Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Il Technion e un’impresa di armamenti tengono un hackathon di hasbara

Una università israeliana ha ospitato un hackathon di hasbara, che ha visto gli studenti riunirsi per creare nuovi modi per migliorare l'immagine di Israele e minare la campagna per il Boicottaggio, Disinvestimento, Sanzioni (BDS).

La manifestazione 'iHack', che si è tenuta presso l'Istituto Technion-Israel of Technology, è l'ultimo esempio di auto-reclutamento di studenti israeliani e istituti di istruzione superiore nella offensiva globale di Israele (attraverso il sistema, n.d.t.) delle pubbliche relazioni.

Secondo gli organizzatori, l'evento ha cercato di "riunire una comunità di individui creativi, tecnici e appassionati, per lavorare insieme in team per creare media, contenuti, campagne e applicazioni per la difesa di Israele."

Il tema è stato "sviluppare prodotti per promuovere" tre obiettivi: "rendere la difesa di Israele più accessibile al pubblico", "contrastare il movimento BDS" e "dare di Israele un marchio positivo".

Gli studenti della Technion dietro il progetto sono tutti parte dello schema 'Israel Fellowship' gestito dalla organizzazione di difesa israeliana StandWithUs.

L'Hackathon è stato eseguito con l'ausilio del think-tank del Reut Institute. Secondo Reut Institute, "l'obiettivo è quello di migliorare e sviluppare strumenti che possono essere utilizzati da attivisti e organizzazioni che lottano contro la campagna BDS e la delegittimazione di Israele in tutto il mondo."

Secondo un rapporto su The Jerusalem Post, l'evento ospitato dalla Technion si è svolto anche in collaborazione con l'impresa di armamenti Rafael Advanced Defense Systems, così come con "l'Unione degli Studenti e del Centro Imprenditorialità della Technion."

Era presente anche il direttore della diplomazia pubblica presso il Ministero degli Affari Strategici e Diplomazia Pubblica di Israele.

La Rafael ha fornito 20 dipendenti come "mentori", insieme ad "altri esperti nel campo del software e ingegneria, scienze politiche, marketing e graphic design."

Sotto la direzione del funzionario della Rafael 'Ezra' ("il cui cognome è stato omesso"), un gruppo ha creato una " Cupola di ferro diplomatica". Secondo il giornale, "la squadra ha immaginato le manifestazioni anti-israeliane alla stregua dei missili, e la loro applicazione come la Cupola di ferro che deve intercettarle. 

Fonte: Middle East Monitor
Traduzione di BDS Italia

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente