Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

NEWS

Scontri al Deisha Camp

Da oggi pomeriggio, al Deisha Camp, sono in atto degli scontri tra i ragazzi palestinesi e la polizia dell'autorità.

I giovani sono scesi in strada per manifestare contro gli accordi che i corrotti dell'anp perseverano prepotentemente nel portare avanti con lo stato sionista, senza il volere popolare.

La polizia è intervenuta per impedire la protesta e sono iniziati gli scontri: una guerrillia tra i giovani manifestanti e l'esercito dell'autorità palestinese. il bilancio è di un poliziotto morto ed altri 40 feriti. Ce ne sono altrettanti tra i giovani, che per paura di essere arrestati non si sono recati negli ospedali pur essendo gravemente feriti, preferendo un soccorso medico anche meno efficace in una clinica del campo. a questo punto la polizia ha fatto irruzione all'interno della clinica per individuare i ragazzi feriti. Dopo una serie di spari e tra lo spavento generale, anche tra i medici, arriva la notizia della morte di uno dei poliziotti precedentemente feriti.

Solidarity statement on the passing of Al-Hakim, Dr. George Habash

The Popular Front for the Liberation of Palestine received the following solidarity statement from the Coordinadora Guevarista por la Unidad de los Revolucionarios on January 22, 2012, commemorating the fourth anniversary of the passing of Al-Hakim, Dr. George Habash, the founder of the Arab Nationalist Movement and the Popular Front for the Liberation of Palestine:

 

“There are men who struggle for a day and they are good.
There are men who struggle for a year and they are better.
There are men who struggle many years, and they are better still.
But there are those who struggle all their lives:
These are the indispensable ones”
(Bertolt Brecht, “Praise of the fighters”)

 

Il PFLP chiede giustizia, nell’anniversario del rapimento di Sa’adat

Nel decimo anniversario del rapimento del segretario generale Ahmad Sa’adat, da parte dei servizi di sicurezza dell’Autorità Palestinese, il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha chiesto all’Autorità Nazionale di porre fine al suo ruolo di repressione verso il popolo palestinese, ed invece di supportare il popolo palestinese e la sua lotta.

Il PFLP ha inoltre fatto appello per una manifestazione a Ramallah il 21 gennaio 2011 al Cultural Palace per ricordare l’evento e per alzare le insegne della libertà per Ahmad Sa’adat e i suoi compagni. L’AP ha rapito il Segretario Generale Sa’adat il 15 gennaio 2002, in seguito all’assassinio del noto ministro del turismo razzista, capo del partito Moledet, Rehavam Ze’evi, da parte di combattenti del PFLP per vendicare l’assassinio del segretario Generale del PFLP Abu Ali Mustafa il 29 agosto 2001; il rapimento di Sa’adat è avvenuto su richiesta di Washington e Tel Aviv.

In un comunicato scritto in occasione dell’anniversario il Fronte ha affermato che questa doloroso anniversario mostra l’utilizzo servile delle agenzie di sicurezza palestinese e delle agenzie dell’autorità nelle politiche e nelle pratiche che minano e attaccano direttamente la lotta e la resistenza del popolo palestinese.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente