Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

NEWS

Amnesty: "Il trasferimento forzato di beduini è un crimine di guerra israeliano"

Betlemme Mercoledì scorso, Amnesty International (AI) ha chiesto a Israele di fermare il piano di trasferimento forzato di circa 2.300 beduini residenti da al-Quds (Gerusalemme).

Ann Harrison, direttrice ad Interim per il Medio Oriente e il Nord Africa, ha affermato che “migliaia di beduini residenti in alcune delle aree più vulnerabili della Cisgiordania, assistono alla distruzione delle abitazioni e dei mezzi di sostentamento causati dal piano militare israeliano.

“Molti sono registrati come rifugiati e alcuni hanno già subito trasferimenti forzati in passato”.

Manifestazione non-violenta a Kfar Qaddoum repressa dai militari di Israel

Ramallah Nuovi feriti e intossicati nelle manifestazioni non-violente, ieri, in Cisgiordania: a Kfar Qaddoum (Qalqiliya), i palestinesi hanno sfilato contro la colonizzazione e per la riapertura della strada principale d’ingresso alla comunità.

Murad Ishtawi, coordinatore del Comitato popolare di villaggio, ha parlato di decine di feriti tra connazionali e internazionali, tra cui anche numerosi giornalisti – una di nazionalità francese -, e il corrispondente di un’emittente televisiva locale.

La loro marcia è partita dopo l’orario di preghiera del venerdì, e si è spinta fino al cancello che serra la strada in questione. I manifestanti hanno cantato slogan contro l’occupazione israeliana.

“Non appena siamo giunti davanti al cancello, i militari d’occupazione, pronti in assetto antisommossa, hanno lanciato contro di noi gas lacrimogeni”, riferisce Ishtawi.

Arcivescovo di Sebastia: "Israele sta falsificando la storia di Gerusalemme"

Nablus – L’arcivescovo della chiesa ortodossa di Sebastia, ‘Atallah Hanna, ha denunciato la campagna di disinformazione condotta dalle istituzioni dell’occupazione israeliana a discredito dell’identità storico-culturale di città palestinesi come Betlemme e Gerusalemme.

“Si tratta di un argomento molto serio – ha commentato al riguardo l’arcivescovo -, e invito tutti gli esponenti delle chiese cristiane in Terra Santa a prenderne atto, condannando l’inganno israeliano, condotto unicamente a scopi politici e praticato con mezzi razzisti”.

La guerra contro la Siria è già cominciata?

dichiarazione di Fausto Sorini,  segreteria nazionale del PdCI, Responsabile esteri

Secondo fonti militari israeliane, citate dai media del loro Paese, unità delle forze speciali del Qatar e del Regno Unito – con il sostegno logistico degli Stati Uniti - sarebbero già entrate illegalmente in Siria, violando la sovranità del Paese e senza alcun mandato delle Nazioni Unite: anzi, in aperta violazione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu che, grazie al veto di Russia e Cina, ha bloccato il tentativo di Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna - con l'aperto e gravissimo sostegno del governo italiano - di dare una copertura legale Onu all'aggressione imperialista in corso contro il legittimo governo della Siria.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente