Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Eventi ed iniziative sulla Palestina

Presidio antisionista fuori dal tribuinale di Milano

Lunedì, 27 September, 2021 - 09:30


 

Commenti

Il 27 settembre 2021 si è tenuta la terza udienza del processo intentato dalla Procura di Milano contro 4 antisionisti messi sotto accusa, con l'aggravante dell'odio razziale (antisemitismo), per la contestazione delle bandiere sioniste alla manifestazione del 25 aprile 2018 a Milano.

L'udienza si è aperta con la sostituzione di una giudice a lato causa malattia ed è proseguita con l'audizione dei testimoni a difesa. Tra di loro significativa è la testimonianza di Vera Pegna e di Moni Ovadia entrambi ebrei antisionisti che hanno chiarito al di fuori di ogni dubbio che l'antisionismo lo considerano un dovere morale e che la sua equiparazione all'antisemitismo è un'operazione orchestrata dai sionisti per nascondere i crimini dello stato israeliano. Ci sono state anche altre testimonianze tra cui quella di Ugo Gianangeli che ha chiarito il senso della contestazione politica del 25 aprile 2018 e il carattere strumentale dell'utilizzo della cosiddetta Brigata Ebraica a copertura della presenza degli “amici di Israele” e delle bandiere sioniste alla più importante manifestazione di commemorazione della Resistenza al nazifascismo nel nostro paese.

Successivamente ci sono state le dichiarazioni finali degli imputati che hanno rivendicato il loro antisionismo e ribadito la loro assoluta contrarietà all'antisemitismo. In questa occasione è stato ricordato il massacro di Sabra e Shatila del settembre 1982 a Beirut ovest quando i fascisti della Falange Libanese incitati dall'esercito sionista assassinarono migliaia di palestinesi (compresi donne, vecchi e bambini), di cui ricorre il trentanovesimo anniversario, e denunciata l'uccisione di 5 ragazzi palestinesi nella sola giornata di domenica 26 settembre 2021 nei campi profughi della Cisgiordania, sempre ad opera dell'esercito sionista, a dimostrazione del fatto che i crimini del sionismo si perpetuano. Ė stato inoltre ribadito il carattere politico del processo intentato per criminalizzare la solidarietà attiva alla resistenza palestinese.

L'udienza è poi proseguita con la requisitoria del PM che ha confermato tutte le accuse e richiesto pene da tre a otto mesi per i compagni sotto processo.

In conclusione ci sono state le arringhe della difesa che hanno sottolineato l'inconsistenza delle condotte specifiche criminalizzate (presunti gesti di minaccia, lancio di bottiglietta di plastica vuota, canna da pesca che avrebbe colpito il casco di un poliziotto) e ribadito la linea della difesa di considerare legittimo l'antisionismo e l'appoggio alla resistenza del popolo palestinese chiedendo l'assoluzione di tutti gli imputati.
L'udienza è stata quindi chiusa e il processo è stato rinviato ad una nuova udienza fissata per lunedì 11 ottobre alle ore 9.30 dove sarà emessa la sentenza.

Durante l'udienza si è tenuto davanti all'entrata principale del Tribunale di Milano un presidio di solidarietà alla resistenza palestinese e ai compagni sotto processo che ha visto la partecipazione di più di 50 compagni tra studenti, lavoratori, occupanti di case e solidali con la causa del popolo palestinese. Il presidio si è svolto con interventi di controinformazione e una mostra sui massacri sionisti.

Invitiamo tutti i compagni solidali e i sinceri antimperialisti a mobilitarsi per garantire una presenza il giorno della sentenza l'11 ottobre 2021.

Gli imputati antisionisti sotto processo
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente