Campagna BDS
Linee guida per il PACBI ed il BDS
Appello PACBI
Appello BDS

Articoli BDS

appelli, campagne ed azioni per il Boicotaggio, Disinvestimento e Sanzioni
contro la politica e la cultura di Apartheid israeliane

Boris Johnson segue l'esempio di Margareth Thatcher con il suo piano, di stampo maccartista, che mira a vietare ai consigli comunali di boicottare e disinvestire dall'apartheid israeliano

Nel 1988, Margareth Thatcher, allora primo ministro del Regno Unito, vietò il boicottaggio e il disinvestimento messi in atto dai consigli comunali per combattere l'apartheid in Sudafrica. Oggi, Boris Johnson ha l'intenzione di vietare il boicottaggio e il disinvestimento messi in atto dai consigli comunali per denunciare l’apartheid israeliano. I sostenitori dei diritti umani e della libertà di espressione dovrebbero opporsi a questa repressione maccartista del nostro pacifico movimento anti-razzista, il BDS.

L'ordine esecutivo di Trump si serve illegalmente dei finanziamenti federali per costringere le università a reprimere la libertà di parola a sostegno dei diritti dei palestinesi

L'ordine esecutivo (EO) annunciato da Trump vorrebbe andare nel solco dei suoi pericolosi attacchi alla difficile battaglia per i diritti democratici.

Fare un uso illegale dei finanziamenti federali per costringere le università a reprimere la libertà accademica e la libertà di parola a sostegno dei diritti dei palestinesi ai sensi del diritto internazionale è antidemocratico e anti-palestinese.

Il menu completo dei diritti

Negli anniversari della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e della Risoluzione ONU 194 che afferma il diritto dei rifugiati palestinesi di ritornare alle loro case, il movimento di BDS insiste “sul menu completo dei diritti" per i palestinesi autoctoni.

Non sono interessato a raccogliere briciole di pietà gettate dalla tavola di qualcuno che si considera il mio padrone. Voglio il menu completo dei diritti." -- Arcivescovo emerito Desmond Tutu

AXA, disinvesti dall'apartheid israeliano sul clima: giornata di azione collettiva

La seconda giornata internazionale di azione su AXA (gruppo assicurativo mondiale nato nel 1817 come Mutuelle de l'Assurance, N.d.T.)  è stata caratterizzata da mobilitazioni in tutto il mondo. Questo giorno ha coinciso con la giornata di solidarietà delle Nazioni Unite con il popolo palestinese e con la giornata del 4° sciopero climatico globale.

AXA, sebbene abbia appena promesso un nuovo impegno e nuove politiche climatiche sul carbone, continua ad investire centinaia di milioni di dollari in combustibili fossili e ad assicurare aziende inquinanti. Inoltre, un rapporto di luglio di SumOfUs [organizzazione internazionale impegnata nella verifica degli standard etico-sociali e ambientali delle imprese, specie multinazionali, N.d.T.], "AXA: il finanziamento di crimini di guerra" mostra che AXA investe 91 milioni di dollari nella più grande società di armi privata israeliana, la Elbit Systems, e in cinque banche israeliane che finanziano gli insediamenti illegali israeliani. Le armi di Israele e i suoi insediamenti in espansione stanno distruggendo la vita dei palestinesi e l'ambiente in cui vivono.

Pagine

Subscribe to RSS - Articoli BDS

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente