Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

#KhanAlAhmar: il BDS è il nostro strumento più potente per la responsabilità e la giustizia

La lotta popolare e la solidarietà internazionale hanno difeso la comunità palestinese di Khan Al-Ahmar dall'espulsione, impedendo ai bulldozer prodotti da società internazionali di demolire le case e una scuola. Fare una campagna BDS efficace è fondamentale poiché la Corte Suprema di Israele ha approvato la demolizione di Khan Al-Ahmar per fare posto a colonie illegali su terra palestinese occupata. Ciò include indicare e svergognare le società che producono i bulldozer complici nelle demolizioni di Israele: JCB (Regno Unito), Caterpillar (US), Volvo (Svezia), Hyundai (Corea del sud), Hitachi (Giappone) e LiuGong (Cina).

La ininterrotta pulizia etnica di Israele continua con la decisione delle corti israeliane del 5 settembre a favore della imminente distruzione di Khan Al-Ahmar, la comunità beduina palestinese situata ad est di Gerusalemme occupata. La fermezza della piccola comunità di 200 persone a Khan Al-Ahmar è diventata un simbolo della nostra lotta contro l'espulsione e l'espropriazione.

La comunità era già stata cacciata dalle proprie terre ancestrali durante la Nakba, la pulizia etnica su grande scala sulla quale Israele si è costituita. Dalla fine degli anni 90, Israele ha intrapreso tentativi di cancellare le 18 comunità beduine nella zona ad est di Gerusalemme per costruire un corridoio di colonie da Gerusalemme al Mar Morto, dividendo la Cisgiordania occupata in due parti.

La resistenza popolare e l'opposizione diplomatica finora hanno ritardato i tentativi di distruggere queste comunità.

Fino ad oggi la lotta popolare e la solidarietà internazionale hanno difeso la comunità palestinese di Khan Al-Ahmar dall'espulsione e hanno impedito ai bulldozer prodotti dalle società internazionali di portare avanti la distruzione.

Oggi, la persone sul terreno mantengono una presenza continua a Khan Al-Ahmar e raccolgono prove della complicità delle imprese nella continua politica di pulizia etnica dei palestinesi da parte di Israele. Il ruolo del movimento BDS è di mobilitare una pressione globale contro l'impunità di Israele nel perpetrare crimini di guerra e crimini contro umanità e contro la complicità delle imprese in questi crimini.

Niente trasmette un messaggio chiaro a Israele quanto fare una campagna BDS efficace.

Mentre vi unite allo sforzo di salvare Khan Al-Ahmar e di influenzare i vostri governi perché esercitino una pressione concreta su Israele per arrestare la demolizione, ricordate che gli attacchi di Israele ai palestinesi e ai nostri diritti umani non potrebbero accadere senza le molte società che sostengono e traggono profitto dalle politiche israeliane di occupazione, colonialismo e apartheid.

Molte delle demolizioni di Israele sono realizzate da bulldozer prodotti dalle seguenti sei compagnie: JCB (Regno Unito), Caterpillar (US), Volvo (Svezia), Hyundai (Corea del sud), Hitachi (Giappone) e LiuGong (Cina).

Queste compagnie devono essere rese consapevoli che perderanno contratti in seguito al fatto che prestano il loro servizio e traggono profitto dalle politiche di Israele di demolizione delle case e delle comunità palestinesi per fare spazio alle sue colonie illegali su terra palestinese occupata.

Il comitato nazionale palestinese per il BDS fa appello per uno sforzo della società civile globale per impedire la distruzione imminente di Khan Al-Ahmar. Nel fare una campagna per Khan Al-Ahmar ed altre comunità palestinesi a rischio di distruzione e di trasferimento forzato, sollecitiamo tutti a:

  • Indicare e svergognare le compagnie complici nel crimine: smascherarle e denunciarle nei mezzi di informazione tradizionali e nei social media. Le loro attrezzature e servizi sono cruciali per permettere la politica di pulizia etnica di Israele.
  • Organizzare proteste agli uffici di JCB, Caterpillar, Volvo, Hyundai, Hitachi e LiuGong. Chiedere loro di rescindere i loro contratti con le forze di occupazione di Israele e di impegnarsi a fermare la consegna di ulteriori attrezzature o servizi che possano essere usati da Israele in attività che violano i diritti umani fondamentali del popolo palestinese.
  • Organizzare campagne per il disinvestimento e l'esclusione da appalti contro queste aziende nei vostri sindacati, chiese, università - o includere queste aziende nelle campagne già esistenti - per aumentare il prezzo della loro complicità nelle vergognose violazioni dei diritti umani.

Il comitato nazionale palestinese per il BDS (BNC) è la più grande coalizione nella società civile palestinese. Guida e sostiene il movimento globale di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni per i diritti dei palestinesi.
 


Fonte : BNC
Traduzione di BDS Italia

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente