Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Quattro donne rovinano l’operazione di strategia della macchina di propaganda sionista a Milano, o meglio quel “tocco” di PINK-WASHING

Quando siamo arrivate davanti al teatro F. Parenti ad attenderci c’era un blindato posizionato all’entrata, altri agenti in borghese e si respirava un clima di attesa, ma una volta entrate lo spettacolo era il classico: signore della buona borghesia milanese imbellettate, esponenti del sionismo nostrani e diversi giovani e naturalmente il seguito di agenti che si sono distribuiti a lato della sala.

Ci siamo sedute nei posti esterni ed una compagna proprio in prima fila e quando è iniziata la “conferenza” ricca di esperti venuti da Israele, abbiamo ascoltato in silenzio la presentazione della migliore democrazia del mondo, della cattiveria della contestazione subita a Torino. Sempre in silenzio ci siamo alzate con dei cartelli (Basta rapina dell’acqua – basta rapina della terra – Diritto al ritorno – Basta colonie, ecc.) girando per la sala che conteneva un 70/80 spettatori e per circa tre quarti d’ora abbiamo continuato a girare con i cartelli, attaccandone anche un po’ nel corridoio laterale.

La rabbia si poteva toccare, uno dei responsabili faceva cenni di stare calmi e la Digos naturalmente seguiva il tutto. Poi siamo uscite, aspettando la fine della serata per distribuire i volantini il cui testo trovate allegato. Una di noi che si è attardata perché seduta in prima fila, ha subito il tentativo di strapparle i cartelli, ma alla fine urlando “Palestina libera – Gaza libera” è arrivata fuori dal teatro e lì lo show sionista è stato degno del solito copione.

Accanto alle urla “siete di Hamas”, siamo riusciti a dare solo tre volantini per evitare di farli strappare ed il livello delle loro motivazioni era talmente basso (riferimenti di tipo sessuale) che davvero non meritava risposte argomentate. Comunque la serata verrà ricordata ed abbiamo deciso di presentarci ogni volta che ci sarà un tentativo di qualsiasi genere di “ripulire” l’immagine della realtà sionista”

F.P. – Milano
 


GUARDA IL VIDEO:

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente