Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

#Action4Return 18-26 settembre. Ritorno dei palestinesi e diritti dei rifugiati: affrontare la normalizzazione, verso la liberazione

L’appello dei rifugiati palestinesi: “Noi non dimenticheremo – abbiamo dei diritti e vogliamo tornare!”

Invito mobilitazione 18-26 settembre 2020

Ricordando l’anniversario dei massacri di Sabra e Shatila, dal 18 al 26 Settembre, invitiamo ad un’azione globale per i diritti dei rifugiati palestinesi e per la liberazione della Palestina. Questi giorni di manifestazione hanno come obbiettivo la protezione del diritto dei rifugiati Palestinesi a tornare alle loro case in Palestina, tramite uno sforzo condiviso ed una partecipazione popolare unita, per contestare la normalizzazione e tutti i tentativi di mettere a tacere la causa Palestinese.

Invitiamo le vostre organizzazioni a partecipare:

Questa iniziativa è stata intrapresa da: Samidoun Palestinian Prisoner Solidarity Network, Al Naqab Center (Bourj al-Barajneh Camp), Palestinian Chess Club (Shatila Camp), Al-Awda, the Palestine Right to Return Coalition, Palestinian Youth Movement, Alkarama Palestinian Women’s Mobilization, the Global Campaign to Return to Palestine, National Students for Justice in Palestine, Within Our Lifetime – United for Palestine, Collectif Palestine Vaincra, NY4Palestine, CAPJPO-EuroPalestine, International Jewish Anti-Zionist Network-Canada, Internationalt Forum – Middle East Group, American Muslims for Palestine NJ, Actions4Palestine, Plate-forme Charleroi-Palestine, Independent Jewish Voices-Toronto, Friends of Palestine Against Imperialism and Zionism, Women in Solidarity with Palestine-Toronto,  e Anti-Imperialist Action Ireland.

Questi giorni di mobilitazione segneranno la commemorazione dei massacri di Sabra e Shatila, di quelli del settembre 1970 in Giordania e della firma degli accordi di Oslo; tutti attacchi ai diritti dei palestinesi e ai loro sforzi diretti al ritorno e alla liberazione. Saranno giorni di mobilitazione palestinese, araba e internazionale, per porre l’attenzione sui diritti nazionali, umani, politici, economici e culturali del popolo palestinese: il diritto al ritorno, alla restituzione delle loro proprietà e terre che sono state sottratte loro, e il diritto di chiedere una completa e totale liberazione della Palestina.

Queste giornate di mobilitazione cadono durante un periodo storico caratterizzato da un intensificarsi di tentativi di disconoscere i diritti dei palestinesi da parte di Stati Uniti, Israele e regimi arabi reazionari, chiaro esempio ne è la recente normalizzazione guidata dagli Emirati Arabi Uniti.

È bene ricordare che questi sforzi tesi alla normalizzazione sono stati costruiti sul nefasto “Progetto di Oslo” dell’Autorità Palestinese, la quale continua a rapportarsi con Israele su tematiche di coordinazione securitaria.

Centinaia di migliaia di palestinesi hanno dato le loro vite nella battaglia per la liberazione e il ritorno alla loro terra e sono stati incarcerati nelle prigioni israeliane, mentre sostenevano una Palestina democratica in tutta la sua estensione geografica.

Oggi, i membri della vera e autentica leadership del popolo palestinese, il cuore della resistenza, continuano a essere imprigionati e lottano dall’interno dalle carceri israeliane e incitano all’azione, contro ogni tentativo di normalizzazione e di ridurre i diritti dei palestinesi.

La natura di questi “accordi” di normalizzazione è quella di una copertura volta a nascondere un intensificarsi dell’attività rivolta contro i palestinesi, come testimonia il costante bombardamento notturno della Striscia di Gaza da parte del regime Israeliano; oltre il 70% dei palestinesi presenti nella Striscia di Gaza sono dei che si vedono negato il diritto di fare ritorno alle loro case da oltre 72 anni.

Il momento per agire in favore dei diritti dei palestinesi è ora! Invitiamo tutti i sostenitori della Palestina, i comitati e le organizzazioni internazionali per il boicottaggio, le organizzazioni della comunità palestinese, i gruppi studenteschi e giovanili, le organizzazioni di solidarietà palestinese e i movimenti sociali progressisti a unirsi al nostro appello e in queste manifestazioni.

Unisciti a noi per: 

  • Difendere il diritto dei rifugiati palestinesi al ritorno alle loro terre e abitazioni in tutta la Palestina; reclamare le loro proprietà e garantire la restituzione e le riparazioni

  • Affrontare tutti i progetti di normalizzazione promossi dagli Stati Uniti e da altre potenze imperialiste in combutta con i regimi reazionari arabi che mirano a legittimizzare la Nakba in corso

  • Difendere i diritti dei rifugiati palestinesi – il diritto di rimanere e il diritto al ritorno – e sostenere la determinazione dei rifugiati palestinesi nei campi profughi e in esilio in tutto il mondo

  • Opporsi alle sanzioni statunitensi e occidentali che mirano sia a isolare e indebolire la resistenza contro Israele, sionismo, imperialismo e regimi reazionari arabi, che a liquidare in modo definitivo il movimento nazionale palestinese e la lotta dei rifugiati

  • Chiedere libertà per i prigionieri palestinesi e per difendere il diritto dei palestinesi a resistere alla colonizzazione, all’apartheid e all’occupazione

  • Essere uniti per la liberazione dell’intera Palestina

Per partecipare a questi giorni di mobilitazione, ecco alcune azioni che il tuo gruppo può intraprendere:

  • Organizzare manifestazioni o proteste, specialmente di fronte alle ambasciate dei paesi coinvolti nel processo di normalizzazione come Emirati Arabi Uniti, Egitto e Giordania

  • Distribuire volantini sulla Palestina, sui rifugiati palestinesi e sulla lotta per il diritto al ritorno

  • Organizzare conferenze (di persona, online o tramite un webinar) sui rifugiati palestinesi e la loro lotta per il diritto al ritorno

  • Unirsi alle azioni sui social media per commemorare le giornate più importanti e mettere in risalto il diritto al ritorno dei palestinesi come componente essenziale per la liberazione

  • Organizzare stand per diffondere informazioni sui rifugiati palestinesi e sulle campagne di boicottaggio

  • Mettere in risalto la storia della resistenza in atto e quella dei palestinesi in Libano

  • Organizzare mobilitazioni per i rifugiati palestinesi e per Georges Abdallah, imprigionato da oltre 36 anni nelle carceri francesi

  • Intraprendere azioni per boicottare Israele e le corporation conniventi come HP, G4S e Teva – e boicottare il team di propaganda “Israel Start Up Nation” al Tour de France, che proseguirà fino al 20 settembre

  • Intensificare le campagne di boicottaggio nelle vostre università, sindacati e altre istituzioni

  • Appendere manifesti con firme nella vostra comunità

  • Organizzare azioni nella vostra comunità, a sostegno dei diritti dei rifugiati, specialmente dei rifugiati di Palestina, Libano e Siria che sono stati costretti a migrare in Europa, a fare i conti con il razzismo e l’oppressione e a lottare contro l’esclusione, e per la difesa del diritto di rimanere e quello al ritorno

  • Unirti agli altri sostenitori della giustizia in Palestina per rendere pubblica, sui social media, la tua solidarietà e il tuo sostegno al popolo palestinese e alla sua continua resistenza per il ritorno e la liberazione di tutto il territorio

Invitiamo le vostre organizazioni a partecipare:

Utilizza questi manifesti, e molti altri, per le tue attività. Ti invitiamo a diffondere e utilizzare l’hashtag #Action4Return per i tuoi post sui social media:

Palestina: Diritto a Resistere – Diritto al Ritorno: Download PDF

Palestina: Diritto a Resistere – Diritto al Ritorno: Download PDF
 


Fonte: Samidoun.net
Traduzione a cura di: Flaviana De Gennaro per PalestinaRossa
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente