Apartheid israeliana

I sindaci di Bologna e Palermo si ritirano da un vertice volto a difendere Israele dalle critiche

I sindaci Virginio Merola di Bologna e Leoluca Orlando di Palermo hanno ritirato la loro partecipazione ad un incontro internazionale tra sindaci volto a difendere Israele dalle critiche alle sue violazioni dei diritti umani dei palestinesi e del diritto internazionale.

Libertà per gli studenti e le studentesse palestinesi

Noi, organizzazioni firmatarie, uniamo le nostre voci in questo appello mondiale per rivendicare la liberazione immediata degli studenti palestinesi prigionieri, la tutela del loro diritto all’educazione, all’espressione e all’impegno politico cosí come il loro diritto a determinare il loro avvenire. L’occupazione israeliana ha preso di mira gli studenti palestinesi, soprattutto il movimento studentesco palestinese e le organizzazioni studentesche palestinesi, attraverso una severa repressione oltre alle detenzioni politiche e incarcerazioni.

L'ANTISIONISMO NON SI PROCESSA!

Oggi, lunedì 11 Gennaio 2021, a Milano inizia il processo ai/alle compagni/e solidali con il popolo palestinese. Così come negli Usa e in molti paesi europei, dove la critica a Israele è già reato, contestare l'entità sionista e le sue politiche significa essere fermati, denunciati, processati.

Puma sostituisce un distributore israeliano complice con un altro

Puma apparentemente ha cercato di liberarsi di parte della sua complicità con le violazioni del diritto internazionale da parte di Israele, ma non ci è riuscito. Puma dovrebbe concentrarsi sulla fine di ogni complicità nelle violazioni israeliane dei diritti dei palestinesi, non sulla limitazione dei danni e sulle campagne di pubbliche relazioni.

Mentre il boicottaggio globale di Puma per il suo sostegno agli insediamenti israeliani illegali su terreni palestinesi rubati continua a crescere, Puma ha intensificato la sua campagna di disinformazione per allontanare le critiche.

Pages

Subscribe to RSS - Apartheid israeliana

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

User login