Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Articolo PCHR

31 dicembre 2020 - 06 gennaio 2021

Violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei Territori Occupati hanno continuato nel periodo di riferimento (31 dicembre 2020 - 06 gennaio 2021).

Sommario:

  • Un uomo palestinese ucciso vicino allo svincolo "Gush Etzion", a sud di Betlemme, presunto attore di un attacco ad arma bianca.
  • Uso eccessivo della forza delle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania e Gerusalemme est occupata: 30 palestinesi feriti, inclusi 4 bambini e un paramedico.
  • 9 sparatorie delle forze di occupazione israeliane riportate contro palestinesi e terreni agricoli, e 3 volte contro pescherecci nella Striscia di Gaza orientale e occidentale.
  • In 79 incursioni delle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania, compresa Gerusalemme Est occupata: 58 civili arrestati, compresi 11 bambini.
  • Terra su vasta scala che radica in Cisgiordania e 4050 alberi sradicati; Ratificata la decisione di confisca delle terre di Betlemme.
  • Gerusalemme Est occupata: una casa ha ricevuto l'ordine di evacuazione; 6 muri, un pozzo d'acqua e una caserma demoliti.
  • Attacchi di coloni in Cisgiordania: 300 alberi sradicati; civili e le loro proprietà aggredite.
  • Le forze di occupazione israeliane hanno stabilito 56 posti di blocco militari temporanei in Cisgiordania e hanno arrestato 2 civili palestinesi su detti posti di blocco.

Crimini e violazioni israeliane:

Le forze di occupazione israeliane (IOF) hanno continuato a commettere crimini e violazioni a più livelli contro i civili palestinesi e le loro proprietà, inclusi raid nelle città palestinesi caratterizzati da un uso eccessivo della forza, aggressioni, abusi e attacchi contro i civili che sono per lo più condotti dopo mezzanotte e nelle prime ore del mattino. Questa settimana si è assistito a un'escalation di attacchi dei coloni, principalmente lanci di pietre contro case e veicoli civili in Cisgiordania. Inoltre, le demolizioni delle forze di occupazione israeliane di case e proprietà palestinesi sono continuate come parte dell'annessione de facto di Israele e con vari pretesti in Cisgiordania e Gerusalemme est.

Questa settimana, il PCHR ha documentato 189 violazioni del diritto internazionale dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario (DIU) da parte delle forze di occupazione israeliane e dei coloni dell'oPt. Va notato che le limitazioni dovute alla pandemia del coronavirus, hanno limitato la mobilità dei lavoratori sul campo della PCHR e la capacità di condurre la documentazione sul campo; pertanto, le informazioni contenute in questo rapporto sono solo una parte delle continue violazioni delle IOF.
 

Sparatorie da parte delle forze di occupazione israeliane e violazione del diritto all'integrità fisica:

Le forze di occupazione israeliane hanno ucciso un palestinese e ferito 30 civili, tra cui 4 bambini e un paramedico per un uso eccessivo della forza in Cisgiordania: 'Ahed' Abed al-Rahman Mahmoud Qawqas Ekhlayl (25 anni) di Hebron è stato ucciso il 5 gennaio 2021 vicino all'incrocio di "Gush Etzion ” nella parte meridionale di Betlemme. Le forze di occupazione israeliane hanno affermato che la vittima ha tentato di accoltellare i soldati israeliani. Inoltre, le forze di occupazione israeliane hanno ferito 14 palestinesi, tra cui un bambino e un paramedico, nell'oppressione di una protesta pacifica a Deir Jarir - Ramallah; Altri 8 hanno riportato ferite nell'attacco delle forze di occupazione israeliane alla protesta settimanale di Kafr Qaddum a Qalqilya; un altro bambino è stato ferito in un attacco delle forze di occupazione israeliane in un'altra protesta nel nord di Qalqilya; e tre ferite riportate, tra cui un padre e un figlio, vicino al muro di annessione a Jenin. Anche,un altro palestinese di Hebron è stato colpito da una distanza ravvicinata da soldati israeliani senza alcuna minaccia alla loro sicurezza; la sua ferita ha provocato una paralisi completa.

Nella Striscia di Gaza, sono state riportate 9 sparatorie delle forze di occupazione israeliane contro terreni agricoli e tre volte contro pescherecci nella Striscia orientale e occidentale.
 

Incursioni delle forze di occupazione israeliane e arresti di civili palestinesi:

Le forze di occupazione israeliane hanno effettuato 79 incursioni in Cisgiordania, compresa Gerusalemme est occupata. Quelle incursioni includevano incursioni di case civili e sparatorie, allettando la paura tra i civili e attaccando molti di loro. Durante le incursioni di questa settimana, 58 palestinesi sono stati arrestati, inclusi 11 bambini.

Nella Striscia di Gaza, le forze di occupazione israeliane hanno condotto un'incursione limitata nel Khan Younis orientale.
 

Demolizioni:

Il PCHR ha documentato 9 incidenti, tra cui:

  • Gerusalemme Est occupata: piano casa auto demolito; decisione di evacuazione emessa contro una casa a Silwan; 6 mura, un pozzo e una caserma furono demoliti ad Anata.
  • Nablus: un veicolo da costruzione confiscanto a Rujeib.
  • Salfit: 550 alberi rasi al suolo a Biddya; 300 dunum di terreno rasi al suolo e 3500 alberi sradicati a Deir Ballut.
  • Betlemme: Israele ratifica la confisca della terra per l'espansione degli insediamenti; stanza agricola demolita ad al-Khader.
     

Attacchi di coloni:

I lavoratori sul campo del PCHR hanno segnalato e documentato 16 episodi di violenza da parte dei coloni:

  • Salfit: 300 alberi sradicati e avviso di confisca della terra; sabbia e blocchi messi in una terra a Deit Ballut.
  • Nablus: attacchi alle strade e sassi lanciati contro veicoli che transitano all'ingresso dell'insediamento “Homesh”; aggressioni con pietre contro case di civili a Huwara dove una donna palestinese ha riportato ferite; attacchi alla strada Ramallah - Nablus che danneggiano il veicolo di un giornalista; Area di al-Khan aggredita e tentata confisca dell'area.
  • Qalqilya: attacchi e lancio di pietre sulla strada principale vicino a Kafr Qaddum.
  • Hebron: civili e contadini aggrediti nel sud di Yatta.
  • Betlemme: le acque reflue hanno allagato le terre nel villaggio di Husan su larga scala.
     

Politica di chiusura israeliana e restrizioni alla libertà di movimento:

La Striscia di Gaza subisce ancora la peggiore chiusura nella storia dell'occupazione israeliana dell'oPt poiché è entrata nel 14 ° anno consecutivo, senza alcun miglioramento nella circolazione delle persone e delle merci, nelle condizioni umanitarie e con conseguenze catastrofiche su tutti gli aspetti della vita.

Nel frattempo, le forze di occupazione israeliane hanno continuato a dividere la Cisgiordania in cantoni separati con strade chiave bloccate dall'occupazione israeliana dalla Seconda Intifada e con posti di blocco temporanei e permanenti, dove i movimenti civili sono limitati e sono soggetti ad arresto.
 

Leggi l'intero report: 31 dicembre 2020 - 06 gennaio 2021
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente