Link e Siti esterni
Informazioni e Notizie
Articoli ed Analisi

Analisi e Articoli

Sabra e Shatila è una amara lezione nel tentativo di affidarsi alle garanzie date dagli Stati Uniti

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ricorda come il massacro di Sabra e Shatila costituisca una lezione per coloro che stanno ancora affidandosi alle garanzie degli Stati Uniti e aggiunge che gli accordi di Oslo sono un ennesimo disastro nazionale.

Durante un evento nel campo profughi di al-Buss, vicino a Tiro in Libano, in occasione del trentunesimo anniversario del massacro di Sabra e Shatila, del ventesimo anniversario degli accordi di Oslo e per manifestare contro le minacce degli Stati Uniti contro la Siria, il Fronte ha dichiarato che continuerà la sua campagna per fermare gli accordi di Oslo.

Il compagno Ahmed Mourad, membro del Comitato Centrale del FPLP in Libano, ha parlato dell'invasione sionista del Libano nel 1982, dell'assedio di Beirut, della resistenza palestinese e del movimento nazionale libanese, e ha inoltre ricordato i mesi di negoziati ed infine l’accordo sull'uscita dal Libano dei rivoluzionari palestinesi, sotto le cosiddette garanzie degli Stati Uniti per la protezione dei rifugiati palestinesi in Libano.

"Cosa è successo dopo è ben noto", ha detto Mourad, "quando le forze nemiche hanno attaccato Beirut, in particolare i campi palestinesi, e facilitato l'ingresso di gruppi di assassini affinché commettessero terribili massacri uccidendo migliaia di persone. Questi crimini efferati sono stati il frutto di "garanzie americane ", e questo dovrebbe essere una lezione per coloro che ancora si affidano a tali garanzie".

Mourad ha poi richiamato la leadership palestinese ad analizzare i risultati di 20 anni di accordi di Oslo, comprese la copertura per le pratiche brutali sioniste, la liquidazione, l'uccisione, la confisca delle terre, affermando che il Fronte continuerà a lottare per rovesciare Oslo. Ha infine chiesto l'immediata sospensione dei negoziati e una strategia nazionale alternativa per rispettare i diritti dei palestinesi e per il diritto del popolo di esercitare tutte le forme di resistenza, compresa la lotta armata.
 

Fonte: PFLP
Traduzione a cura di PalestinaRossa
 

Informazioni sul Fronte Palestina

Per sviluppare un lavoro di classe nel sostegno alla lotta di liberazione della Palestina e degli altri popoli oppressi e aggrediti dall'imperialismo, oltre alle sterili e dannose concezioni del pacifismo e dell'equidistanza tra aggressori e aggrediti che hanno in gran parte contribuito ad affossare il movimento contro la guerra nel nostro paese negli ultimi anni, si è deciso di fondare l'organismo nazionale Fronte Palestina.

PalestinaRossa newsletter

Resta informato sulle nostre ultime news!

Subscribe to PalestinaRossa newsletter feed

Accesso utente