Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Protesta degli scienziati contro l'organizzazione delle Olimpiadi internazionali della fisica in Israele per il suo negare il diritto all'istruzione dei palestinesi

Venti scienziati, tra cui il premio Nobel 2018 per la chimica George P. Smith, hanno scritto una lettera aperta agli organizzatori della prossima Olimpiade internazionale di fisica per contestare la scelta di Israele come sede della competizione, a causa della sua negazione dei diritti umani, incluso il diritto all'istruzione, nei confronti dei palestinesi.

Noi sottoscritti protestiamo contro l'organizzazione della prossima International Physics Olympiad (IPhO) a Tel Aviv, Israele, dal 7 al 15 luglio 2019.

Il comitato organizzatore afferma che lo scopo delle Olimpiadi internazionali della Scienza è di piantare «i semi della cooperazione e dell'amicizia tra studenti di tutto il mondo». Nelle circostanze attuali, ai cittadini di molti paesi viene di fatto impedito l'ingresso in Israele e la partecipazione all'IPHO, per non parlare degli studenti palestinesi della Cisgiordania e di Gaza.

Come accademici e cittadini desideriamo attirare la vostra attenzione sulla grave situazione che si trovano ad affrontare scolari, studenti e insegnanti palestinesi. Le persone a Gaza vivono sotto un duro blocco, studenti e accademici non possono andarsene anche se hanno una borsa di studio per studiare all'estero. In Cisgiordania le persone vivono sotto l'occupazione militare e sono spesso detenute dalle forze israeliane [1] [2]. Secondo il Military Court Watch, 205 bambini palestinesi sono detenuti nelle carceri israeliane. Tra loro:

  • Omar Zahran, liceale presso il liceo maschile Deir Abu Masha'al, nato il 10/10/2002, arrestato il 19/11/2018 e imprigionato nella prigione di Ofer senza ancora alcun giudizio.
  • Jawad Hdaib, liceale presso la Al Fawwar High School per i ragazzi del campo profughi di Al Fawwar, nato il 27/5/2001, arrestato il 18/12/2018 e imprigionato nella prigione di Ofer senza ancora alcun giudizio.

Invitiamo tutti gli studenti e i docenti di tutto il mondo a non partecipare alla prossima Olimpiade Internazionale di Fisica in Israele e a difendere i diritti umani dei giovani scolari e studenti palestinesi, incluso il loro diritto all'istruzione.

Invitiamo i comitati di altre Olimpiadi Internazionali della Scienza ad astenersi dall'organizzare le loro future gare in Israele, finché durerà la sua occupazione militare e la politica di apartheid, in violazione del diritto internazionale.

Rispettosamente,

Ahmed Abbes, matematico, direttore della ricerca presso il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica, Parigi, Francia.

Arnaud Beauville, professore emerito di matematica, Università della Costa Azzurra, Nizza, Francia.

David Comedi, professore di fisica all'Università nazionale di Tucumán (UNT), Argentina, e direttore dell'Istituto di fisica dell'Argentina nordoccidentale - INFINOA (CONICET-UNT).

Sophie Cribier, professoressa di fisica, Università della Sorbona, Parigi, Francia.

Chandler Davis, professore di matematica, Università di Toronto, Canada.

Dominique Delande, fisico, direttore della ricerca presso il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica, Parigi, Francia.

Ivar Ekeland, professore emerito di matematica e già presidente dell'Università Paris-Dauphine, Francia.

Emmanuel Farjoun, professore di matematica, Università Ebraica di Gerusalemme, Israele.

Catherine Goldstein, matematica, direttrice della ricerca presso il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica, Parigi, Francia.

Julien Grivaux, professore di matematica, Università della Sorbona, Parigi, Francia.

Michael Harris, professore di matematica, Columbia University, New York, USA.

Jean-Marc Lévy-Leblond, professore emerito di fisica, Università della Costa Azzurra, Nizza, Francia.

Joseph Oesterlé, professore emerito di matematica, Università della Sorbona, Parigi, Francia.

Vincent Rivasseau, professore di fisica, Università Paris-Sud, Orsay, Francia.

Jonathan Rosenhead, professore emerito di ricerca operativa, London School of Economics, Londra, Regno Unito.

Lionel Schwartz, professore emerito di matematica, Università Paris Nord, Francia.

George P. Smith, professore emerito di scienze biologiche, Università del Missouri, USA, premio Nobel per la chimica 2018.

Sylvain Sorin, professore emerito di matematica, Università della Sorbona, Parigi, Francia.

Annick Suzor-Weiner, professoressa emerita di fisica, Università Paris-Sud, Orsay, Francia.

Dror Warschawski, biofisico, ricercatore associato presso il Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica, Parigi, Francia e presso l'Université du Québec à Montréal, Canada.
 


Note:

[1] “Endless Trip to Hell : Israel Jails Hundreds of Palestinian Boys a Year. These Are Their Testimonies" (Viaggio senza fine all'inferno): Israele imprigiona centinaia di ragazzi palestinesi all'anno. Queste sono le loro testimonianze), Haaretz, 16 marzo 2019, di Netta Ahituv (accessibile qui)

[2] "Unprotected: Detention of Palestinian Teenagers in East Jerusalem” (Detenzione degli adolescenti palestinesi a Gerusalemme Est), B'Tselem, Ottobre 2017
 


Fonte: BNC
Traduzione di BDS Italia
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente