Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

NEWS

attacco sulla Striscia di Gaza, 3 febbraio 2012

Venerdì notte, 3 febbraio 2012, l'aviazione militare israeliana ha lanciato un'incursione lungo tutta la Striscia di Gaza, colpendo a sud Shouka (Rafah) e Khan Younis, a centro nella zona di Nuseirat e a nord di Gaza, in Jabalia e Beit Lahiya. Tre i feriti in Beit Lahiya, tra cui due bambini, diversi traumatizzati e molti edifici danneggiati.

Siamo andati in Beit Lahiya per fare visita alle famiglie coinvolte nell'attacco. L'edificio colpito è un negozio, probabilmente un negozio di alimentari. E' completamente in pezzi. Una parete rimasta in piedi è inclinata e quasi sta cedendo. Macerie, mattoni sparsi, un frigo per gelati, un armadietto aperto e scaffali riversati a terra insieme a bibite, frutta secca, buste di patatine e merendine.

...AUGURI VINCITORE!

 

Sono un guerriero,
nato guerriero,
moriro’ guerriero.
Paradossalmente, nella mia arena,
sto meglio di ieri.
L’adrenalina circola nel mio sangue caldo,
fumo la pipa dinnanzi ad un cielo di piombo
e attendo il mio destino.
Pronto.
Habibti,
qui si nasce e si vive in catene,
ma si muore liberi.
 
                                                                   Vik

 

 

Un vincitore è un sognatore che non ha mai smesso di sognare.

Vittorio Arrigoni, un vincitore!

 


 

Dura repressione israeliana della resistenza non-violenta. Ferita al capo una francese

CisgiordaniaSono stati particolarmente duri gli scontri, nelle manifestazioni di ieri, tra dimostranti e soldati d’occupazione israeliani nella Cisgiordania occupata.

Teatro degli scontri sono stati Bil’in e Kafr Qaddoum.

Nel comunicato proveniente da Bi’lin si legge: “I militari israeliani hanno usato manganelli, proiettili, gas lacrimogeni, bombe assordanti, e cannoni ad acqua mescolata con sostanze chimiche.

Come risultato, decine di manifestanti sono stati feriti e altrettanti sono rimasti intossicati, tra questi vi sono diversi casi gravi.

Oltre all’opposizione a Muro d’Apartheid e insediamenti israeliani in terra palestinese, i manifestanti ieri hanno gridato slogan per “l’unità nazionale, la resistenza contro l’occupazione israeliana, la liberazione di tutti i detenuti palestinesi e la liberazione della terra”.

Ma ieri si è marciato anche in solidarietà con Khader ‘Adnan, leader del Jihad Islamico detenuto da Israele in sciopero della fame da quasi due mesi, la cui vita “è piena responsabilità di Israele”, hanno giridato i presenti.

Alcuni pneumatici sono stati incendiati nei pressi del Muro d’Apartheid.

Sicurezza dell’Anp libera 63 detenuti politici di Hamas

RamallahDal Comitato delle Libertà, organo costituito a ridosso della riconciliazione palestinese, Khalil ‘Assaf ha comunicato l’avvenuto rilascio di 63 cittadini, tra affiliati e semplici sostenitori di Hamas, da parte degli apparati di sicurezza dell’Autorità palestinese (Anp) in Cisgiordania.

La loro liberazione è avvenuta ieri notte.

‘Assaf ha rassicurato di aver ricevuto dal leader di Fatah, ‘Azzam al-Ahmed in persona, la lista dei 63 detenuti politici rilasciati.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente