Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

NEWS

Le unioni e organizzazioni palestinesi in Europa chiedono all’UE una posizione chiara riguardo all’annessione

Le comunità e le organizzazioni palestinesi in Europa, vista la decisione del governo d’occupazione israeliano di annettere la Valle del Giordano e le regioni settentrionali del Mar Morto dall’inizio del prossimo luglio, e in vista del completamento dell’attuazione delle disposizioni del cosiddetto “Accordo del Secolo”, volto a liquidare definitivamente i diritti del popolo palestinese, si sono riunite per discutere i metodi d’azione per resistere all’attacco sionista e statunitense. Il comunicato dei palestinesi europei invita l’Unione Europea a “prendere una posizione chiara contro questa ulteriore annessione che costituisce una violazione delle leggi internazionali”.

Territori occupati: 1 luglio 'giornata di collera' contro annessioni

Le fazioni palestinesi della Striscia di Gaza, controllata da Hamas, hanno indetto per mercoledì 1 luglio una "giornata di rabbia" contro i piani di Tel Aviv di annettere parti della Cisgiordania.

ARRESTATA LAYAN KAYED, STUDENTESSA DI BIR ZEIT

Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato Layan Kayed, 22 anni, studentessa di Nablus e membro del corpo di attivisti dell’università di Bir Zeit mentre viaggiava a Ramallah con sua madre lunedì 8 giugno 2020. Layan Kayed è solo l’ultima delle 80 studentesse e studenti universitari di Bir Zeit finiti nelle carceri di sicurezza israeliane.

La società civile palestinese chiede sanzioni per fermare l'annessione

La società civile palestinese chiede misure efficaci da parte di tutti gli Stati per fermare l'annessione illegale della Cisgiordania occupata e le gravi violazioni dei diritti umani da parte di Israele.

  • Mettere al bando il commercio di armi e la cooperazione nel settore militare e della sicurezza con Israele.
  • Sospendere gli accordi di libero scambio con Israele.
  • Proibire qualsiasi commercio con le colonie illegali israeliane e assicurare che le aziende evitino / terminino affari con il progetto coloniale illegale di Israele.
  • Garantire che gli individui e le imprese responsabili di crimini di guerra / crimini contro l'umanità nel contesto del regime israeliano di occupazione illegale e di apartheid siano assicurati alla giustizia.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente