Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Articolo PCHR

28 ottobre – 3 novembre 2021

Violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei Territori Occupati hanno continuato nel periodo di riferimento (28 ottobre – 3 novembre 2021).

Sommario:

  • Le forze di occupazione israeliane sparano e feriscono 3 palestinesi, compreso un bambino, nell'uso eccessivo della forza in Cisgiordania e Gerusalemme est occupata.
  • Segnalate 3 sparatorie delle forze di occupazione israeliane contro pescherecci e due volte su terreni agricoli nella Striscia di Gaza.
  • In 119 incursioni delle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata: arrestati 80 civili, tra cui 16 bambini.
  • Il tribunale israeliano ratifica la decisione di confiscare 4700 mq nel quartiere di al-Sheikh Jarrah nella Gerusalemme est occupata
  • Le forze di occupazione israeliane demoliscono 3 case, 2 negozi e 6 tende; 3 di loro sono residenziali, mentre in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata, sono stati distribuiti avvisi di stop ai lavori di costruzione.
  • Le forze di occupazione israeliane hanno stabilito 41 posti di blocco militari temporanei in Cisgiordania e hanno arrestato 2 palestinesi su detti posti di blocco.

Le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno continuato a commettere crimini e violazioni a più livelli contro i civili palestinesi e le loro proprietà. Questa settimana ha visto un'escalation di demolizioni e tentativi di sfollare i palestinesi dalla Gerusalemme occupata, con la complicità della magistratura israeliana. Le forze di occupazione israeliane hanno continuato a usare una forza eccessiva contro i civili palestinesi ea compiere incursioni nelle città e nei villaggi palestinesi della Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata, nonché campagne di arresti, trasformando la Cisgiordania in isolati di terra. Nel frattempo, la Striscia di Gaza entra nel suo quindicesimo anno di chiusura, esacerbando le difficoltà umanitarie in tutto il territorio.

Le forze di occupazione israeliane hanno sparato e ferito 3 civili nell'uso eccessivo della forza in Cisgiordania: uno a Qalqiliya e due compreso un bambino nel campo profughi di al-Duheisha a Betlemme.

Nella Striscia di Gaza, il PCHR ha documentato 3 sparatorie delle forze di occupazione israeliane contro pescherecci nel mare di Gaza e altre due su terreni agricoli nella parte orientale di Gaza.
 

Sparatorie da parte dell'IOF e violazione del diritto all'integrità fisica:

Nella Striscia di Gaza, il PCHR ha documentato 3 sparatorie delle forze di occupazione israeliane contro pescherecci nel mare di Gaza e altre due su terreni agricoli nella parte orientale di Gaza.
 

Incursioni delle forze di occupazione israeliane e arresti di civili palestinesi:

Le forze di occupazione israeliane hanno effettuato 119 incursioni in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata. Quelle incursioni includevano incursioni di case civili e sparatorie, suscitando paura tra i civili e attaccando molti di loro. Durante le incursioni di questa settimana sono stati arrestati 80 palestinesi, tra cui 16 bambini e una donna arrestata insieme al marito.

Nella Striscia di Gaza, le forze di occupazione israeliane hanno condotto un'incursione limitata nel Khan Younis orientale.
 

Demolizioni:

Il PCHR ha documentato 8 incidenti:

  • Gerusalemme Est occupata: il tribunale israeliano ratifica la decisione di confisca di 4700 mq nel quartiere di al-Sheikh Jarrah. Inoltre, 2 negozi vicino al checkpoint di Hizma e 2 case sul monte Mukaber sono stati demoliti mentre 7 famiglie palestinesi ad al-Sheikh Jarrah hanno ricevuto avvisi di evacuazione.
  • Betlemme: sono stati distribuiti un avviso per fermare i lavori di costruzione nel villaggio di Nahalin e un avviso per livellare un terreno agricolo nel villaggio di al-Ma'asarah
  • Tuba: 6 tende, di cui 4 residenziali, e un ovile sono state demolite nelle valli del Giordano settentrionale.
  • Hebron: demolita una casa a Yatta.
     

Politica di chiusura israeliana e restrizioni alla libertà di movimento:

Le autorità di occupazione israeliane hanno continuato a vietare l'ingresso di dozzine di merci, inclusi materiali da costruzione, nelle misure di punizione collettiva contro la Striscia di Gaza mentre la chiusura israeliana imposta al territorio è entrata nel suo 15 ° anno, senza una fine in vista che soddisfi i palestinesi diritto di godere dei propri diritti economici, sociali e culturali.

Nel frattempo, le forze di occupazione israeliane hanno continuato a dividere la Cisgiordania in cantoni separati con strade chiave bloccate dall'occupazione israeliana dalla Seconda Intifada del 2000 - ancora chiuse fino ad oggi - e con posti di blocco temporanei e permanenti, dove il movimento civile è limitato e sono soggetti a arresto, in particolare al valico di frontiera di al-Karama, lungo il confine giordano-palestinese.
 

Leggi l'intero report: https://pchrgaza.org/en/weekly-report-on-israeli-human-rights-violations-in-the-occupied-palestinian-territory-28-october-3-november-2021/

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente