Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Eventi ed iniziative sulla Palestina

Aderisci alla settimana contro l'apartheid israeliana 2020: Uniti contro il razzismo

Lunedì, 16 March, 2020 - 08:00 to Domenica, 22 March, 2020 - 20:00

A marzo si svolgerà la Israeli Apartheid Week (IAW) 2020 (settimana contro l'apartheid israeliana 2020) con lo slogan "Uniti contro il razzismo", a sostegno dei diritti dei palestinesi nel contesto delle lotte globali contro l'oppressione razziale. È più urgente che mai unire le nostre battaglie per la libertà, la giustizia, l'uguaglianza e la dignità e riconoscere che il regime di estrema destra di Israele è un partner chiave dei regimi autoritari e persino genocidari in tutto il mondo, in quanto fornisce loro micidiali tecnologie militari e di sicurezza.

L'apartheid israeliana rappresenta una seria minaccia non solo per i palestinesi autoctoni ma anche per le comunità oppresse di tutto il mondo. Ad esempio:

  • Attraverso progetti di scambio israelo-americani, i soldati, la polizia, e gli agenti di frontiera israeliani condividono le peggiori pratiche di polizia razziale e repressiva con la polizia degli Stati Uniti, l'ICE (l'agenzia statunitense per l'immigrazione, N.d.T.), le pattuglie di frontiera e l'FBI, onde criminalizzare i richiedenti asilo e le comunità di immigrati.
  • Israele è stato un fornitore determinante di armi e sistemi di sicurezza a regimi genocidari, dal Ruanda al Myanmar, e la sua tecnologia per la sicurezza e lo spionaggio ha svolto un ruolo cruciale nelle gravi violazioni dei diritti umani perpetrate da regimi canaglia come, tra gli altri, gli Emirati Arabi Uniti e l'Arabia Saudita.
  • Le dottrine e i prodotti militari e di sorveglianza israeliani "testati sul campo", compresi i droni, sono utilizzati dagli Stati Uniti e dall'UE per la creazione di confini militarizzati che impediscono l'ingresso di rifugiati e migranti dal Sud del mondo, in fuga da conflitti armati, devastazioni climatiche e povertà.
  • Israele vende all'India armi per una media di 1 miliardo di dollari all'anno (circa 9 milioni di euro, N.d.T.), alimentando la militarizzazione e la repressione dell'India nel Kashmir, addestrando la polizia indiana e fungendo da modello per le misure sempre più repressive del governo nazionalista indù nei confronti della sua popolazione musulmana e ad altre minoranze.
  • In Brasile, le armi e le tecnologie di controllo della popolazione provenienti da Israele alimentano una maggiore militarizzazione e maggiori violenze della polizia razzista, ad opera del governo fanatico di Bolsonaro, contro i neri, le comunità indigene e gli abitanti delle favelas.

I palestinesi e i progressisti di tutto il mondo rifiutano “l’accordo del secolo" di Trump e Netanyahu non solo perché è progettato per rafforzare l'apartheid israeliana e liquidare i diritti dei palestinesi. Lo stesso costituisce anche un precedente rivolto a sovvertire il diritto internazionale e, con esso, la pace nel mondo.

In questo contesto, resistere ai tentativi antidemocratici di mettere a tacere e demonizzare la difesa dei diritti dei palestinesi, specialmente negli stati occidentali, diventa cruciale per la difesa dei diritti civili e democratici universali, compresa la libertà di espressione.

Dalla Palestina e gli altri paesi arabi, attraverso tutta l'Asia, l'Africa, l'Europa e il Nord e Sud America, la IAW 2020 si svolgerà principalmente tra il 16 marzo e la Giornata internazionale contro la discriminazione razziale, il 21 marzo, giorno in cui si commemora il massacro commesso a Sharpeville nel 1960 dal regime di apartheid sudafricano.

Gli eventi della IAW puntano a sensibilizzare l'opinione pubblica e scenderanno in piazza per trasmettere come messaggio il fatto che ciò che era inaccettabile in Sudafrica sotto l'apartheid non deve essere accettato oggi in Palestina. Il regime israeliano di supremazia e segregazione razziale, colonialismo, pulizia etnica e espropriazione del popolo palestinese autoctono, sostenuto e "legalizzato" da un sistema di leggi e imposizioni militari razziste, è un regime di apartheid come da definizione delle leggi internazionali.

I governi di tutto il mondo e le Nazioni Unite hanno definito l'apartheid come un crimine contro l'umanità che deve essere soppresso e punito ovunque sia perpetrato. Unirsi al movimento BDS, sotto la guida della società civile palestinese, in campagne globali di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni è un dovere morale dei cittadini e il mezzo più efficace per aumentare la pressione sui governi affinché impongano sanzioni contro l'apartheid israeliana simili a quelle che hanno contribuito a porre fine all'apartheid in Sud Africa.

La IAW 2020 invita i movimenti progressisti, i gruppi e le organizzazioni che combattono tutte le forme di razzismo, discriminazione razziale, emarginazione e oppressione, ad unire le forze.

Aderisci alla IAW 2020!

Uniti contro l'apartheid israeliana - Uniti contro ogni forma di razzismo e discriminazione razziale

Il comitato di coordinamento IAW 2020
14 febbraio 2020
 


Traduzione di BDS Italia
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente