Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Eventi ed iniziative sulla Palestina

Falastin - Festival della Palestina

Giovedì, 1 October, 2020 - 17:00 to Domenica, 4 October, 2020 - 22:00

Vieni a scoprire tutti i colori della Palestina!

1 – 4 Ottobre 2020, dalle 17.00
presso i Giardini del Verano – Piazzale del Verano – Roma

L’ingresso al Festival è gratuito

 

PROGRAMMA

1° OTTOBRE: Giovani Palestinesi Italia

17.30 INAUGURAZIONE DEL FESTIVAL: inno palestinese e italiano, eseguito da Renato Achille e Toufic Koleilat. Introduce Rania Hammad Vicepresidente della comunità palestinese di Roma e del Lazio, Yousef Salman Presidente della comunità palestinese di Roma e del Lazio, Emanuele Caputo responsabile di Habicura, Francesca Del Bello Presidente del Municipio Roma II, Rino Fabiano Assessore Ambiente e sport Municipio Roma II, Alaa Al Ainain, Presidente dei Giovani Palestinesi d’Italia e Igor Camilli, organizzazione festival.

18.30 PRESENTAZIONE DEL LIBRO “I BAMBINI DELLA PALESTINA” di Mahmoud Suboh con l’illustratrice Amirah Suboh, presenta Maya Issa dei Giovani Palestinesi d’Italia.

19.30 DIBATTITO SULL’ATTIVISMO GIOVANILE, con Anna Maria Selini autrice del libro “Vittorio Arrigoni: ritratto di un utopista” editore Castelvecchi. Modera: Jamil al Saede – OUR VOICE- . Intervengono: Maya Issa dei Giovani Palestinesi d’Italia, Iacopo Smeriglio e Francesca Nardi di Gaza Freestyle , Karim al Saede di OUR VOICE e Marinella Chieppa del BDS Roma.

20.30 SPETTACOLO TEATRALE DI OUR VOICE

21.00 DABKA: Danza tradizionale palestinese

21.30 ELECTRONIC HAFLA: DJ MARWAN HAWASH dalla Palestina

23.00 PROIEZIONE DEI CORTOMETRAGGI DI NAZRA FILM FESTIVAL, a cura di Simone Sibilio, Meri Calvelli e Cecilia Dalla Negra
***

2 OTTOBRE: Palestina – Europa e la questione palestinese

17.00 PRESENTAZIONI DEI LIBRI “Il mio nome è Amal – una storia palestinese” di Erica Silvestri edizioni Kairos & “Salam e i bambini che volevano giocare” di Gianluca Staderini, edizioni RedStarPress

18.00 Presentazione delle Campagne di boicottaggio, disinvestimento e sanzione (BDS) contro l’apartheid israeliana – aperitivo musicale con Assalti Frontali.

19.30 DIBATTITO: l’Italia, l’Europa e la Questione palestinese. Modera: Tommaso Di Francesco Condirettore del Manifesto. Intervengono: Pino Cabras, parlamentare M5S, Fabrizio De Sanctis, Presidente ANPI Provinciale di Roma, Luisa Morgantini, Presidente di Assopace Palestina e già Vicepresidente del Parlamento europeo, Stefano Fassina Deputato LEU, Giovanni Russo Spena, già Senatore della Repubblica, Stephanie Westbrook, BDS Italia e Yousef Salman, Pres. Comunità Palestinese di Roma e del Lazio.

21.00 SPETTACOLO E MUSICA con Moni Ovadia

23.00 PROIEZIONE DEL FILM
The Wanted 18 di Paul Cowan e Amer Shomali
***

3 OTTOBRE: Palestina e Palestinesi

18.00 INTERVISTA ALLO STILISTA PALESTINESE JAMAL TASLAQ con proiezione video delle sfilate con la modella palestinese Mariam Hassan.

19.00 PRESENTAZIONE LIBRO: “Arafat, il Sovrano senza Stato” editore Castelvecchi, di e con Stefania Limiti , presenta il giornalista Alberto Negri.

19.30 DIBATTITO “I media e la questione palestinese”. Modera Patrizia Cecconi – Presidente Oltre il Mare. Intervengono: Sergio Cararo, direttore Contropiano, Samir Al Qaryouti, direttore canale YouTube RUA (Visioni), Nino Lisi – Rete Romana di solidarietà per il Popolo Palestinese e Vincenzo Vita, Presidente Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.

20.15 DIBATTITO “Gerusalemme, diritto al ritorno e prigionieri”. Modera Michela Arricale, Avvocata – Giuristi Democratici: Fausto Gianelli, Avvocato-Prof., Alaa Al Ainain, Presidente Giovani Palestinesi d’Italia. Gianluca Peciola, Associazione Liberare Roma e Bassam Saleh, Amici Associazione dei Prigionieri palestinesi.

21:00 Michele Esposito – Agenzia Ansa, intervista l’Ambasciatrice dello Stato di Palestina in Italia, Dott.ssa Abeer Odeh, sulla situazione politica in Palestina e l’Affare del Secolo di Trump. Introduzione e traduzione di Mohammad Hamdan, giornalista palestinese.

21.30 READING MUSICALE con l’attrice Dalal Suleiman e il pianista/compositore Khalid Shomali

22.30 Poesie di Mowaffaq Moaddi

23.00 Proiezione dei cortometraggi del NAZRA FILM FESTIVAL, a cura di Simone Sibilio, meri Calvelli e Cecilia Dalla Negra
***

4 OTTOBRE: Le donne e la Palestina

18.00 PRESENTAZIONE DEL LIBRO “Storia di un abito inglese e di una mucca ebrea”, editore Mondadori, di e con Suad Amiry presenta: Dalia Ismail dei Giovani Palestinesi d’Italia

19.00 DIBATTITO: Il coraggio delle Donne. Modera Alessandra Mecozzi – Cultura è Libertà. Intervengono: Vania Bagni, Vicepresidente ANPI Nazionale, Anwar Odeh di Progetto Palestina e BDS, Nacera Benali, giornalista algerina, Miryam Marino, Rete Ebrei Contro l’Occupazione, Naheda Slayih Nazareth, Palestinesi del ’48, Cristina Cirillo di Donne per il Mediterraneo, e Rania Hammad, Vicepresidente Comunità palestinese di Roma e del Lazio.

21.00 MUSICA E CANZONI DELLA RESISTENZA: Gruppo femminile Note Criminali

22.30 Monica Maurer – regista, presenta i cortometraggi: “ONE MINUTE”, di Dina Naser “THE BUS DRIVER WOMAN”, di Alasttal Iyad e “BLOODY BASIL”, di Elia Ghorbiah (sottotitoli in italiano)

CONCLUSIONE FESTIVAL: Rilancio Campagna Nazionale ed Europea per il Riconoscimento dello Stato di Palestina dall’Italia e dall’Europa (un milione di firme dall’Italia e 15 milioni dall’Europa). Modera: Rania Hammad. intervengono: Coordinamento Nazionale della Rete Italiana Pace e Disarmo, Yousef Salman presidente della comunità palestinese di Roma e del Lazio e Alaa Al Ainain, presidente dei Giovani Palestinesi d’Italia

ESTRAZIONE PREMI A SOTTOSCRIZIONE (15 PREMI: PRESENTANO RAFFAELLA VIOLANO E ELIO ROMANO)

Tutti i giorni Mostre fotografiche dedicate alla Palestina:
“Hebron città fantasma” di Vincenzo Bello
“La storia di Sara” di Daniele Napolitano

INFORMAZIONI:
• Distanziamento reciproco obbligatorio di almeno un metro;
• Uso obbligatorio della mascherina;
• Ricorso frequente all’igiene delle mani.

Organizzato dalla Comunità di Roma e del Lazio
con il patrocinio della Presidenza del Municipio Roma II e dell’Ambasciata Palestinese

In collaborazione con: Giovani Palestinesi d’Italia – Amici della Mezza Luna Rossa Palestinese – Cultura è Libertà – Assopace Palestina – Oltre il Mare – Nazra Film Festival – Archivio Audiviso del movimento operaio democratico – Associazione amici dei prigionieri palestinesi Italia – Comitato con la Palestina nel cuore – BDS Roma – Rete romana di solidarietà con il Popolo Palestinese.

Adesioni politiche: PCI – Partito Comunista Italiano, PRC – Partito della rifondazione comunista, Patria Socialista, Potere al Popolo Roma

falastin.festival@gmail.com
www.falastinfestival.com

Commenti

Gli organizzatori di “Falastin-Festival della Palestina” respingono le false accuse della Comunità Ebraica di Roma apparse sui giornali.

Il programma del festival, che si terrà dal 1 al 4 ottobre nei giardini del Piazzale del Verano, è ricco di dibattiti, presentazioni di libri, musica, eventi culturali, proiezioni di film e assaggi della cucina palestinese. Partecipano, tra gli altri, Moni Ovadia, Francesca Del Bello, presidente del Municipio II, i parlamentari Pino Cabras e Stefano Fassina, Giovanni Russo Spena, già Senatore della Repubblica, Miriam Marino della Rete Ebrei Contro l’Occupazione, Vania Bagni, vicepresidente ANPI Nazionale, Fabrizio De Sanctis, presidente ANPI Provinciale di Roma.

Da giorni ci sono sollecitazioni e anche pressioni sul Municipio II affinché ritiri il patrocinio al festival dal momento che vi partecipa il movimento nonviolento per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS). Il movimento BDS è stato lanciato dalla società civile palestinese e promuove campagne di pressione per porre fine alle violazioni da parte di Israele dei diritti del popolo palestinese sanciti dall’ONU. Il movimento non chiede altro che il rispetto dei diritti umani e del diritto internazionale e  nasce dal fallimento decennale delle istituzioni internazionali nell’imporlo ad Israele.

Le accuse della Comunità Ebraica di Roma, sono pertanto false oltre che diffamatorie per un movimento che è sostenuto da premi Nobel, premi Oscar, chiese, sindacati e associazioni in tutto il mondo, incluse tante organizzazioni ebraiche e israeliane: ciò dimostra che essa non ha alcun argomento per spiegare decenni di politiche israeliane di occupazione militare e apartheid.

Si ribadisce inoltre che il movimento BDS è profondamente e proattivamente antirazzista e ha il sostegno di icone della lotta antirazzista come Angela Davis e Desmond Tutu, e movimenti come Black Lives Matter.

In Italia aderiscono al BDS numerose organizzazioni tra cui la FIOM CGIL, Pax Christi, l’ONG Un ponte per… e la Rete Ebrei Contro l’Occupazione e figure del mondo della cultura come Moni Ovadia.

Le attività del movimento BDS sono state più volte riconosciute come legittime e tutelate dal diritto alla libertà di espressione e di associazione, più recentemente da parte della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Amnesty International ritiene che i sostenitori del BDS siano difensori dei diritti umani.

Lanciare accuse oltraggiose e infondate fa parte del copione già visto in troppe occasioni, in Italia e all’estero, nel tentativo di impedire iniziative che fanno luce su quanto succede in Palestina, come il festival Falastin.

Invitiamo tutte e tutti a partecipare al festival Falastin, per conoscere la cultura e la realtà del popolo palestinese insieme alle azioni della società civile internazionale a sostegno dei suoi diritti, e per contribuire a difendere gli spazi per un dibattito aperto e democratico.

Comunità Palestinese a Roma e nel Lazio
BDS Roma
e tutti gli organizzatori di Falastin-Festival della Palestina

BDS Roma fa parte di BDS Italia, un movimento per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro l'occupazione e l'apartheid israeliane, costituito da associazioni e gruppi in tutta Italia che hanno aderito all'appello della società civile palestinese del 2005 e promuovono campagne e iniziative BDS a livello nazionale e locale. Il movimento BDS sostiene la parità di diritti per tutte e tutti e perciò si oppone ad ogni forma di razzismo, fascismo, sessismo, antisemitismo, islamofobia, discriminazione etnica e religiosa.

bdsitalia.org
facebook.com/BDSItalia
@bdsitalia

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente