Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Articolo PCHR

31 gennaio - 06 febbraio 2019

Le forza di occupazione israeliane perpetrano crimini sistematici contro i civili palestinesi.

Violazioni israeliane del diritto internazionale e del diritto umanitario internazionale nei Territori Occupati hanno continuato nel periodo di riferimento (31 gennaio - 6 febbraio 2019).

Shooting:

Le forze israeliane hanno continuato a usare la forza letale contro i civili palestinesi, che hanno partecipato a manifestazioni pacifiche organizzate nell'ambito delle attività della "Grande Marcia del Ritorno e Rottura dell'Assedio" nella Striscia di Gaza, che hanno assistito per la 47^ settimana di fila a manifestazioni pacifiche lungo la zona orientale e settentrionale della Striscia di Gaza.

Nella Striscia di Gaza, le forze israeliane hanno ferito 100 civili, tra cui 29 bambini, 3 donne, un giornalista e una paramedica. Le ferite di 7 di loro è stata riportata come grave.

In Cisgiordania, le forze israeliane hanno ucciso una ragazza e un ragazzo mentre un altro civile è stato ucciso dai coloni israeliani. Le forze israeliane hanno ferito 24 civili, tra cui un bambino.

In Cisgiordania, le forze israeliane hanno ucciso un civile palestinese il 4 febbraio 2019 e ne hanno ferito un altro a un posto di blocco militare nel nord della West Bank. Le forze israeliane hanno affermato che una bomba a tubo fatta in casa è stata lanciata contro i soldati di stanza al checkpoint. Inoltre, le forze israeliane hanno ferito 15 civili, compresi 3 bambini, in incidenti separati in Cisgiordania.

Il 3 febbraio 2019, fonti mediche dell'ospedale al-Shifa hanno dichiarato la morte di Ahmed Abu Jabal (29 anni), dal quartiere al-Shuja'iyia, a est della città, deceduto in seguito a precedenti ferite. Il 29 gennaio 2019 Ahmed è stato colpito da un proiettile mentre partecipava a una manifestazione organizzata nella base militare di Zikim , a nord-ovest di Beit Lahia, nel nord della Striscia di Gaza.

Lesioni nella Striscia di Gaza dal 31 gennaio al 6 febbraio 2019 per Governatorato

Governorate Injuries
Total Children Women Journalists Paramedics Critical Injuries
Northern Gaza Strip 25 7 1 0 0 3
Gaza City 27 1 0 0 0 0
Central Gaza Strip 14 7 1 1 0 0
Khan Younis 15 11 0 0 0 2
Rafah 19 3 1 0 1 2
Total 100 29 3 1 1 7

Le forze israeliane hanno continuato ad intensificare i loro attacchi contro i pescatori palestinesi, indicando che la politica israeliana in corso mira a indirizzare i loro mezzi di sostentamento. Durante il periodo di riferimento, il PCHR ha documentato 2 incidenti: 1 incidente adiacente a Khan Yunis Shore e 1 incidente adiacente a Rafah Shore

Nell'ambito del targeting delle aree di confine, le forze israeliane di stanza lungo la barriera di confine con Israele, hanno aperto il fuoco 5 volte in terre situate nelle aree di confine con Israele nel centro della Striscia di Gaza e nella Striscia di Gaza meridionale. Non sono state segnalate vittime. Inoltre, i carri armati israeliani hanno preso di mira 2 siti militari con proiettili di artiglieria nell'est del Khan Yunis.
 

Incursioni:

Durante il periodo di riferimento, le forze israeliane hanno condotto almeno 79 incursioni militari nelle comunità palestinesi in Cisgiordania. Durante quelle incursioni, le forze israeliane hanno arrestato almeno 56 palestinesi, tra cui 14 bambini e una donna. Nella Striscia di Gaza, le forze israeliane hanno condotto 3 incursioni limitate nella parte orientale della Striscia di Gaza.

Nella striscia di Gaza, il 1° febbraio 2019, i veicoli israeliani si sono spostati a circa 100 metri ad est del villaggio di al-Qararah, a nord-est di Khan Yunis, a sud della Striscia di Gaza. Hanno livellato e pettinato le terre lungo la barriera di confine con Israele

Il 4 febbraio 2019, i veicoli israeliani si sono spostati a circa 100 metri ad est della barriera di confine con Israele, a est di Dir al-Balah. I veicoli israeliani hanno livellato e pettinato le terre lungo la barriera di confine. Il giorno dopo, i veicoli israeliani hanno ripreso l'incursione, hanno livellato le terre dell'area.
 

Gli sforzi per creare una maggioranza ebraica a Gerusalemme Est:

Il 1° febbraio 2019, Mahmoud Abu Hussein ha iniziato a demolire la sua casa nel Monte al-Mukaber, a sud della Gerusalemme Est occupata, dopo che il comune israeliano gli ha dato un avviso per demolire la casa sotto il pretesto di mancanza di licenza edilizia. La casa di 120 metri quadrati ospitava 3 famiglie di 13 membri, compresi 7 bambini, ed era un edificio annesso ad un vecchio edificio di 100 metri quadrati.

Il 2 febbraio 2019, Majdy Abu Teyeh ha iniziato a demolire la sua casa nel villaggio di Silwan, a sud della città vecchia di Gerusalemme Est occupata, dopo che il comune israeliano gli ha consegnato un avviso di demolizione delle due stanze a causa della mancanza della licenza edilizia.. La casa di 70 metri quadrati ospitava una famiglia di 6 membri, compresi 4 bambini.
 

Le attività di insediamento e gli attacchi dei coloni israeliani contro i civili palestinesi e le loro proprietà:

Il 1 ° febbraio 2019, un gruppo di 7 coloni ha attaccato un gruppo di giovani palestinesi mentre camminava nelle foreste del villaggio di Jibiya, Qimma Park "Street, a nord est di Ramallah. I coloni hanno picchiato pesantemente Aram Wadee 'Hussein' Awees (18 anni), quindi ha subito lividi sul suo viso e su tutto il corpo.

Il 5 febbraio 2019, un gruppo di coloni, dall'insediamento "Ma'un", insediato sulle terre dei civili, a est di Yatta, a sud di Hebron, ha sradicato 23 piante di ulivo piantate un mese fa in un terreno appartenente a Jom'a Moussa Rab ' ee (45 anni), nella zona di al-Hamra.
 

Leggi l'intero report: http://pchrgaza.org/en/?p=1955

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente