blog di admin

Detenuto palestinese muore in isolamento nella prigione israeliana di Nitzan

La Palestinian Prisoners ‘Society (PPS) ha riferito martedì che un detenuto palestinese della città di Beit Fajjar, a sud della città di Betlemme, in Cisgiordania, è morto in isolamento nella prigione israeliana di Nitzan.

La PPS ha detto che il detenuto, Nasser Majed Taqatqa, 31 anni, è stato arrestato dai soldati israeliani il 19 giugno 2019 ed è stato interrogato da allora. Questo era il suo primo arresto da parte dell’esercito.

Per non dimenticare l'8 luglio del 2014

L'8 luglio del 2014 Israele dava inizio all'ennesima operazione criminale denominata “Protective Edge”, bombardando tutta la Striscia di Gaza fino al 26 agosto.

I numeri della strage:

11 prigionieri palestinesi in sciopero della fame contro la detenzione amministrativa, appello per la solidarietà e l’azione

Altri tre prigionieri palestinesi hanno lanciato uno sciopero della fame il 1 ° luglio 2019, unendosi ad altri otto che già rifiutano i pasti in segno di protesta. Mohammed Nidal Abu Aker e Mohammed Attia Hassanat, entrambi del campo profughi di Dheisheh vicino a Betlemme, e Huzaifa Halabiya di Abu Dis a Gerusalemme hanno iniziato uno sciopero della fame contro la loro detenzione amministrativa in Israele, la reclusione senza accusa né processo. Tutti e tre sono detenuti nella prigione del deserto del Negev senza accuse e senza processo, sulla base di prove segrete.

Si uniscono così a molti altri prigionieri palestinesi  in sciopero della fame contro la detenzione amministrativa. Jafar Ezzedine, 48 anni, ex scioperante della fame di lungo corso, e Ihsan Othman, 21 anni, hanno iniziato lo sciopero della fame il 16 giugno e il 18 giugno. Ezzedine ha lanciato il suo sciopero dopo che avrebbe dovuto essere rilasciato da una condanna di cinque mesi nel carcere israeliano, ma è stato invece trasferito in altro carcere senza accusa né processo; Othman ha cominciato il suo sciopero due giorni dopo. Studente dell’Università Al-Quds, la sua reiterata detenzione gli ha impedito di laurearsi.

02 agosto 1980, Bologna: la strage è di stato, manovali i fascisti

Come ogni anno, da molto tempo, a ridosso del 2 agosto (strage di Bologna) parte una campagna di denigrazione contro i palestinesi e a sostegno dei due fascisti condannati definitivamente per la strage, in cui furono ammazzate 85 persone.

Alcune “coincidenze”

La prima è quella appena detta, ovvero che ogni anno puntuali spuntano “nuove rivelazioni”.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog di admin

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente