Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

ARTICOLI

Refugees and internally displaced persons (IDPs) have the right to assistance and protection. International assistance and protections are required when national authorities are unable or unwilling to act on their obligations. The right of refugees and the obligations of states are set out in the 1951 Refugee Convention.

Assistance includes provision of food, shelter, health and education. Protection activities include ensuring asylum, securing basic human rights, provision of travel documents, and facilitating voluntary durable solutions (repatriation, resettlement, and integration).

Palestinian refugees and internally displaced Palestinians (IDPs) represent the largest and longest-standing case of forced displacement in the world today. On the 60th anniversary of the Nakba (or ‘Catastrophe’), the destruction of Palestine and the massive displacement of Palestinians by Israel in 1948, two out of every five refugees in the world are Palestinian.

Intervista ad un compagno (PFLP) del campo profughi di Deisha

Intervista ad un portavoce del

Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina

 

Abu M è un militante di lungo corso del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina; ha 42 anni e di questi 11 ne ha trascorsi nelle prigioni israeliane. E’ stato arrestato 15 volte.

Lo abbiamo incontrato al campo profughi di Dheisheh e abbiamo parlato con lui dell’attuale situazione politica palestinese e del ruolo del FPLP in questa fase.

20/10/11, Betlemme

Qui di seguito la trascrizione dell’intervista:

All’indomani della conclusione della prima fase del rilascio di prigionieri che giudizio date dell’accordo di scambio raggiunto da Hamas e lo Stato sionista?

La liberazione anche di un solo prigioniero palestinese è già di per sé una vittoria.

I rifugiati e le persone internamente dislocate hanno il diritto di essere assistiti e protetti. L’assistenza da parte di entità internazionali è richiesta qualora le autorità nazionali siano incapaci o refrattarie rispetto alla necessità di rispondere ai propri obblighi. Il diritto dei rifugiati e gli obblighi degli stati rispetto ad esso sono stabiliti nella Convenzione dei Rifugiati del 1951.

Assistenza include approvvigionamento di cibo, rifugi, servizi sanitari ed educativi. Il diritto d’asilo deve essere assicurato, così come i diritti umani elementari, i documenti di viaggio e la facilitazione di soluzioni durevoli (rimpatrio, reinsediamento ed integrazione).

Il rimpatrio è l’unica soluzione che corrisponde anche ad un diritto. Tutte le persone dislocate in seguito a violazioni del diritto internazionale e in seguito a crimini di guerra hanno il diritto alla ricompensa per tali violazioni subite. Il rimpatrio è anche contemplato nel Diritto sulla Responsabilità degli Stati.

Pagine

Subscribe to RSS - ARTICOLI

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente