Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

NEWS

I leader del FPLP nelle prigioni sioniste trasferiti in diverse prigioni ed in isolamento

I principali prigionieri palestinesi del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina sono stati trasferiti lo scorso mercoledì 29 agosto in diverse occasioni dopo aver rilasciato alcune dichiarazioni politiche pubbliche, mentre nella prigione di Megiddo è aumentata la tensione tra i prigionieri politici palestinesi e l'amministrazione carceraria dell’occupazione israeliana.

Ahed Abu Ghoulmeh è stato improvvisamente trasferito dalla prigione di Hadarim alla prigione di Ramon, mentre Wael Jaghoub è stato trasferito alla prigione di Gilboa. Mohammed Musa Abu Khdeir è stato trasferito dalla prigione di Nafha a quella di Ramon. Inoltre, secondo il Centro Handala per i prigionieri e gli ex prigionieri, tutti i leader del FPLP nel carcere di Megiddo sono stati segregati nelle celle di isolamento a seguito delle proteste all'interno della prigione contro le pessime condizioni e le continue violazioni dei loro diritti.

Uccisi da un bombardamento israeliano due giovani compagni del FPLP

Ayman al-Najjar e Muhannad Hammuda, rispettivamente 24 e 25 anni, assassinati dall'esercito di occupazione nel campo profughi di Jabalia (a nord della striscia di Gaza) la mattina presto del 29 luglio 2018. Entrambi membri del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina.

I martiri non muoiono mai! Viva la resistenza palestinese!

Calorosa accoglienza per Ahed e Nariman Tamimi al loro rilascio dalla prigione israeliana

La diciassettenne adolescente palestinese Ahed Tamimi  e sua madre, Nariman Tamimi, sono state rilasciate dalle prigioni di occupazione israeliane la mattina di domenica 29 luglio 2018 dopo aver scontato otto mesi di detenzione in carcere.

Ahed e sua madre erano state arrestate il 19 dicembre 2017, dopo che un video di Ahed, in cui affrontava i soldati di occupazione nella terra della propria famiglia nel villaggio di Nabi Saleh, compresa la scena dello schiaffo a un soldato, era diventato virale sui social media.

Freedom Flotilla lascia Palermo per rompere il blocco illegale israeliano di Gaza

Comunicato stampa del 23 luglio 2018

Tre barche navigano con scorte di medicinali: Al Awda (The Return), un grande peschereccio convertito; Freedom, una grande nave a vela; e Falestine, una nave a vela più piccola. Una quarta barca, Mairead, non salperà in questo momento. Un altro porto siciliano, Messina, ha aperto le sue braccia alla Flotilla come al solito con una serie di meravigliosi eventi comunitari, e siamo grati per la loro solidarietà.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente