Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

FPLP: l'Intifada a Gerusalemme è una risposta naturale ai crimini dell'occupazione

Come dichiarato in un comunicato del FPLP, in questi giorni Gerusalemme si trova ad affrontare molteplici attacchi di coloni e condizioni di vita sempre più difficili create dalla stato di occupazione sionista, inclusi i tentativi di deportare la popolazione palestinese di Gerusalemme e occupare le case e i terreni attraverso l'espropriazione, la frode o la conversione della cosiddetta "proprietà assente" secondo i progetti sionisti di insediamento.

L'occupante sta anche cercando di dividere i luoghi sacri palestinesi votando una legge alla Knesset [parlamento israeliano, ndr.] che permetta la divisione del Haram-al-Maqdisi. Queste azioni hanno coinciso con un attacco feroce contro il popolo palestinese di Gerusalemme, tra cui azioni penali,  arresti, ferimento e uccisione di diversi giovani, in particolare l'uccisione di Abdel-Rahman Shaloudi, il sequestro del suo corpo e la costrizione di essere sepolto a tarda notte con solo un piccolo gruppo della sua famiglia, e l'omicidio a sangue freddo del bambino Orwa Hammad del villaggio di Silwad. La vita dei palestinesi di Gerusalemme è costantemente in pericolo per gli attacchi sionisti, soprattutto dopo l'assassinio del giovane Mohammed Abu Khdeir.

È per questo che la nostra gente a Gerusalemme continua a crescere e a resistere contro queste politiche razziste, scontrandosi contro i nuovi e i vecchi schemi di occupazione che cercano di svuotarla della sua gente. L'Intifada di Gerusalemme è una risposta naturale all'occupazione e ai suoi crimini e il Fronte invita le masse del popolo palestinese, ovunque si trovino, a sostenere i palestinesi di Gerusalemme e la loro resistenza all'occupazione organizzando anche eventi e azioni.

Il Fronte chiede che gli organismi ufficiali palestinesi, arabi e internazionali si assumano le loro responsabilità per proteggere la nostra gente da queste pratiche razziste di terrore contro i diritti dei palestinesi di Gerusalemme, che facciano pressione sul nemico per fermare tali pratiche e che sostengano i palestinesi di Gerusalemme. Chiediamo anche che i funzionari palestinesi e la Lega araba sostegano la fermezza della resistenza popolare di Gerusalemme e forniscano un reale supporto nel confronto aperto con il nemico e i suoi coloni.
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente