Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

Il FPLP condanna le minacce degli Stati Uniti e l'aggressione occidentale contro la Siria

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha condannato le minacce e le aggressioni degli Stati Uniti e dell'occidente contro la Siria, denunciando le minacce di questi paesi che hanno come unico scopo  lo scoppio di una guerra illegale e l'aggravarsi della situazione già esplosiva della regione.

Gli Stati Uniti stanno minacciando di creare gravi danni al popolo siriano e al popolo arabo, attraverso un lungo conflitto che minaccerebbe il futuro dell'area, la sovranità, l'unità e tutto il territorio; nel perpetuare l'asservimento della regione, dei suoi popoli e della sua ricchezza ai poteri occidentali potranno beneficiare solo guerrafondai e predatori del neocolonialismo, della dominazione e dell'occupazione.

Il Fronte ha respinto l'aggressione sionista e imperialista e l'intervento esterno in tutte le forme e ha messo in guardia contro le lacrime di coccodrillo delle forze di guerra e di aggressione che operano contro il popolo siriano e arabo e che stanno facendo tutto il possibile per evitare una soluzione politica, che possa salvare il popolo e la nazione e fermare lo spargimento di sangue in Siria. Le stesse forze forniscono il loro massimo sostegno per l'occupazione della Palestina e la tortura del suo popolo da oltre un secolo. Il Fronte ha messo in guardia sul ruolo della Lega Araba e di alcuni stati arabi o musulmani che sono usati dai sostenitori della guerra e dell'aggressione come copertura per questa sporca guerra.

La gente della regione e i loro figli pagheranno per questo, ancora e ancora.
 

Fonte: PFLP
Traduzione a cura di PalestinaRossa
 

Commenti

Fdlp: Israele è il più grande beneficiario di un attacco contro la Siria

Gaza-Quds Press. “Una soluzione politica in Siria che preveda di accelerare la convocazione delle riunioni di Ginevra 2 e l’avvio di un dialogo nazionale tra tutte le componenti della società siriana rappresenta il miglior modo per risolvere la crisi e giungere ad uno Stato arabo siriano, unito, indipendente e democratico”. Lo ha affermato il Fronte democratico per la liberazione della Palestina (Fdlp), esprimendo, allo stesso tempo, il suo rifiuto per qualsiasi attacco contro il Paese arabo.

In un comunicato scritto, una fonte autorevole dell’Fdlp ha espresso il rifiuto “all’aggressione militare Usa contro la Siria” e di qualsiasi “forma di agevolazione o copertura fornita da paesi arabi e stranieri a tale aggressione”.

Ha aggiunto: “Il popolo palestinese e tutti i popoli arabi sono ben consapevoli che l’occupazione israeliana è il più grande beneficiario di qualsiasi aggressione contro un Paese arabo. L’invasione degli Usa ha distrutto l’Iraq e il suo esercito, aprendo la strada alle guerre interne, dove, nel decennio 2003-2013, decine di morti e centinaia di feriti sono caduti ogni giorno. Anche l’invasione della Libia, condotta dalla NATO, ha distrutto il paese e il suo esercito, scatenando assassinii e atti di distruzione interna che non si fermano dal 2011″.

Egli ha anche sottolineato che le soluzioni militari e politiche che prevedono l’intervento degli Usa hanno prodotto delle  ”catastrofi” nei Paesi arabi. “Tali ingerenze hanno fatto spostare, sempre di più, gli equilibri di potere in Medio Oriente a favore di Israele, che occupa la Palestina, le Alture del Golan e le fattorie di Sheeba, e prosegue le sue attività di ebraicizzazione a Gerusalemme, di insediamento in Cisgiordania e di assedio contro la Striscia di Gaza”, ha aggiunto.

Infine, il fronte ha invitato i popoli e i governi arabi e tutte le nazioni schierate con i valori di libertà, democrazia e pace “a respingere e condannare ogni forma di aggressione politica e militare Usa contro la Siria”, aggiungendo che sarà il popolo siriano, attraverso il dialogo nazionale tra tutte le parti, a decidere il suo destino.
 

Fonte: InfoPal
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente