Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Articolo PCHR

03–09 giugno 2021

Violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei Territori Occupati hanno continuato nel periodo di riferimento (03–09 giugno 2021).

Sommario:

  • 2 palestinesi uccisi, tra cui una donna che è morta per le ferite riportate nell'offensiva israeliana su Gaza.
  • Uso eccessivo della forza in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata: feriti 40 palestinesi, tra cui un bambino e 2 giornalisti.
  • In 151 incursioni delle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata: 99 civili arrestati, tra cui 16 bambini e 3 donne.
  • Il giornalista Guevara al-Budeiri arrestato e deportato da Gerusalemme per 15 giorni.
  • Il quartier generale dell'Union of Health Work Committees ha subito una irruzione ed è stato chiuso come parte della politica israeliana di inasprimento dell'occupazione contro la società civile palestinese.
  • Un civile palestinese costretto ad autodemolire la sua casa a Gerusalemme mentre 10 tende e 9 baracche smantellate a Gerico.
  • Attacchi dei coloni: civili e veicoli assaliti dai coloni a Salfit e Nablus.
  • Le forze di occupazione israeliane hanno stabilito 53 posti di blocco militari temporanei in Cisgiordania.

Le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno continuato a commettere crimini e violazioni a più livelli contro i civili palestinesi e le loro proprietà, compresi raid nelle città palestinesi caratterizzate da un uso eccessivo della forza, aggressioni, abusi e attacchi ai civili che sono per lo più condotti dopo mezzanotte nelle prime ore del mattino. Questa settimana, le Foi hanno ripreso le sue attività di demolizione e radere al suolo contro le proprietà dei palestinesi ei coloni hanno lanciato attacchi contro i palestinesi e le loro proprietà. Le Foi hanno mantenuto la sua politica di punizione collettiva nella Striscia di Gaza, tenendo chiusi sia i valichi di Beit Hanoun che quelli di Karm Abu Salem, con operazioni limitate per casi eccezionali condizionati.

Sparatorie da parte dell'IOF e violazione del diritto all'integrità fisica:

Sono morti 2 palestinesi, tra cui una donna che ha ceduto alle gravi ferite riportate durante l'offensiva israeliana sulla Striscia di Gaza. In Cisgiordania, 40 palestinesi sono stati feriti a causa dell'uso eccessivo delle forze da parte delle Foi contro i civili; 25 feriti nella Gerusalemme occupata, tra cui 2 giornalisti, 4 a Tubas, 7 durante una protesta pacifica a Jabal Sbeih a Nablus, 3 a Ramallah (Ni'lin e al-Nabi Saleh) e un bambino a Kafr Qaddoum. Inoltre, decine di persone sono morte soffocate a causa dei lacrimogeni sparati dalle Foi in quegli attacchi e in altri in Cisgiordania. Le Foi hanno anche aperto il fuoco due volte contro i pescherecci palestinesi e una volta contro i terreni agricoli nell'ovest e nell'est della Striscia di Gaza.

Demolizioni:

Il PCHR ha documentato 5 incidenti:

  • Gerusalemme est: palestinese costretto ad autodemolire la sua casa a Jabal Mukaber.
  • Hebron: demoliti un locale agricolo e ricovero per pecore.
  • Gerico: 10 tende, 9 baracche e altri beni e attrezzature smantellate e confiscate oltre a demolire 2 piscine nel villaggio di Bardalah e radere al suolo una strada agricola.

Attacchi di coloni:

I coloni hanno effettuato 2 attacchi: rivolte e assalti ai civili a Kafl Haris nel nord di Salfit e assalti ai veicoli palestinesi nel sud-est di Nablus.

Politica di chiusura israeliana e restrizioni alla libertà di movimento:

Le autorità israeliane hanno continuato a imporre punizioni collettive contro la popolazione della Striscia di Gaza chiudendo i valichi di Kerm Abu Salem e Beit Hanoun "Erez" e aprendoli parzialmente pochi giorni dopo la dichiarazione di cessate il fuoco il 22 maggio 2021. Ciò avviene in un momento in cui il La Striscia di Gaza subisce ancora la peggior chiusura nella storia dell'occupazione israeliana dei territori occupati poiché è entrata nel 14° anno consecutivo, senza alcun miglioramento nella circolazione di persone e merci, nelle condizioni umanitarie e con conseguenze catastrofiche su tutti gli aspetti della vita. .

In Cisgiordania, le autorità israeliane hanno continuato a dividerlo in piccoli cantoni isolati mentre molte strade sono ancora completamente chiuse. Oltre ai posti di blocco permanenti, le Foi stabiliscono posti di blocco temporanei che ostacolano il movimento dei civili e ne arrestano molti.

Leggi l'intero report: 03–09 giugno 2021
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente