabo e gli stati membri dell'Organizzazione per la Cooperazione Islamica hanno espresso preoccupazioni sull’esposizione in quanto non rispettosa delle leggi internazionali e della posizione ufficiale del Messico riguardo i territori occupati da Israele.

L'amministrazione comunale ha rimosso le 12 fotografie subito dopo aver ricevuto la notifica secondo cui esse, falsamente, presentavano immagini delle alture del Golan, Gerusalemme Est e Cisgiordania come parte di Israele. Questi territori sono soggetti alla brutale occupazione militare israeliana. Secondo la risoluzione 242 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, approvata nel 1967, questi territori sono considerati occupati e quindi non appartengono a Israele, una posizione adottata dal Messico lo stesso anno, e da allora rimasta invariata.

Mahmoud Nawaja'a, Coordinatore generale del Comitato nazionale palestinese per il Boicottaggio, il Disinvestimento e le Sanzioni (BNC), ha dichiarato:

"Il fatto che l'ambasciata israeliana abbia mentito presentando quei territori come israeliani non è un caso. Fa parte della strategia di Israele rivolta a legittimare i suoi tentativi di annettere illegalmente terre palestinesi e siriane. Apprezziamo moltissimo l'intervento rapido e il rispetto del diritto internazionale da parte di Città del Messico."

Gruppi della società civile protestano contro le manifestazioni, che dureranno un mese, organizzate dall'ambasciata israeliana nella metropolitana di Città del Messico, comprese contro le foto e gli eventi rimanenti, poiché fanno parte dei tentativi di Israele di coprire il suo regime di apartheid e occupazione militare attraverso l'uso di arte e cultura.

Mahmoud Nawaja'a ha dichiarato:

"Il governo israeliano usa abitualmente arte e cultura per coprire i suoi crimini contro il popolo palestinese e le violazioni del diritto internazionale. Inviamo un sentito appello a Città del Messico e alle organizzazioni cittadine per i diritti umani perché rifiutino tutti gli spettacoli o mostre d'arte sponsorizzati dal governo israeliano o dalle sue ambasciate fino a quando Israele non rispetterà i pieni diritti dei palestinesi."
 


Fonte BNC - Il Comitato nazionale palestinese per il BDS (BNC) è la più grande coalizione nella società civile palestinese. Guida e sostiene il movimento globale di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni per i diritti dei palestinesi.

Traduzione di BDS Italia

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente