Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Barakat: i responsabili dell’atroce crimine a Parigi sono l'imperialismo, il colonialismo e le forze reazionarie

“La responsabilità per l’atroce massacro che ha avuto luogo a Parigi la notte scorsa e che ha ucciso almeno 120 persone innocenti, ricade in primo luogo sul colonialismo, l'imperialismo e le forze assassine, empie, criminali; in particolare sugli Stati Uniti, sullo stato francese e il loro comportamento reazionario nella regione”. Questo ha dichiarato il compagno Khaled Barakat, coordinatore della Campagna internazionale per la liberazione di Ahmad Sa'adat.

In un'intervista con il dipartimento dell’informazione del FPLP, Barakat ha detto che "la destra fascista e il nemico sionista sono gli unici beneficiari di questo crimine efferato, che a loro risulta utile. Gli arabi, in particolare i palestinesi, pagano e pagheranno il prezzo di entrambi gli attentati che hanno avuto luogo: in Bourj al-Barajneh a Beirut sud contro persone innocenti, e a Parigi, anche qui contro i civili".

Barakat indica "un'ondata di razzismo che alcuni stanno cercando di incitare in Libano contro il nostro popolo palestinese, che è ancora più grave nella Francia coloniale, dove si assiste a crescenti ondate di razzismo e di odio nei confronti dei migranti, dei rifugiati e dei cittadini poveri, in particolare arabi e africani in Europa".

Barakat ha sottolineato che "la sanguinosa storia coloniale francese in Algeria, Siria, Libano e in altri luoghi del mondo arabo è ancora fresca nella memoria della popolazione araba, mentre la Francia continua ancora oggi a sostenere lo stato sionista razzista e i regimi arabi reazionari con forniture di armi e offerte. Lo Stato francese è ostile al diritto di autodeterminazione e di liberazione dei popoli palestinesi e arabi, mentre all'interno della Francia, sono praticate forme di razzismo e di oppressione contro i poveri e contro gli arabi e musulmani della classe operaia. Tutti questi fattori indeboliscono la solidarietà araba e possono distorcere l'immagine della realtà di questo crimine".

"Oggi il modo per colpire gli Stati Uniti e gli interessi imperialisti europei non è attraverso crimini e massacri sanguinosi contro i civili per le strade di Parigi, Londra e New York; è attraverso la sfida agli interessi imperialisti: con l'organizzazione di movimenti popolari arabi, con il rafforzamento di campagne di solidarietà e del settore rivoluzionario dei movimenti antimperialisti, affrontando le politiche coloniali dell'Occidente attraverso la mobilitazione delle masse - studenti delle università, i lavoratori nei sindacati, membri delle chiese e altre istituzioni pubbliche e settori sociali", ha detto Barakat. "Dobbiamo normalizzare la resistenza del popolo e le forze della resistenza, e rafforzare il ruolo e la voce delle comunità palestinesi e arabe in Occidente, in particolare in questo momento in cui sono aumentate l'oppressione razzista e le minacce".

"I gruppi takfiri, oscurantisti e reazionari, sono un prodotto naturale della realtà attuale del mondo arabo, tra un massiccio sottosviluppo e il potere di regimi reazionari viziosi che sono strumenti dell'imperialismo, in particolare il Regno di Arabia Saudita e Qatar. Da notare anche il ruolo distruttivo svolto dai paesi come la Turchia e gli altri alleati della NATO nella regione", ha proseguito Barakat.

Barakat ha dichiarato che entità come "Al-Qaeda", "Al-Nusra", "ISIS" e altri gruppi oscurantisti, forze takfiri reazionarie, non dureranno a lungo ma sono "in via di scomparsa, in parte per mano di coloro che li hanno plasmati; questo dopo essere stati utilizzati per raggiungere obiettivi specifici, impiegati nella creazione di caos, sabotaggio e il settarismo, non riuscendo a raggiungere gli obiettivi delle forze imperialiste e reazionarie arabe in un certo numero di regioni e paesi".

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente