Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

NEWS

Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato il compagno Nizar Issa Qaddoumi, studente presso l'università Kadoorie

Le forze di occupazione israeliane hanno appena rapito Nizar Issa Qaddoumi, 26 anni, l'ultimo studente palestinese ad essere sequestrato dalle forze di occupazione in un rapimento violento mentre lavorava presso il distributore di benzina Al-Natour a Tulkarem. Nizar è uno studente presso la Kadoorie - Università Tecnica Palestina.

Nel video, qui sotto, le forze di occupazione israeliane, guidano un furgone civile e indossando abiti civili, guidano verso il distributore di benzina, e quando Nizar si avvicina a loro per il servizio, escono dal furgone, lo attaccano e lo afferrano, lo picchiano per il testa mentre brandizza le pistole, presumibilmente verso i colleghi palestinesi di Nizar. Costringono Nizar nel retro del furgone e si allontanano verso una location sconosciuta - un altro esempio delle ingiustizie quotidiane e della violenza imposte alla vita palestinese dal colonialismo israeliano.

#Action4Return 18-26 settembre. Ritorno dei palestinesi e diritti dei rifugiati: affrontare la normalizzazione, verso la liberazione

L’appello dei rifugiati palestinesi: “Noi non dimenticheremo – abbiamo dei diritti e vogliamo tornare!”

Invito mobilitazione 18-26 settembre 2020

Ricordando l’anniversario dei massacri di Sabra e Shatila, dal 18 al 26 Settembre, invitiamo ad un’azione globale per i diritti dei rifugiati palestinesi e per la liberazione della Palestina. Questi giorni di manifestazione hanno come obbiettivo la protezione del diritto dei rifugiati Palestinesi a tornare alle loro case in Palestina, tramite uno sforzo condiviso ed una partecipazione popolare unita, per contestare la normalizzazione e tutti i tentativi di mettere a tacere la causa Palestinese.

Vittoria in tribunale per i 3 di Humboldt e per la Palestina

Majed Abusalama dei 3 di Humboldt: “Lo Stato tedesco ha mancato di umanità verso la Palestina”

Il movimento di solidarietà con la Palestina nel mondo sta crescendo. Così come la pressione esercitata contro di esso da gruppi di lobby ed organizzazioni pro-Israele; alcune sponsorizzate dallo stesso governo d’Israele.

#FreeMahmoud: Mahmoud Nawajaa è libero!

Grazie alla forte pressione internazionale, Mahmoud Nawajaa, difensore dei diritti umani palestinese e coordinatore del movimento BDS, è stato rilasciato dopo essere stato trattenuto senza accuse da Israele per 19 giorni.

17 agosto 2020 - Oggi, il difensore dei diritti umani palestinese e coordinatore del BDS Mahmoud Nawajaa è stato rilasciato da un tribunale militare israeliano, dopo 19 giorni di detenzione illegale senza accuse. Dal moment del suo arresto il 30 luglio, la sicurezza interna israeliana Shin Bet non ha presentato alcuna accusa formale contro di lui. 

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente