blog di admin

COMUNICATO CONGIUNTO: Salviamo dal trasferimento forzato le famiglie di Gerusalemme

Memorandum sul quartiere di Sheikh Jarrah: Salviamo dal trasferimento forzato le famiglie del quartiere di Sheikh Jarrah di Gerusalemme minacciate di espulsione

In attuazione della decisione del governo israeliano sull’annessione delle terre palestinesi nella Cisgiordania occupata, la Corte Suprema israeliana ha emesso un ordine di deportazione dei residenti del quartiere di Sheikh Jarrah di Gerusalemme per procedere con la demolizione delle loro case, nonostante le famiglie possiedano i documenti che confermano la loro proprietà. Nonostante ciò il governo di occupazione vuole continuare a “giudaizzare” Gerusalemme sostenendo che la terra fosse di proprietà degli ebrei prima del 1948.

Grandi forze di polizia israeliane fanno irruzione nella moschea di Al-Aqsa, attaccano i fedeli; riportate lesioni

Una grande forza di polizia israeliana ha fatto irruzione questa mattina nella moschea di Al-Aqsa nella città vecchia di Gerusalemme e ha attaccato i fedeli palestinesi, secondo i testimoni.

Hanno detto che le forze hanno sparato proiettili di metallo rivestiti di gomma e bombolette di gas lacrimogeni contro i fedeli causando diversi casi di feriti.

Le confische di case palestinesi incendiano Gerusalemme

Territori occupati. La Corte suprema deciderà lunedì sul ricorso presentato contro l'assegnazione delle abitazioni di Sheikh Jarrah ai coloni israeliani. Da giorni i palestinesi difendono il loro quartiere. In piazza anche attivisti ebrei anti-occupazione

«È snervante, peggiora ogni giorno di più. Ieri (giovedì, ndr) è venuto a Sheikh Jarrah anche (il deputato dell’estrema destra israeliana) Itamar ben Gvir. Voleva aprire un suo ufficio proprio qui, in mezzo a noi, sotto una tenda montata di fronte alle nostre case, per provocarci. I nostri giovani l’hanno allontanato». Volto stanco, incollata al telefono, Mona al Kurd è stata in questi giorni una delle voci della protesta delle famiglie di Sheikh Jarrah minacciate di essere cacciate via dalle loro case – «sfrattate» come se fossero inquilini morosi, scrive una nota agenzia di stampa italiana – costruite su terreni che prima del 1948 appartenevano ad ebrei. Terreni acquistati dalla compagnia Nahalat Shimon, legata movimento dei coloni, che vuole lo sgombero di 28 case abitate da palestinesi sin dal 1956, per consegnarle a famiglie israeliane desiderose di «redimere» la parte araba di Gerusalemme. «Quattro famiglie rischiano già questo mese di ritrovarsi in strada, siamo nelle mani dei giudici israeliani che sinora hanno fatto solo gli interessi dei coloni» spiega Yacoub Abu Arafeh, un altro portavoce della protesta. Lunedì la Corte Suprema israeliana dovrebbe far conoscere le sue decisioni. «Non riesco ad immaginare di poter perdere la casa, sarebbe la fine della memoria della mia famiglia», aggiunge Mona al Kurd.

Un deputato LREM chiede lo scioglimento del Collettivo Palestine Vaincra a Gérald Darmanin

Martedì 23 marzo, il deputato della LREM (La République en Marache, partito di Macron N.d.T.) Patrice Perrot ha rivolto un’interrogazione parlamentare a Gérald Darmanin, ministro dell’Interno, per chiedere lo scioglimento del Collettivo Palestine Vaincra. In un testo profondamente calunnioso e mendace, che si basa sulla recente designazione della rete Samidoun (di cui il collettivo è membro) come organizzazione “terrorista” da parte di Israele per chiedere il divieto del nostro collettivo. La sua richiesta è il copia e incolla di un comunicato della lobby di estrema destra NGO Monitor che mira a combattere il movimento di solidarietà con la Palestina in tutto il mondo.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog di admin

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente