Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Notizie e informazioni

Onore al combattente rivoluzionario Ibrahim Gökçek

Il Collettivo Palestina Rossa saluta il compagno Ibrahim Gökçek, morto il 07 maggio 2020, due giorni dopo aver vinto la sua lotta attraverso uno sciopero della fame durato 232 giorni.

Gökçek, un musicista rivoluzionario del gruppo musicale Grup Yorum, è il terzo morto avvenuto nell’ultimo mese durante lo sciopero della fame che stanno portando avanti alcuni detenuti nelle carceri della Turchia, dopo Helin Bolek e Mustafa Koçak che hanno perpetrato uno sciopero della fame rispettivamente per 288 e 297 giorni.

Ibrahim Gökçek lo scorso 30 aprile scriveva:

“Dopo Helin e Mustafa Koçak, che sono morti per la giustizia, in tanti mi hanno chiamato per dirmi di non morire. Certo, io voglio vivere, anche io lo voglio. Bene, amici, la resistenza è entrata in questa fase, non ha ancora conquistato nulla di concreto, come posso lasciare la resistenza?

Voglio che le nostre richieste siano soddisfatte! Ora, con tutte le nostre forze, dobbiamo fare pressione sul governo per soddisfare le nostre richieste. Senza perdere tempo, i nostri amici intellettuali e artisti dovrebbe far pressioni sul ministero competente e la presidenza formando comitati tra di loro a garntire che le nostre richieste vengano accolte. Vi saluto tutti con il calore di Helin e Mustafa e con l'entusiasmo della nostra resistenza!”

Infine è importante ribadire la vittoria ottenuta da Ibrahim Gökçek e Grup Yorum Martedì arrivata lo scorso 05 maggio, due giorni prima della sua morire.

Ibrahim pose termine al suo sciopero della fame dopo che il Ministero turco, politici e organizzazioni hanno garantito per Grup Yorum confermando  che avrebbero lottato ed attenuto il permesso di tenere concerti e liberato i membri del gruppo tutt'oggi in prigione.

Grup Yorum aveva fatto domanda per tre concerti a Istanbul e uno a Izmir.

Libertà per tutti i prigionieri politici!

Collettivo PalestinaRossa
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente