Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Adesione - Manifestada 12 ottobre contra a s’ocupatzione militare de sa Sardigna

BDS Italia aderisce alla Manifestazione contro l’occupazione militare che si svolgerà il 12 ottobre 2019 presso il poligono di Capo Frasca. Oltre 40 comitati, movimenti, associazioni e sindacati manifesteranno insieme in Sardegna contro le esercitazioni e l'occupazione militare.

Le basi militari e i poligoni sfruttano e devastano oltre 35 mila ettari del territorio sardo sotto il vincolo delle servitù militari per attività finalizzate alle sperimentazioni di armamenti e alle esercitazioni militari. Ospitano imprese dell’industria bellica e eserciti militari, inclusi quello israeliano, e hanno dirette conseguenze nelle aggressioni contro altri popoli, come in Palestina e nello Yemen.

Da anni esistono forti legami tra i movimenti anti-militaristi sardi, il movimento BDS e il popolo palestinese.

Nel 2014, mentre Israele bombardava Gaza, in Sardegna si protestava contro le esercitazioni militari in programma, in particolare contro la partecipazione di Israele. Da Gaza arrivavano decine di foto di palestinesi nelle macerie di Gaza, chiedendo all’Italia di non addestrare i piloti che li bombardavano. A seguito di una vasta e partecipata campagna di protesta, Israele venne rimosso dalla lista ufficiale delle forze armate partecipanti.

BDS Italia esprime piena solidarietà nei confronti del coordinamento AForas e di tutte le realtà sarde che, come il popolo palestinese, sono state colpite da una inaccettabile repressione poiché impegnate nella lotta in difesa dei territori e per i diritti umani.

BDS Italia ribadisce il proprio rifiuto a ogni forma di colonialismo, discriminazione e razzismo.  La lotta per la giustizia in Palestina è intrinsecamente legata alle lotte contro il militarismo e la filiera bellica.

BDS Italia fa appello a tutte le realtà solidali con la Palestina e ai movimenti pacifisti affinché partecipino il 12 ottobre alla manifestazione a Capo Frasca per chiedere:

  • la chiusura definitiva di tutte le basi militari, nonché la loro bonifica e restituzione al popolo sardo, la fine di tutte le esercitazioni militari e della produzione di armamenti in Sardegna, che oltre a causare danni all’economia, alla salute e alla libertà dei sardi, porta morte e distruzione a milioni di civili inermi nello Yemen e in Palestina;
  • la revoca dell'accordo del 2005 di Cooperazione Militare con Israele che, tra l'altro, comprende le esercitazioni militari congiunte in Sardegna;
  • l’applicazione di un embargo militare totale nei confronti di Israele, come chiesto dal Comitato Nazionale Palestinese per il BDS, con il blocco di ogni fornitura di armi e l’interruzione di ogni forma di collaborazione militare e accademica.

Cosa puoi fare:

►Partecipa alla manifestazione, appuntamento per sabato 12 ottobre 2019 alle ore 15.00 presso la base militare di Capo Frasca a Sant’Antonio di Santadi (Informati sui bus organizzati per raggiungere Capo Frasca);

►Segui l’evento Facebook;

►Se non puoi raggiungere la mobilitazione in Sardegna, organizza nella tua città un evento o un’azione di supporto e solidarietà e mettiti in contatto con aforasinfo@gmail.com, bdsitalia@gmail.com o con la pagina Facebook di: A Foras, Associazione Amicizia Sardegna Palestina, BDS Sardegna, BDS Italia;

►Firma e condividi l’appello lanciato da esponenti del mondo della cultura, dell'arte, dello spettacolo e della letteratura in sostegno alla manifestazione del 12 ottobre a capo frasca;

►Invia l’adesione alla Manifestada della realtà sociale, della forza politica, del comitato o dell’associazione di cui fai parte scrivendo a manifestadacapofrasca2019@gmail.com.

 

BDS Italia
Per informazioni e contatti:
bdsitalia@gmail.com
Sito web: www.bdsitalia.org
Facebook: facebook.com/BDSItalia
Twitter: @bdsitalia
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente