Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

Il FPLP elogia la tenacia della studentessa arrestata Lina Khattab e denuncia i tribunali militari dell'occupazione

Il tribunale militare dell'occupazione sionista di Ofer ha condannato una studentessa dell'università di Bir Zeit, Lina Khattab, a sei mesi di reclusione, una multa di 6000 shekel e tre anni di libertà vigilata per aver partecipato ad una manifestazione di protesta davanti alla prigione di Ofer chiedendo la liberazione dei prigionieri palestinesi.

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina denuncia i tribunali militari sionisti come strumento di persecuzione e usati come arma contro il popolo palestinese e contro i suoi legittimi diritti di difendersi e resistere all'occupazione come sancito dal Diritto Internazionale.

Il Fronte ha affermato che l'arresto di Lina Khattab, così come la continua politica di rapire e imprigionare, di perpetrare abusi e torture anche sui bambini, tra cui il figlio Malak al-Khatib rilasciato solo pochi giorni fa, la detenzione di migliaia di uomini e donne palestinesi in condizioni difficili dimostrano la natura fascista e criminale dello Stato di occupazione.

Il Fronte esalta la determinazione della studentessa Lina Khattab, che nonostante gli abusi e gli interrogatori subiti nelle prigioni dell'occupante ha rifiutato ogni tentativo di costrizione a confessare, diventando un modello di rifiuto dell'ingiustizia e delle corti razziste dell'occupazione ribadendo invece la giustezza della nostra causa. Il Fronte osserva che la resistenza incarnata da Lina rivela anche l'incapacità dell'occupazione - nonostante tutti i suoi attacchi – di ridurre in ginocchio il popolo palestinese e di minare la loro sua ferma volontà.
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente