Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

ANPI E PROPAGANDA SIONISTA CENSURANO LA PALESTINA - MONI OVADIA RISPONDE

Video da diffondere e condividere per ribadire a gran voce che: antisionimo non è antisemitismo!

Il 17 Gennaio, nella sala comunale del Comune di Almese, si sarebbe dovuto tenere un incontro con un attivista pacifista di Gaza, promotore della Grande Marcia del Ritorno.

L'evento è stato organizzato da Progetto Palestina e BDS Torino in collaborazione con le sezioni ANPI di VALMESSA E AVIGLIANA. A causa delle molteplici pressioni sioniste ricevute, le sezioni ANPI valsusine su indicazione dei rappresentanti della sezione provinciale, e probabilmente dell'ANPI nazionale hanno deciso di ritirare la partecipazione, cancellando l'evento e la loro collaborazione.

È urgente reagire insieme alle campagne che mirano a silenziare le voci palestinesi che richiedono giustizia, libertà e uguaglianza. Scriviamo tutt* una mail a segreterianazionale@anpi.it e anpiprov@libero.it inoltrando il seguente messaggio:

"Gentile Sezione Anpi, parlare di Palestina e portare avanti una lotta per la libertà, l'uguaglianza e la giustizia non può essere ritenuto un atto antisemita. La propaganda sionista è volta a silenziare voci palestinesi che, dal 1948, chiedono diritti basilari quali il ritorno, la fine dell'oppressione, del colonialismo e la libertà. Criticare le politiche coloniali e razziste dello stato di Israele non è un atto antisemita. Vi è un'enorme differenza tra antisionismo e antisemitismo. Il sionismo è un'ideologia coloniale e razzista che milioni di ebrei nel mondo rifiutano (vedi jewishvoiceforpeace.org). Non siate vittime di una propaganda meschina guidata da oppressori e colonizzatori. Il movimento BDS rifiuta e lotta quotidianamente contro ogni forma di discriminazione razziale, politica, religiosa e di genere".

Dalla pagina Facebook di Progetto Palestina Torino
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente