Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Conferenze regionali della chiesa United Methodist disinvestono da aziende che sostengono l'occupazione israeliana

Quattro conferenze regionali della chiesta statunitense United Methodist hanno votato questo mese per disinvestire da aziende coinvolte con l'occupazione israeliana della terra palestinese. Si sono unite ad altri cinque conferenze regionali che avevano già preso provvedimenti analoghi, portando il totale a nove enti regionali che rappresentano migliaia di chiese.

Le aziende oggetto delle recenti risoluzioni comprendono Caterpillar, Motorola Solutions, Hewlett Packard e, in un caso, la General Electric. Tutti svolgono un ruolo significativo nell’occupazione israeliana. Inoltre, almeno altre cinque conference hanno chiesto al Consiglio generale per le Pensioni della chiesa di disinvestire dalle società che traggono profitto dall'occupazione. E altre due conferenze hanno istituito commissioni ufficiali questo mese per esaminare la questione.

Appena i metodisti vengono a conoscenza delle politiche israeliane di confische di terre, demolizioni di case, sistemi segregati di trasporti, acqua e leggi che discriminano cristiani e musulmani, vi è un forte senso che la Chiesa debba agire. Palestinesi cristiani hanno invitato le chiese di tutto il mondo a contribuire a porre fine all'occupazione della loro terra.

Secondo John Wagner di United Methodist Kairos Response (UMKR), "La nostra chiesa ha una lunga storia di difesa dei diritti umani in tutto il mondo. La domanda ora è se avremo la stessa determinazione ad agire nella situazione in Terra Santa, dove i nostri fratelli cristiani hanno chiesto il nostro aiuto".

Il movimento per il disinvestimento ha avuto un incremento visti l’espansione degli insediamenti illegali israeliani su terre palestinesi e l’aumento degli attacchi israeliani contro cristiani e musulmani. Nel 2012, Friends Fiduciary Committee, che gestisce gli investimenti per i Quaccheri, ha disinvestito da Caterpillar, Hewlett Packard e Veolia Environnement a causa del loro coinvolgimento nell’occupazione. Questa primavera, la Chiesa mennonita e l'American Friends Service Committee hanno classificato ventinove aziende che traggono profitti dall'occupazione inammissibili per investimenti.

Il disinvestimento è una forma di protesta economica nonviolenta a lungo utilizzata per incoraggiare le imprese a porre fine a pratiche ingiuste. La chiesa metodista si è impegnata per anni nel dialogo con Caterpillar, Hewlett Packard e Motorola Solutions per il loro ruolo nell’occupazione israeliana. Coloro che chiedono il disinvestimento dicono che rafforzerà la chiesa nei negoziati futuri, dimostrando che ci saranno delle conseguenze per chi ignora le preoccupazioni della chiesa.

Nel 2012, le azioni della Caterpillar sono state declassate da MSCI, una prestigiosa agenzia di rating, e poi rimosse dai fondi socialmente responsabili del importantissimo fondo pensionistico statunitense, TIAA CREF, che ha disinvestito per un valore di 72 milioni di dollari dalla Caterpillar. Il ruolo dell'azienda nell’occupazione è stato dato come motivazione.  Anche grandi fondi pensionistici europei hanno disinvestito dalle aziende coinvolte con l'occupazione. Secondo Susanne Hoder del New England Conference "Il disinvestimento è un’azione finanziariamente efficacia e un’iniziativa moralmente imprescindibile per la Chiesa."

Chi è UMKR: United Methodist Kairos Response è una rete globale dal basso di laici e del clero all'interno della Chiesa Metodista che lavora per porre fine all'occupazione israeliana della terra palestinese. Rispondendo ad un’appello urgente da parte di palestinesi cristiani, UMKR sostiene decisioni di principio sugli investimenti e sulle scelte dei consumatori che avranno un impatto sull’occupazione. Attraverso la ricerca, la formazione e l'advocacy, UMKR sostiene mezzi nonviolenti per garantire una pace giusta per tutti i popoli di Israele e Palestina. Per ulteriori informazioni: www.kairosresponse.org
 

Fonte: United Methodist Kairos Response
Traduzione di BDS Italia
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente