Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Più di 50 associazioni studentesche della NYU aderiscono al movimento per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni a favore dei diritti umani dei palestinesi

Una vasta coalizione di associazioni studentesche della New York University approva l'adesione al BDS, invitando la NYU a disinvestire da compagnie complici dell'occupazione israeliana e impegnandosi a boicottare le istituzioni accademiche israeliane e le conferenze sponsorizzate da Israele.

Noi, le sottoscritte associazioni di studenti, ci impegniamo a partecipare al movimento di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) per i diritti umani dei palestinesi

  • Boicottando i prodotti israeliani e i beni prodotti nei territori occupati, ad eccezione di quelli fabbricati dai palestinesi. Per una lista dei prodotti da boicottare, vedi https://bdsmovement.net/get-involved/what-to-boycott
  • Boicottando le istituzioni accademiche israeliane e le conferenze sponsorizzate dallo Stato di Israele
  • Boicottando i gruppi pro-Israele della NYU, Realize Israel e TorchPAC, non co-sponsorizzando eventi insieme a loro, così come boicottando, fuori dal campus, gruppi pro-Israele come Birthright-Taglit, StandWithUs, Christians United for Israel, la Maccabee Task Force, Mosaic United, l’Organizzazione sionista d'America, il Comitato d'azione politica israelo-americana e Lega anti-diffamazione
  • Aderendo al movimento per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni
  • Invitando la NYU a disinvestire le sue partecipazioni da società e fondi che sono complici dell'occupazione israeliana della Palestina
  • Impegnandosi a riconoscere con continuità la terra e la sovranità autoctone

Quest'anno ricorre il 70° anniversario della Nakba palestinese (catastrofe), durante la quale oltre 700.000 palestinesi vennero espulsi con la violenza dalle loro case dalle milizie sioniste e dall'istituzione dello Stato di Israele, che continua ancora oggi la sua campagna di pulizia etnica della Palestina attraverso l'occupazione militare israeliana della Cisgiordania e delle Alture del Golan e il brutale assedio di Gaza.

Noi sosteniamo il movimento per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni per i diritti umani palestinesi in quanto metodo non violento per resistere dall'estero all'apartheid israeliano. Chiediamo alla NYU di disinvestire le sue partecipazioni da società e fondi che sono complici dell'occupazione israeliana della Palestina. Ispirato al movimento anti-apartheid sudafricano, il BDS chiede ad Israele di agire in conformità al diritto internazionale. In poco più di un decennio, il BDS è diventato un movimento globale di organizzazioni religiose, associazioni accademiche, sindacati e movimenti attivisti in tutto il mondo e siamo orgogliosi di far parte di questa lotta per la giustizia.

Firmato:

  1. Advocate Coalition (Against) Trafficking at NYU (Re-ACT)
  2. African Heritage Month
  3. African Student Union
  4. NYU Aftab Literary Magazine
  5. NYU Against Fascism
  6. Arab Students United
  7. Asian American Women’s Alliance at NYU
  8. NYU Asian Pacific American Coalition
  9. Bella Quisqueya (BQ)
  10. Black and Brown Coalition at NYU
  11. NYU Black Muslim Initiative
  12. Black Students Union (BSU)
  13. Campgrrl
  14. NYU Coalition on Law & Representation (CoLR)
  15. NYU College Libertarians
  16. NYU Disorient
  17. NYU Divest for Climate Justice
  18. NYU Dream Team
  19. Gentlemen of Quality (GQ)
  20. GSOC-UAW Local 2110 — The Union for Graduate Employees at New York University
  21. Haitian American Students Association (HASA)
  22. Hermandad de Sigma Iota Alpha, Inc.
  23. Incarceration to Education Coalition
  24. NYU International Socialist Organization
  25. NYU Jewish Voice for Peace
  26. La Herencia Latina
  27. Latinos Unidos Con Honor y Amistad at NYU (LUCHA)
  28. NYU Law Students for Justice in Palestine (LSJP)
  29. Malaysian Students Association
  30. NYU Mexican Student Association (MexSA)
  31. Mosaic: The Interfaith Students of Color Coalition at NYU
  32. MuCh — Muslim Christian Dialogue at NYU
  33. Muslim Graduate Student Group
  34. NYU Muslim Students Association
  35. National Society of Black Engineers (NSBE) at NYU
  36. Native American and Indigenous Student Group at NYU
  37. The Omicron Chapter of Phi Iota Alpha
  38. Pakistani Students Association at NYU
  39. NYU PorColombia
  40. NYU Sanctuary Student Taskforce
  41. SHADES: For LGBTQ Students of Color and Allies at NYU
  42. Shuruq: Islamic Heritage Month
  43. NYU Slam! Poetry Club
  44. NYU Students Against Gentrification and Expansion
  45. NYU Students for Justice in Palestine
  46. Student Labor Action Movement at NYU
  47. NYU Tandon Muslim Students Association
  48. Turkish Student Association at NYU
  49. T-Party at NYU
  50. NYU ¡Viva Perú!
  51. NYU Young Democratic Socialists of America

Risoluzione interna per le associazioni di studenti che sostengono il BDS*:

CONSIDERANDO che il colonialismo dei colonizzatori e il razzismo strutturale operano in tutto il mondo, inclusi gli Stati Uniti, al fine di privare di diritti, espropriare e infliggere violenze a specifici gruppi di persone a beneficio di altri;

CONSIDERANDO che l'incessante occupazione militare e la colonizzazione della Palestina da parte dello stato israeliano è una manifestazione sia del colonialismo d’insediamento che del razzismo strutturale, sostenuti politicamente, finanziariamente e militarmente dagli Stati Uniti;

CONSIDERANDO che lo stato di Israele viola sistematicamente i diritti dei palestinesi sulla base del diritto internazionale, incluso il diritto all'istruzione;

CONSIDERANDO che lo stato israeliano viola in modo specifico il diritto all'istruzione dei palestinesi danneggiando con le offensive militari le università e le scuole palestinesi; assalendo gli studenti di quelle istituzioni e costringendo le istituzioni a chiudere temporaneamente per ragioni militari o di altro genere; limitando il movimento dei palestinesi in misura tale da ostacolare la loro capacità di frequentare e tenere le lezioni, e impedendo agli studenti di viaggiare all'estero per studiare o presentare relazioni;

CONSIDERANDO che le istituzioni accademiche israeliane, come le istituzioni accademiche statunitensi, sono profondamente radicate nelle pratiche statali e ricevono ampi finanziamenti statali;

CONSIDERANDO che le istituzioni accademiche israeliane sono complici dell'occupazione e della colonizzazione della Palestina e della violenza dello stato contro i palestinesi attraverso lo sviluppo di hardware militari, armi, droni e tecnologie di sorveglianza, l'offerta di corsi di formazione militare e posti per ufficiali militari di alto rango, la dichiarazione, tramite i loro leader e altri sostituti, del loro sostegno alle offensive militari israeliane, la discriminazione degli studenti palestinesi e la repressione delle voci a sostegno dei palestinesi e della loro lotta per l'autodeterminazione;

CONSIDERANDO che, nel 2005, 170 sindacati, partiti politici, reti di rifugiati, organizzazioni femminili, associazioni di resistenza popolare palestinesi e altri organismi della società civile palestinese hanno chiesto "alle organizzazioni internazionali della società civile e alle persone di coscienza in tutto il mondo di imporre ampi boicottaggi e implementare iniziative di disinvestimento contro Israele simili a quelle applicate al Sud Africa nell'era dell'apartheid";

CONSIDERANDO che dozzine di corpi accademici in tutto il mondo, tra cui l’Association for Asian American Studies, la National Association of Chicana and Chicano Studies, la Native American and Indigenous Studies Association,, la Critical Ethnic Studies Association, l'African Literature Association, l'American Studies Association, il sindacato dei lavoratori laureati dell'Università della California e, più recentemente, l'American Anthropological Association e la National Women's Studies Association, hanno appoggiato o raccomandato il boicottaggio delle istituzioni accademiche israeliane, e altre, inclusa la Middle Eastern Studies Association, stanno prendendo in considerazione di fare lo stesso, mettendo tutte insieme, nella professione accademica, al centro la questione del boicottaggio accademico;

CONSIDERANDO che dozzine di college e università negli Stati Uniti e all'estero hanno disinvestito dall'apartheid israeliano o visto che risoluzioni sul disinvestimento sono passate in organi governativi studenteschi e non sono state prese in considerazione dai consigli di amministrazione;

CONSIDERANDO che l'economia israeliana è fondata sulla colonizzazione, sull'esclusione e sull'apartheid e ne è attualmente complice. In conformità con il movimento BDS, questa risoluzione si rivolge a società e marchi specifici per concentrare i propri sforzi. Inoltre, il BDS non ha come obiettivo l'esistenza e l'attività economica degli ebrei nella Palestina storica, ma piuttosto i prodotti e le società complici nell'occupazione e nell'apartheid.

CONSIDERANDO che la NYU ha disinvestito dall'apartheid sudafricano nel 1985 in solidarietà con un movimento globale per i diritti umani in un regime profondamente razzista e discriminatorio e che l'occupazione israeliana della Palestina è ampiamente riconosciuta come conforme alla definizione di apartheid descritta dalla Convenzione Internazionale sulla soppressione e punizione del crimine di apartheid (ICSPCA), adottata dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1973;

CONSIDERANDO che il sito web di Realize Israel (realizeisrael.com) afferma che Realize Israel è "un gruppo di studenti altamente motivati impegnati a difendere, sostenere e celebrare lo stato di Israele nei campus universitari attraverso modalità accademiche, di intervento attivo, politiche, educative e celebrative"; CONSIDERATO CHE TorchPAC sulla sua pagina Facebook descrive i suoi obiettivi nei termini di "Promuovere l'alleanza U.S.-Israele attraverso l'educazione, il coinvolgimento e il lobbismo dei membri del congresso";

CONSIDERANDO che il sostegno allo Stato di Israele, come è stato concepito da Realize Israel e TorchPAC, equivale effettivamente al sostegno e difesa delle basi coloniali di Israele e del suo continuo regime di apartheid nei confronti del popolo palestinese;

CONSIDERANDO che la collaborazione con gruppi filo-israeliani nel campus rappresenta un'effettiva approvazione del sionismo, l'ideologia che guida lo stato coloniale di Israele, e costituisce una complicità con l'apartheid israeliano. Inoltre, il co-sponsoring di eventi assieme a gruppi sionisti/filo-israeliani li rende fondamentalmente non graditi da parte degli studenti palestinesi, che nei campus universitari sono già emarginati;

CONSIDERANDO che il [gruppo di studenti] ha approvato nel corso della sua esistenza risoluzioni a sostegno della giustizia e dei cambiamenti sociali;

e CONSIDERANDO che [il gruppo di studenti] comprende che il boicottaggio di prodotti israeliani, istituzioni accademiche e gruppi filo-israeliani non costituisce espressamente il boicottaggio di singoli studenti o studiosi israeliani, né proibisce la collaborazione tra membri [studenti] e studenti e studiosi israeliani, ma che è protetto dalla costituzione la libertà di parola a sostegno della richiesta palestinese di solidarietà per porre fine all'occupazione e alla colonizzazione della Palestina;

Viene DECISO che le [associazioni di studenti] si impegneranno a partecipare al movimento di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) a favore dei diritti umani palestinesi

  • Boicottando i prodotti israeliani e i prodotti fabbricati nei territori occupati, ad eccezione di quelli fabbricati dai palestinesi
  • Boicottando le istituzioni accademiche israeliane e le conferenze sponsorizzate dallo Stato di Israele
  • Boicottando i gruppi pro-Israele della NYU, Realize Israel e TorchPAC, non co-sponsorizzando eventi assieme a loro, così come boicottando, al di fuori dal campus, gruppi pro-Israele come Birthright-Taglit, StandWithUs, Christians United for Israel, Maccabee Task Force, Mosaic United, Organizzazione sionista d'America, Comitato d'azione politica di Israele, e la Lega anti-diffamazione
  • Sostenendo il movimento per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni
  • Invitando la NYU a disinvestire le sue partecipazioni da società e fondi complici dell'occupazione israeliana della Palestina
  • Impegnandosi a riconoscere con continuità la terra e la sovranità autoctone

* Questa risoluzione esemplificativa si basa in gran parte su una risoluzione del Consiglio degli studenti laureandi della CUNY (Università della città di New York, N.d.T.) "Risoluzione di adesione al boicottaggio delle istituzioni accademiche israeliane ", approvata nel 2016, compresi diversi paragrafi che utilizzano un linguaggio identico o quasi identico. Un elogio al DSC (Consiglio degli studenti laureandi N.d.T.) per il suo attivismo stellare e un ringraziamento a coloro che hanno collaborato alla loro risoluzione per le loro scrupolose ricerche e per l'impegno.

Fonte BNC
Traduzione di BDS Italia

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente