Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Le cose incredibili che siamo riusciti a fare insieme nel 2014 - Comitato Palestinese per il BDS

Per i palestinesi e le persone di coscienza in tutto il mondo il 2014 sarà ricordato come l'anno in cui Israele ha compiuto la sua più sanguinosa strage dei palestinesi nella Striscia di Gaza assediata. Ma il 2014 è stato anche un anno di lotta che ha visto proseguire la resistenza, livelli senza precedenti di solidarietà internazionale con la Palestina e enormi passi in avanti per il movimento di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS).

Ecco la nostra rassegna di alcuni dei principali sviluppi del BDS nel 2014. Il Comitato Nazionale palestinese per il BDS (BNC), la coalizione di organizzazioni della società civile palestinese che si impegna a guidare e sostenere il movimento BDS, ringrazia vivamente ogni persona che ha sostenuto e contribuito al movimento quest'anno. Se potete, vi chiediamo di fare una donazione per la nostra prima raccolta fondi. Ci aiuterà a produrre materiale e ricerche di cui il nostro movimento ha bisogno per avere un impatto ancora maggiore nel corso del 2015.

 

Gennaio - Scarlett Johansson aiuta a portare il BDS al centro dell’attenzione

L'anno si è aperto con una polemica internazionale sulla decisione della star di Hollywood Scarlett Johansson di diventare ambasciatrice del marchio per SodaStream, il produttore israeliano di macchine per l’acqua gasata che ha una fabbrica in un insediamento illegale israeliano.

La mossa ha attirato particolare attenzione perché la star di Lost in Translation era anche un’ambasciatrice di Oxfam, una ONG internazionale che condanna gli insediamenti illegali israeliani. Su Oxfam si è esercitata un’enorme pressione affinché scaricasse Johansson e criticasse pubblicamente la sua decisione.

Alla fine è stata Johansson a porre fine alla saga quando si è dimessa come rappresentante di Oxfam, ma non prima che le immagini circa il suo sostegno al regime di apartheid israeliano siano diventate fenomeni su internet e social media e che il movimento BDS abbia avuto livelli di attenzione senza precedenti da parte dei media internazionali. Il prezzo delle azioni di SodaStream ha subito il primo di tanti colpi.

Il gigante dei fondi pensione olandesi disinveste dalle banche israeliane
In una mossa che ha posto le basi per altri fondi europei a seguire l'esempio più avanti nel corso dell'anno, il fondo pensione olandese PGGM ha annunciato il disinvestimento di decine di milioni di euro da cinque delle più grandi banche di Israele a causa del loro profondo coinvolgimento nei crimini di Israele contro i palestinesi. Il fondo gestisce le pensioni di 2,5 milioni di persone.

Veolia perde un contratto da $ 4,5 miliardi a Boston
Gli attivisti a Boston hanno festeggiato dopo che la multinazionale francese Veolia ha perso un contratto da 4,5 miliardi di dollari a seguito di una campagna vigorosa che denunciava la fornitura di infrastrutture della società negli insediamenti illegali israeliani.

Amici della Terra Internazionale si unisce alla crescente campagna BDS
Il mese di gennaio ha visto anche Amici della Terra Internazionale segnalare il proprio sostegno alla campagna contro la società idrica statale israeliana Mekorot e ad altre campagne di boicottaggio e disinvestimento.

Il Cantante norvegese Moddi annulla un concerto in programma in Israele
La sua decisione è stata in risposta diretta ad una forte campagna sui social media guidata da attivisti BDS a Gaza.

 

Febbraio - Israele in preda al panico mentre altri fondi pensioni europei disinvestono

Investitori danesi e lussemburghesi disinvestono da Israele
Il fondo pensione statale del Lussemburgo FDC ha escluso nove maggiori banche e imprese israeliane e una società statunitense a causa del loro coinvolgimento negli insediamenti israeliani e nelle violazioni dei diritti umani nei Territori palestinesi occupati. Nel frattempo, la più grande banca della Danimarca, la Dankse Bank, ha messo nella lista nera la banca israeliana Hapoalim a causa dei finanziamenti per la costruzione degli insediamenti.

Israele e i suoi sostenitori vanno in panico e attaccano la libertà di parola per paura del boicottaggio
Dopo lo scandalo di Scarlett Johansson e una serie di decisioni di alto profilo per il disinvestimento da parte di imprese e investitori europei, il governo israeliano ha discusso l’uso di azioni legali e  dei suoi servizi di sicurezza per contrastare il movimento BDS. Negli Stati Uniti, parlamentari degli stati di New York e di Maryland hanno intrapreso senza successo iniziative per introdurre una legge riguardante il ritiro dei fondi pubblici da qualsiasi istituzione o associazione accademica che sostenga il BDS.

Un sindacato degli studenti britannico annulla un contratto con la G4S a causa del suo ruolo nelle carceri israeliane
Il Sindacato degli studenti dell'Università del Kent, nel sud-est dell'Inghilterra, ha votato per annullare il suo contratto con la G4S a seguito di un "grido collettivo d’indignazione" per il suo ruolo negli abusi dei diritti umani in Palestina.

 

Marzo – L’azienda idrica israeliana perde un contratto da $ 170 milioni in Argentina

La città di Buenos Aires ha sospeso un contratto per l’acqua da 170 milioni di dollari con la Mekorot a seguito di una campagna sul suo ruolo nel sistema israeliano di “apartheid dell'acqua”. Mekorot è stata anche presa di mira in una settimana di azione che ha avuto inizio nella Giornata Mondiale dell'Acqua.

Vittoria a Galway: Sindacato studentesco irlandese vota per unirsi al movimento BDS
La mozione presentata all'Università Nazionale d'Irlanda a Galway è stata approvata con un margine di quasi 2 a 1 e ha fatto seguito al sostegno dell'Unione degli Insegnanti d'Irlanda nel 2013 per il boicottaggio accademico di Israele.

 

Aprile – Ancora cattive notizie per SodaStream e Mekorot

La Earth Day Network interrompe i rapporti con SodaStream
SodaStream è stata un partner dell'iniziativa Earth Day, come parte dei suoi sforzi di greenwashing del proprio ruolo nell’apartheid israeliana finché la pressione della campagna BDS non ha convinto la rete internazionale ad abbandonare i suoi legami con l'esportatore israeliano. SodaStream si promuove come “amica dell’ambiente” in un tentativo di nascondere il suo ruolo nell’apartheid israeliana.

La società idrica nazionale israeliana perde un affare in Portogallo
Mekorot ha subito la seconda battuta d’arresto in altrettanti mesi quando la società idrica di Lisbona EPAL ha annunciato che aveva terminato un accordo per lo scambio tecnologico dopo pressioni da parte di parlamentari portoghesi e gruppi di attivisti.

Il movimento per il disinvestimento continua ad espandersi nei campus statunitensi
Gli studenti dell'Università di New Mexico, della Wesleyan University nel Connecticut, e dell'Università della California Riverside hanno votato per il disinvestimento dalle aziende che aiutano Israele a violare il diritto internazionale. Nel frattempo, la più grande petizione studentesca nella storia della Florida chiede il disinvestimento.

Il più grande sindacato degli insegnanti in Europa appoggia il boicottaggio di Israele
L’Unione Nazionale degli insegnanti del Regno Unito ha votato per sostenere la politica di boicottaggio del Congresso dei Sindacati britannici.

 

Maggio – La Bill Gates Foundation disinveste dalla G4S a causa del suo ruolo nelle carceri israeliane

La Bill Gates Foundation, una delle più grandi fondazioni private del mondo, ha disinvestito dalla G4S. Una petizione firmata da più di 14.000 persone e manifestazioni davanti agli uffici della Gates Foundation a Londra, Johannesburg e Seattle hanno invitato la Fondazione Gates a disinvestire da G4S a causa del suo ruolo nella fornitura di attrezzature e servizi alle carceri dove Israele detiene e tortura i prigionieri politici palestinesi.

UE vieta le esportazioni di pollame provenienti dagli insediamenti illegali israeliani
La decisione è stata la messa in atto dell’impegno dell'UE a non riconoscere la sovranità israeliana sul territorio palestinese occupato, che è stato il risultato di pressione e di advocacy dal basso.

 

Giugno – La Chiesa presbiteriana USA disinveste e la G4S annuncia il suo ritiro dalle carceri israeliane

Anni di campagna dal basso sono stati ripagati quando la Chiesa Presbiteriana (USA) ha votato all’assemblea generale a Detroit per il disinvestimento da tre società statunitensi - Hewlett Packard (HP), Motorola Solutions e Caterpillar - sulla base delle ben documentate testimonianze della loro complicità con l'oppressione e la negazione dei diritti umani dei palestinesi.

Campagne BDS costringono G4S ad annunciare il suo ritiro dalle carceri israeliane
Mentre oltre 100 eroici prigionieri politici palestinesi hanno continuato il loro sciopero della fame per il 55° giorno, il più lungo mai avvenuto, la società di sicurezza britannica G4S ha annunciato che terminerà il suo ruolo nel sistema carcerario israeliano, anche se solo entro il 2017. La decisione è stata un risultato della campagna BDS che ha causato danni economici alla società in milioni di dollari di contratti persi e ha costretto la Bill Gates Foundation e la Chiesa Metodista Unita, la più grande chiesa protestante degli Stati Uniti, a disinvestire dalla società.

Tuttavia, la campagna contro G4S andrà avanti fino a quando il ritiro dal sistema carcerario non avrà luogo e non saranno terminati i legami con gli insediamenti e l’esercito israeliani.

Vittorie in Gran Bretagna per la campagna contro SodaStream
La grande catena di supermercati del Regno Unito John Lewis ha smesso di commercializzare SodaStream e un negozio SodaStream a Brighton ha chiuso a seguito di campagne di alto profilo sul ruolo del SodaStream negli insediamenti illegali in Cisgiordania e nella pulizia etnica nel deserto Naqab in Israele.

Il gigante dei fondi pensioni olandese ABP disinveste da due aziende israeliane di armi
Aryt Industries Ltd. e Ashot Ashkelon sono state messe nella lista nera a causa del loro ruolo nella produzione di munizioni a grappolo.

 

Luglio - il massacro di Israele a Gaza spinge verso sanzioni internazionali e azioni di boicottaggio

Mentre Israele iniziava il suo massacro dei palestinesi a Gaza, i governi e le persone di coscienza in tutto il mondo hanno intrapreso azioni volte ad esercitare pressione su Israele affinché rispetti il diritto internazionale e dei diritti umani. I principali sviluppi sono stati: 

  • Il Parlamento cileno ha votato per sospendere negoziati per un nuovo accordo commerciale con Israele, mentre Brasile, Cile, Ecuador, El Salvador e Perù hanno richiamato i loro ambasciatori.

  • Un appello per un embargo militare contro Israele lanciato da 6 premi Nobel e decine di personaggi noti è stato firmato da più di 60.000 persone.

  • Centinaia di migliaia di persone hanno partecipato a manifestazioni per chiedere la fine dell'assedio di Gaza e l’imposizione da parte dei governi di un embargo sulle armi e sanzioni contro Israele.

  • Il consiglio comunale di Dublino ha approvato una risoluzione che chiede un embargo militare e la sospensione dell'accordo di associazione UE-Israele.

  • In Turchia, circa 12 comuni, diverse importanti associazioni imprenditoriali e uno dei principali sindacati hanno chiesto il boicottaggio dei prodotti israeliani.

17 Stati membri dell'UE intraprendono azioni contro la complicità delle aziende con i crimini israeliani
Prima dell'inizio dell’attacco israeliano su Gaza, più di 17 governi europei hanno pubblicato indicazioni per avvertire le imprese sui rischi connessi al commercio e ad altre relazioni economiche con insediamenti illegali israeliani. La pubblicazione degli avvisi seguiva una campagna dal basso ed advocacy sul tema.

 

Agosto - Centinaia di migliaia di persone scendono in piazza e navi israeliani vengono bloccate negli Stati Uniti

Il 9 agosto, centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza, nell’ambito di una giornata internazionale di rabbia lanciata da gruppi a Gaza. L’eroe del movimento anti-apartheid Desmond Tutu ha definito il giorno uno delle più grandi mobilitazioni internazionali su un unico tema.

Migliaia di sostenitori dei diritti dei palestinesi nella baia di San Francisco hanno partecipato a picchetti e manifestazioni che hanno impedito una nave israeliana ad attraccare al porto di Oakland per quattro giorni consecutivi. Per la fine di agosto, lo scarico di navi israeliane era stato impedito o interrotto nei porti di Oakland, Tacoma, Seattle e Long Beach.

Altri sviluppi importanti nel mese di agosto sono stati: 

  • I principali esportatori di prodotti alimentari israeliani riferiscono di un'ondata senza precedenti di cancellazioni degli ordini da Europa, mentre il boicottaggio popolare di Israele si intensifica.

  • In Cisgiordania, le vendite di prodotti israeliani calano del 50% a causa della crescita del boicottaggio.

  • Il presidente boliviano Evo Morales, Fidel Castro e diverse altre figure di alto profilo dell’America Latina richiedono azioni BDS e sanzioni dei governi.

  • Il consiglio esecutivo dell'Unione nazionale degli studenti del Regno Unito,  che rappresenta 7 milioni di studenti britannici, ha approvato una mozione a sostegno delle campagne BDS, come hanno fatto diversi sindacati in America Latina.

  • Il Soros Fund Management del miliardario George Soros ha venduto le partecipazioni azionarie in SodaStream in seguito alle pressioni dei suoi partner in Medio Oriente.

Settembre - Veolia annuncia il ritiro da Israele mentre il Kuwait esclude la ditta da un contratto da $ 750m

Le autorità in Kuwait hanno annunciato di aver escluso Veolia da un contratto da 750 milioni di dollari in seguito ad una campagna da parte di gruppi del Kuwait e del Comitato nazionale palestinese per il BDS (BNC).

Veolia annuncia la vendita di imprese israeliane
È emerso inoltre che nel mese di settembre la multinazionale francese Veolia, che ha perso miliardi di dollari di contratti a seguito di campagne contro il suo coinvolgimento nella costruzione di infrastrutture per gli insediamenti israeliani illegali, intende ritirarsi dal mercato israeliano e vendere gran parte dei suoi interessi in Israele nel corso del 2015.

La campagna contro la Veolia deve continuare fino a quando non terminerà effettivamente sotto tutti gli aspetti la sua partecipazione alle violazioni israeliane del diritto internazionale, compresa la sua partecipazione al progetto illegale della ferrovia leggera a Gerusalemme.

Walden Bello interviene al Parlamento delle Filippine e chiede la cancellazione dell’accordo con Elbit
Il parlamentare filippino, autore e accademico Walden Bello ha aggiunto la sua voce alla campagna invitando il governo delle Filippine di annullare l'accordo con la società israeliana produttrice di armi Elbit Systems

L’ANC si unisce all’appello per un totale boicottaggio di Israele, incluso il divieto di viaggi, in solidarietà con la Palestina
Il segretario generale dell’ANC Gwede Mantashe ha affermato che membri e dirigenti del partito non dovrebbero recarsi in Israele visto che il partito è solidale con il popolo palestinese.

L’UEFA decide contro la candidatura di Gerusalemme per il campionato
L'Unione delle Federazioni Calcistiche Europee ha respinto la candidatura di Israele per ospitare i Campionati Europei 2020 a seguito di una campagna da parte di squadre sportive palestinesi insieme a gruppi e attivisti di tutta Europa.

Oltre 640 artisti svizzeri e operatori culturali esigono che il Consiglio federale svizzero sospenda la cooperazione militare con Israele
 

Ottobre - SodaStream annuncia la chiusura della fabbrica nell’insediamento illegale

SodaStream ha annunciato che avrebbe chiuso la sua fabbrica nell’insediamento illegale israeliano di Mishor Adumim a seguito di una campagna di boicottaggio di alto profilo contro la società che ha visto rivenditori e investitori in tutto il mondo interrompere rapporti con la società.

Tuttavia, SodaStream ha rivelato che beneficerà dal trasferimento forzato israeliano dei palestinesi nel Naqab, e ha affermato che la fabbrica resterà ancora aperta per un  po’ di tempo nel 2015. La campagna contro SodaStream continua.

Il Kuwait boicotta 50 aziende a causa del loro ruolo negli insediamenti illegali israeliani
Le compagnie nella lista nera includono alcuni dei principali obiettivi aziendali del movimento BDS, come Veolia, Volvo, Heidelberg Cement, Dexia, Pizzarotti e Alstom.

G4S perde un contratto con il governo irlandese
Attivisti per la Palestina hanno organizzato una campagna contro un contratto con la G4S a causa del suo ruolo nelle carceri e nei posti di blocco israeliani.

Attivisti a Los Angeles bloccano lo scarico di navi israeliane per due giorni
La coalizione Block the Boat di Los Angeles ha incassato un'altra vittoria, impedendo ad una nave israeliana di attraccare per più di 34 ore.

Israele escluso da esercitazioni militari in Italia in seguito alle proteste
La pressione dell'opinione pubblica ha obbligato il governo italiano ad escludere l'esercito israeliano da esercitazioni militari congiunte in cui era prevista la sua partecipazione.

 

Novembre – I principali sindacati e partiti europei chiedono la fine dell’accordo di commercio UE-Israele

Più di 300 partiti politici, sindacati e gruppi di attivisti hanno chiesto la sospensione dell’accordo di associazione UE-Israele che facilita gli scambi, in gran parte senza restrizioni, tra l'UE e Israele e permette a Israele di partecipare a un'ampia gamma di programmi dell'Unione.

I firmatari dell’appello sono Podemos, il partito di sinistra attualmente in testa nei sondaggi in Spagna, il Congresso irlandese dei sindacati e altri importanti organismi sindacali nazionali provenienti da Spagna, Danimarca, Francia e Belgio.

Altre università statunitensi e britanniche votano per unirsi al movimento per il disinvestimento
L'Università della California a Los Angeles è diventata la sesta di nove campus universitari nel sistema dell’Università della California a chiedere il disinvestimento, mentre il più grande referendum studentesco presso l'Università di Exeter ha chiesto che il sindacato degli studenti aderisca al movimento BDS.

Importante successo nella campagna contro G4S negli Stati Uniti
Durham (North Carolina) è diventata la prima città degli Stati Uniti a boicottare una società a causa del suo ruolo nelle violazioni israeliane del diritto internazionale.

 

Dicembre - Elbit Systems perde un importante contratto in Brasile

Lo stato brasiliano di Rio Grande do Sul ha annullato un importante accordo di collaborazione con la società israeliana Elbit Systems sulla scia delle proteste per il ruolo della società nell'oppressione dei palestinesi.

Sindacato di studenti lavoratori diventa il primo sindacato USA ad aderire al BDS
Gli studenti lavoratori dell’Università della California hanno votato a grande maggioranza per sostenere la campagna guidata dai palestinesi per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) contro Israele.

Dichiarazione di una conferenza delle Nazioni Unite chiede azione
La Conferenza Internazionale di Governi e Organizzazioni della Società Civile a Sostegno dei Diritti dei Palestinesi, che ha il sostegno delle Nazioni Unite, ha chiesto ai comuni di intervenire a sostegno dei diritti dei palestinesi. 

 

Fonte: Comitato nationale palestinese per il BDS
Traduzione di BDS Italia

 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente