Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Indignato per i crimini dell'apartheid israeliano contro i palestinesi? Ecco 5 cose che puoi fare

In molti paesi, i governi e le imprese sono profondamente complici del regime israeliano di occupazione militare, colonialismo di insediamento e apartheid vecchio di decenni, proprio come erano complici del regime di apartheid in Sud Africa. Israele può sostenere questo regime di oppressione solo con complicità internazionale.

Ecco le 5 cose più efficaci che TU puoi fare per sfidare questa complicità e sostenere la lotta palestinese per la libertà, la giustizia e l'uguaglianza:

1. Lavorare con reti progressiste per esercitare pressioni sul parlamento e sul governo per (a) porre fine a tutta la cooperazione e il commercio militare e sulla sicurezza (finanziamento militare nel caso degli Stati Uniti) con l’Israele dell’apartheid e regimi di oppressione similmente criminali in tutto il mondo, (b) mettere al bando tutti i beni / servizi delle imprese che operano negli insediamenti coloniali illegali di Israele e (c) richiedere un'indagine delle Nazioni Unite sull'apartheid israeliana.

2. Mobilitare la pressione nella tua comunità, sindacato, associazione, chiesa, social network, sindacato studentesco, consiglio comunale, centro culturale o altra organizzazione per dichiararla una Apartheid Free Zone (AFZ) (Spazi Liberi dall’apartheid Israeliana #SPLAI, in Italia, N.d.T.) ponendo fine a tutte le relazioni con l'apartheid israeliana e le aziende che sono complici del suo sistema di oppressione.

3. Boicottare prodotti / servizi delle e/o mobilitare pressioni istituzionali per disinvestire da, società e banche israeliane e internazionali che sono complici di crimini di guerra israeliani e crimini contro l'umanità. Queste includono tutte le banche israeliane (Leumi, Hapoalim, ecc.) e le principali multinazionali come: Elbit Systems, HP, G4S/Allied Universal, AXA, CAF, PUMA, Caterpillar, General Mills / Pillsbury, Hyundai Heavy Industries, JCB, Volvo, Barclays Bank, Alstom, Motorola Solutions e CEMEX.

4. Annullare tutti gli impegni accademici, culturali, sportivi e turistici in Israele o supportati/sponsorizzati da Israele (o dai suoi gruppi di pressione e dalle istituzioni complici).

5. Unirti a una campagna BDS o a un gruppo strategico di solidarietà con la Palestina vicino a te per agire collettivamente ed efficacemente.

Canalizza la tua rabbia e mobilitati per smantellare l'apartheid e tutte le forme di razzismo e oppressione.
 


Fonte: BNC
Traduzione di BDS Italia
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

User login