Israele

27
Nov 2014

La battaglia per Gerusalemme

Potrebbe essere l’ultima lotta palestinese prima che gli israeliani si impadroniscano definitivamente di Gerusalemme est, oppure la prima di uno scontro più ampio, scrive David Hearst

Essere un palestinese residente a Gerusalemme vuol dire soffrire di una condizione particolare di apolidia. Non sono né cittadini di Israele né della Palestina. Non possono votare. Non hanno un passaporto ufficiale e non possono attraversare liberamente le frontiere.

25
Nov 2014

Scrivi all'Onu: Non premiare Israele per il massacro di Gaza. #DontRewardIsrael

I donatori internazionali si sono impegnati per 5,4 miliardi di dollari per la ricostruzione di Gaza dopo l’assalto israeliano durato 50 giorni la scorsa estate che ha ucciso 2.254 palestinesi, tra cui 538 bambini, e ha causato una enorme distruzione.

Recenti studi dimostrano però che almeno il 45% degli aiuti promessi dai donatori internazionali andrà all'economia israeliana. Le aziende israeliane vedono l'assedio israeliano di Gaza come un'opportunità per trarre profitto, sfruttando il mercato prigioniero di Gaza. Le aziende che sono in coda per incassare i profitti attraverso la fornitura di materiali per la ricostruzione di Gaza sono criminali aziendali.

24
Nov 2014

Israele approva il disegno di legge per uno "Stato ebraico" ed avvia il diritto di revoca della cittadinanza ai non ebrei

Secondo una proposta approvata domenica dal governo israeliano, Israele non sarà più definito nelle sue leggi di base come "ebraico e democratico" ma come "la patria nazionale del popolo ebraico", in mezzo a crescenti violenze e discriminazioni contro i palestinesi con cittadinanza israeliana e contro i beduini nella Palestina occupata.

I media israeliani hanno riferito che domenica, dopo una burrascosa riunione, il gabinetto ha votato 14 a 6 a favore della proposta di legge che vede Israele come patria nazionale del popolo ebraico, con i ministri dei due partiti centristi che hanno espresso voto contrario. "Il gabinetto ha approvato oggi un disegno di legge di base: Israele è lo stato nazionale del popolo ebraico", una dichiarazione del Likud, di cui uno dei deputati ne è stato un sostenitore.

24
Nov 2014

Che fine hanno fatto le sanzioni dell'Unione europea contro Israele?

Il movimento BDS è destinato a crescere se l'Unione europea non imporrà sanzioni a Israele

Il giornale israeliano Haaretz ha recentemente riportato la notizia dell'esistenza di una bozza di documento interno dell'Unione europea che proporrebbe sanzioni contro Israele nel caso il suo Governo continuasse a compiere azioni tali da rendere impossibile la soluzione dei due stati. L'annuncio ha avuto immediata ed ampia risonanza sui social media, interpretato come un segnale del fatto che l'UE ne aveva abbastanza dell'intransigenza israeliana.