Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Fouad in visita in Russia: i palestinesi sono pronti per una terza Intifada

Il compagno Abu Ahmad Fuoad, vice segretario generale del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, venerdì 20 Marzo a Mosca ha dichiarato che la Palestina è pronta per una terza rivolta, o Intifada, contro l'occupazione israeliana.

"Una terza intifada certamente ci sarà. Il popolo palestinese è pronto per una rivolta di questa portata. La maggior parte dei leader delle forze pensa che dobbiamo utilizzare la resistenza armata alla nostra portata", ha affermato Ahmad Fouad, del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina durante una conferenza stampa tenutasi presso il Rossiya Segodnya - Agenzia internazionale per l'informazione.

Fouad ha parlato durante la visita in Russia, dove ha incontrato il ministro degli Esteri russo Mikhail Bogdanov insieme al compagno Maher al-Taher, membro dell'Ufficio Politico del FPLP. Nel corso della riunione, la delegazione del Fronte ha sottolineato che il cosiddetto "processo di pace" è solo uno stratagemma statunitense-sionista volto a guadagnare tempo per ampliare gli insediamenti e consolidare il controllo su tutta la terra di Palestina. "I risultati delle elezioni israeliane mostrano che lo stato sionista si sta muovendo sempre di più verso l’estremismo e il razzismo", ha dichiarato Fuad.

Bogdanov ha espresso il suo appoggio e il sostegno della Russia per la lotta del popolo palestinese per i propri diritti nazionali, affermando che la Russia sosterrà il dialogo interno palestinese per l'unità nazionale e prenderà una posizione chiara in difesa dei diritti dei palestinesi, alla libertà e all'autodeterminazione all’interno dei meccanismi e organismi internazionali.

È anche previsto che la delegazione del Fronte abbia un incontro con Vitaly Naumkin, direttore dell'Istituto di Studi Orientali di Mosca, così come con un certo numero di forze politiche russe.
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

User login