blog di admin

Sul corteo del 25 novembre per la Palestina a Milano

Il 25 novembre 2018 arriva dopo oltre 70 anni di vile occupazione della Palestina da parte del sionismo. Innumerevoli sono state le stragi delle sue bande terroriste (in passato Irgun e Haganah, oggi Mossad e IDF) contro il popolo palestinese.

Ilan Pappè (uno storico e accademico israeliano, intellettuale e studioso socialista, ebreo e anti-sionista), non a caso, ha scritto un libro: “la Pulizia Etnica della Palestina”. Ma ignoranza e malafede fan finta di nulla.

Comunicato delle Brigate Abu Ali Mustafa a seguito delle uccisioni sioniste a Gaza

Le Brigate Abu Ali Mustafa, braccio armato del FPLP, salutano le masse popolari che resistono alla criminale occupazione sionista fianco a fianco alle nostre coraggiose forze di resistenza.

Un omaggio ai martiri della Resistenza del nostro popolo e ai combattenti delle Brigate Mohammad al-Tatari, Mohammad Odeh e Khaled Sultan caduti durante quest’aggressione. Onore ai combattenti delle Brigate che hanno coraggiosamente partecipato alle operazioni per respingere l’aggressione sionista.

Incursione israeliana a Gaza. 7 palestinesi uccisi

Una notte molto lunga nella Striscia di Gaza dopo che, qualche ora fa, un blitz delle forze armate israeliane a Khan Yunis ha portato all’uccisione di 6 palestinesi (2 erano leader delle “Brigate al-Qassam”, il braccio armato di Hamas). L’unità israeliana, inseguita dalle fazioni palestinesi, sarebbe riuscita a darsi alla fuga grazie ai pesanti bombardamenti nell’area da parte dell’aviazione di Tel Aviv. In conseguenza delle notizie che giungono dalla Striscia, il premier israeliano Netanyahu ha accorciato la visita a Parigi ed è già di ritorno in Israele.

In questo momento almeno 30 razzi sono stati lanciati dalla Striscia in territorio israeliano in risposta all’aggressione israeliana. Se Israele voleva trovare un pretesto per avviare un’offensiva più ampia nel piccolo lembo di terra palestinese assediato da Tel Aviv da 11 anni – da tempo lo promette il ministro alla difesa istigato anche dalle critiche di “debolezza” rivoltegli dal ministro dell’educazione – con l’operazione militare sotto copertura di stasera ha fatto un passo molto pericoloso in avanti.

Un saluto al compagno Enzo Apicella

Abbiamo conosciuto Enzo sui sentieri della solidarietà verso la resistenza palestinese, senza se, senza ma.

Enzo ci è stato subito vicino donandoci disponibilità, presenza e suoi lavori, senza nulla chiedere. Tra noi è nata fin da subito una relazione piena, avevamo lo stesso obiettivo.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog di admin

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente