Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

ARTICOLI

I cileni palestinesizzati si ribellano contro il loro governo “israelizzato”

Guardando il presidente cileno Sebastián Pinera reprimere brutalmente i manifestanti nella capitale Santiago, comincio a ricordare le riflessioni degli attivisti israeliani e dell’autore Jeff Halper. Nel suo libro del 2015, “War Against the People”, l’ex direttore del Israel Committee Against House Demolitions, ha suggerito che le persone in tutto il mondo che esercitano il loro diritto democratico di sfidare il malgoverno dei loro paesi stavano diventando “palestinesizzati” e i governanti stavano diventando ” Israelizzati”.

La tesi di Halper, che ora sembra più rilevante che mai, dato che tante popolazioni inquiete nei continenti mettono in discussione le politiche dei loro governi, ha avanzato l’idea che il nostro pianeta sia entrato in una fase di “emergenza permanente”. Secondo Halper, l’attuale sistema capitalista globale è in crisi. Milioni di persone sono deluse dalla politica e altri milioni subiscono continue violazioni dei loro diritti umani. La crescente disaffezione ha generato “movimenti transnazionali di contro-egemonia” nazionali e che rappresentano una nuova sfida per le élite e la classe dirigente.

La guerra alla verità: come i troll dei social media israeliani hanno conquistato Facebook

Il 9 ottobre la piattaforma di social media Facebook ha cancellato la pagina del nuovo e popolare sito web del Palestinian Information Center (PIC). Questa azione, avvenuta senza nemmeno contattare gli amministratori della pagina, conferma che la guerra di Facebook alle voci pro-Palestina continua senza sosta.

PIC ha quasi 5 milioni di follower su Facebook, un gruppo diversificato e ampio di palestinesi e loro sostenitori internazionali, a dimostrazione della sua popolarità e credibilità. Per i troll di Israele sui social, PIC era semplicemente troppo efficace per lasciargli divulgare il suo messaggio. Come al solito, Facebook ha obbedito.

CONTRO L’ATTACCO TURCO-NATO ALLA SIRIA!

Ennesima aggressione imperialista alla Siria, stavolta camuffata da scontro tra turchi e curdi. In realtà dietro questa aggressione si cela la volontà di dare continuità allo smembramento dell’integrità territoriale siriana, alla sua indipendenza e al diritto sovrano di chi ci vive di autodeterminarsi e decidere sul proprio futuro.

Le condizioni di questo attacco da parte dell’esercito turco, membro permanente e secondo esercito della NATO contro i territori siriani amministrati dalle SDF. Gli alleati NATO, uniti nella volontà di smembrare la Siria, ma divisi sulle differenti porzioni di torta, sono arrivati al punto di combattersi tra di loro, producendosi nel macabro scenario della spartizione manu militari di un paese, la Siria, non in linea con gli interessi imperialisti occidentali.

Comunicato del FPLP sulla situazione in Siria

Il Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP) condanna fermamente l'invasione turca del territorio siriano dal confine nord della Siria. Avevamo avvertito che si sarebbe arrivati a un tentativo di occupazione, alla luce delle ambizioni turche nel territorio siriano, che non sono cessate da quando Alessandretta (Iskenderun) è stata annessa alla Turchia nel 1939.

Il FPLP ritiene che questa invasione militare coordinata con l'amministrazione statunitense non sia isolata dagli obiettivi che stavano e stanno dietro il sostegno delle forze terroristiche in Siria da parte di questi due paesi e di molti altri, al fine di indebolire lo stato nazionale siriano e danneggiarne il ruolo, la sovranità, l'integrità territoriale attraverso l'istituzione di cantoni divisi per etnie e dottrine religiose.

Pagine

Subscribe to RSS - ARTICOLI

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente