Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Il FPLP chiede un'ampia partecipazione alle giornate di azione per la liberazione di Ahmad Sa'adat e Georges Abdallah

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina invita tutti a partecipare alle attività e alle campagne lanciate per sostenere i prigionieri palestinesi nelle carceri dell'occupazione e per chiederne la liberazione. Diversi eventi, organizzati dal movimento dei prigionieri palestinesi, e la campagna per liberare Ahmad Sa'adat saranno organizzate in Palestina e in tutto il mondo nella settimana tra il 17 e il 25 Ottobre, chiedendo la libertà per i prigionieri palestinesi e concentrandosi in particolar modo sul caso del Segretario Generale Ahmad Sa'adat, cui vengono negate le visite dei familiari da parte delle forze di occupazione, e sul caso del combattente arabo Georges Ibrahim Abdallah, imprigionato nelle carceri francesi da più di 30 anni.

Il Fronte ha elogiato Sa'adat per la sua lotta contro la negazione delle visite familiari, per cui si è rifiutato di firmare l'ordine, e ha sottolineato come il leader stia progettando di lanciare uno sciopero della fame se le autorità carcerarie non annulleranno il divieto alle visite dei familiari e la privazione a centinaia e migliaia di prigionieri dei loro più elementari diritti umani. Il FPLP esortato tutti ad organizzare azioni e ad aumentare l'impegno nella lotta al fianco di Sa'adat, dei suoi compagni prigionieri politici palestinesi e dei loro diritti, in particolare il diritto fondamentale alle visite dei familiari.

Il Fronte ha affermato che la negazione delle visite familiari è stato imposta al fine di isolare i prigionieri palestinesi dal movimento nazionale: si tratta di una misura disperata volta a spezzare la volontà della leadership del movimento dei prigionieri. Questa è una nuova forma di isolamento già subita da Sa'adat, cui è stata negata la visita della maggior parte dei membri della sua famiglia sin da quando è stato rapito dalla prigione di Gerico il 14 marzo 2006 da un'invasione delle forze di occupazione ed è stato tenuto in isolamento senza vedere nessuno per tre anni. Il FPLP ha sottolineato inoltre che c'è un gran numero di prigionieri che subisce questi ordini ingiusti, intensificatisi durante l'aggressione sionista contro Gaza.

Il Fronte ha chiesto che le istituzioni ufficiali palestinesi, in particolare ambasciate e missioni in tutto il mondo, si assumano le loro responsabilità rispetto al proprio popolo sulla questione dei prigionieri e ha invitato gli organismi internazionali per i diritti umani ad esporsi ea agire contro le violazioni dei diritti dei detenuti, sostenendo che c'è bisogno di uno sforzo coeso per "battere sulle pareti del serbatoio" e porre l'attenzione sulle lotte dei prigionieri, la loro oppressione all'interno delle carceri nemiche e gli ordini delle autorità di occupazione che vietano le visite dei familiari.

Il Fronte ha anche sollecitato l'rganizzazione di ulteriori eventi in solidarietà con il combattente arabo compagno Georges Ibrahim Abdallah, detenuto nelle carceri francesi da più di 30 anni, affinché si faccia pressione sulle autorità francesi per il suo rilascio. La lotta per liberare Abdallah è un'estensione della lotta contro la politica di prigionia e di isolamento dell'occupazione sionista contro i nostri prigionieri palestinesi e arabi.
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente