Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Articolo PCHR

27 maggio – 02 giugno 2021

Violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei Territori Occupati hanno continuato nel periodo di riferimento (27 maggio – 2 giugno 2021).

Sommario:

  • Un civile palestinese ucciso a Nablus nell'uso eccessivo della forza letale delle forze di occupazione israeliane; Altri 2 muoiono per le ferite riportate negli attacchi delle forze di occupazione israeliane a Gaza e Ramallah.
  • 16 palestinesi feriti, tra cui 4 bambini e una donna anziana in Cisgiordania.
  • In 171 incursioni delle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata: arrestati 125 civili, tra cui 12 bambini, 2 donne e 2 giornalisti.
  • una incursione limitata delle forze di occupazione israeliane nel Khan Younis orientale e sparatorie segnalate a Rafah orientale e contro pescherecci.
  • Un malato di cancro a Gaza muore a causa del divieto di viaggio di Israele per il trattamento medico.
  • 7 tende demolite a Hebron e un'altra struttura commerciale a Gerusalemme; 8 avvisi di demolizione e cessazione della costruzione distribuiti in Cisgiordania.
  • Coloni attaccano veicoli palestinesi e sequestrano 3 dunum con tentativi di stabilire un avamposto di insediamento in Cisgiordania.
  • Politica di punizione collettiva: a 16 palestinesi e le loro famiglie negata l'assicurazione sanitaria.
  • Le forze di occupazione israeliane hanno stabilito 39 posti di blocco militari temporanei in Cisgiordania e hanno arrestato 2 civili palestinesi su detti posti di blocco.

Le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno continuato a commettere crimini e violazioni a più livelli contro i civili palestinesi e le loro proprietà, comprese incursioni nelle città palestinesi caratterizzate da un uso eccessivo della forza, aggressioni, abusi e attacchi ai civili che sono per lo più condotti dopo la mezzanotte e nelle prime ore del mattino. Questa settimana, le forze di occupazione israeliane hanno ripreso le sue attività di demolizione e di rasatura al suolo di proprietà palestinesi e i coloni hanno lanciato attacchi contro i palestinesi e le loro proprietà. Le forze di occupazione israeliane hanno mantenuto la sua politica di punizione collettiva nella Striscia di Gaza, tenendo chiusi sia i valichi di Beit Hanoun che quelli di Karm Abu Salem, con operazioni limitate per casi eccezionali condizionati.
 

Sparatorie da parte dell'IOF e violazione del diritto all'integrità fisica:

In Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata, le forze di occupazione israeliane hanno ucciso un civile palestinese in attacchi contro una protesta pacifica a Nablus. Nel frattempo, altri due sono morti: un palestinese di Ramallah è morto per le ferite riportate durante gli scontri ad al-Bireh, e un civile di Gaza è morto per le ferite riportate nell'ultima aggressione militare delle forze di occupazione israeliane nella Striscia di Gaza. Inoltre, 16 palestinesi hanno riportato ferite, tra cui 4 bambini e una donna anziana, nell'uso eccessivo della forza delle forze di occupazione israeliane contro le proteste e durante i raid nelle città della Cisgiordania. A Gerusalemme, un bambino palestinese è stato investito dalla politica israeliana di proposito dopo che lo hanno inseguito sulla sua bicicletta che conteneva la bandiera palestinese; il bambino è stato ferito e contuso nell'attacco e la polizia lo ha arrestato.

Nella Striscia di Gaza, una sparatoria delle forze di occupazione israeliane è stata registrata contro pescherecci e un'altra su terreni agricoli nella parte orientale di Rafah.
 

Incursioni delle forze di occupazione israeliane e arresti di civili palestinesi:

le forze di occupazione israeliane hanno effettuato 171 incursioni in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata. Quelle incursioni includevano raid di case civili e sparatorie, suscitando paura tra i civili e attaccando molti di loro. Durante le incursioni di questa settimana, sono stati arrestati 125 palestinesi, tra cui 12 bambini e 2 donne, uno è giornalista e un altro giornalista.

Nella Striscia di Gaza, le forze di occupazione israeliane hanno condotto un'incursione limitata nel Khan Younis orientale.
 

Demolizioni:

Il PCHR ha documentato 8 incidenti:

  • Hebron: 4 tende (residenziali e fienili) sono state demolite nel sud-est di Yatta, un'altra carovana è stata confiscata ad Atut. Tre tende demolite ad ad-Dhahiriya e Samoua'. 5 avvisi di demolizione sono stati notificati a Kherbet Musafer..
  • Ramallah: notificati 3 avvisi di cessate la costruzione e demolizione contro due case e una struttura commerciale a Ni'lin..
  • Qalqilya: 100 ulivi sradicati.
  • Betlemme: rasi al suolo 4 dunum e distrutto un pozzo d'acqua a Husan.
  • Gerusalemme Est: demolita una struttura commerciale vicino al checkpoint militare di Hizma.
     

Attacchi di coloni:

Gli operatori sul campo del PCHR hanno riferito e documentato 6 attacchi di coloni israeliani contro civili palestinesi e le loro proprietà:

  • Gerusalemme est: donna palestinese aggredita nella sua casa nel quartiere di Sheikh Jarrah.
  • Betlemme: sequestrati 3 dunum e un pozzo d'acqua a Kisan.
  • Salfit: tentativi di stabilire un avamposto di insediamento e aggressione a un civile e al suo veicolo a Deir Istiya.
  • Ramallah: vetri di 3 veicoli distrutti a Ni'lin.
  • Qalqilya: contadini aggrediti a Dayr Balut – Salfit e Saniriya – Qalqilya.
     

Politica di chiusura israeliana e restrizioni alla libertà di movimento:

A causa della politica in corso delle forze di occupazione israeliane di punizioni collettive nella Striscia di Gaza, intensificata con la chiusura dei valichi di Beit Hanoun e Karm Abu Salem, con operazioni limitate, Hasan Ahmed 'Abed al-Kharti (62), che aveva un cancro alla lingua e alla gola, è deceduto domenica 30 maggio 2021. Al-Kharti aveva ottenuto un rinvio medico per cure presso l'ospedale al-Makassed a Gerusalemme occupata e il dipartimento di coordinamento e collegamento del ministero della salute ha chiesto un permesso di viaggio il 27 maggio 2021. Tuttavia, le autorità israeliane non ha approvato il suo viaggio.

Nel frattempo, le forze di occupazione israeliane hanno continuato a dividere la Cisgiordania in cantoni separati con strade chiave bloccate dall'occupazione israeliana dalla Seconda Intifada e con posti di blocco temporanei e permanenti, dove la circolazione dei civili è limitata e sono soggetti all'arresto.
 

Leggi l'intero report: 27 maggio – 2 giugno 2021
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente